Skip to main content

AMD Epyc entra nella Top 10 dei supercomputer grazie a Nvidia

(Image credit: Shutterstock / Timofeev Vladimir)

Secondo una classifica recentemente pubblicata dei supercomputer più potenti del mondo, l'elaboratore più veloce del pianeta risulta avere l'A64FX, un processore con architettura ARM. Ma in realtà questo elenco contiene anche informazioni più interessanti. Nella posizione numero 7 della lista è presente un nuovo concorrente, chiamato Selene. 

Ciò che rende questo supercomputer così speciale non è il processore AMY Rome EPYC 7742 (64 core, con clock a 2,25 GHz) di AMD, e neanche la GPU A100 di Nvidia. La parte interessante di tutta la vicenda è che la macchina risulta di proprietà di Nvidia stessa. 

Perché l'azienda abbia bisogno di un supercomputer così potente rimane un mistero, forse per stupire i potenziali clienti o provare dal vivo la sua tecnologia all'avanguardia.

Selene ha 277.760 core e mezzo petabyte di memoria, con Mellanox HDR Infiniband di Nvidia per il collegamento dell’unità. Ma, a 27,58 petaflop, la macchina è ancora significativamente meno potente di Fugaku, che attualmente regna sovrana.

In altri ambiti nel mondo del supercalcolo, AMD e Cray di HPE hanno vinto altri due contratti con il dipartimento dell'energia degli Stati Uniti per costruire due supercomputer che supereranno la barriera dell'ExaFLOP.

Il primo, Frontier, dovrebbe essere presentato il prossimo anno. Il secondo, El Capitan, dovrebbe entrare in funzione nel 2023 con prestazioni di punta di due exaflop, circa 80 volte più veloce di Selene.

Via AnandTech