Apple: le password hanno i giorni contati

apple passkey
(Immagine:: Apple)

Abbiamo perso il conto di quante volte le password sono state dichiarate morte, ma con l'ultima trovata Apple stavolta potrebbe succedere davvero. L'azienda di Cupertino infatti ha annunciato "un nuovo modo per rendere il web un posto più sicuro", sostituendo le password con una nuova funzione chiamata Passkeys.

Presentata alla WWDC 2022, la funzione Passkeys è stata descritta da Darin Alder come "la chiave di sicurezza di nuova generazione più sicura e facile da usare, in grado di sostituire per sempre le password".

Passkeys utilizza "potenti tecniche crittografiche e il sistema di riconoscimento biometrico integrato nei dispositivi" per tenere al sicuro gli account. Tramite il semplice utilizzo di Face ID o Touch ID ci si può autenticare su un nuovo servizio, sito o app in modo da creare una passkey, ovvero una chiave di accesso.

Password a prova di hacker

In questo modo si creerà una chiave di accesso digitale e unica che funziona solo per il sito per il quale è stata generata.

Secondo Adler, queste chiavi non possono essere violate dal momento che non lasciano mai il dispositivo su cui sono state create. Insomma, nessun dato sensibile viene archiviato su un server web, il che rende le passkeys a prova di phishing e hackeraggio.

Adler ha anche spiegato che Passkeys è stata pensata per essere utilizzata con le app e il resto del web in modo molto semplice. Le chiavi di accesso sono immediatamente accessibili e sincronizzate in tutta sicurezza su tutti i dispositivi Apple, tra cui Mac e MacBook, iPhone, iPad e Apple TV attraverso il portachiavi iCloud.

La cosa più interessante è che Apple non limiterà la funzione al suo ecosistema di prodotti e servizi. L'azienda infatti ha collaborato con altri membi leader di FIDO Alliance, tra cui Google e Microsoft, per assicurarsi che Passkeys funzioni perfettamente anche su altre piattaforme.

"Con le vostre passkey potrete utilizzare anche dispositivi non-Apple per accedere a siti e app semplicemente tramite il vostro iPhone", conclude Adler.

Nell'impaziente attesa di un futuro senza password, resta da vedere se Apple avrà effettivamente l'ultima parola sull'argomento. 

Giulia Di Venere è Editor Senior per TechRadar Italia e lavora con orgoglio al progetto da quando è nato.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è una grande appassionata di cinema, libri, cucina e cinofilia.

Da sempre considera la scrittura lo strumento più efficace per comunicare, e scrivere per fare informazione, ogni giorno, è per lei motivo di grande soddisfazione.

Copre una grande varietà di tematiche, dagli smartphone ai gadget tecnologici per la casa, gestendo la pubblicazione dei contenuti editoriali e coordinando le attività della redazione.

Dalla personalità un po’ ambivalente, ama viaggiare tanto quanto passare il tempo libero nella tranquillità della propria casa, in compagnia del suo cane e di un buon libro.

Con il supporto di