Skip to main content

Sony Bravia X95J (XR-65X95J) recensione

Un TV 4K eccellente "a prova di riflesso"

Sony X95J TV
(Image: © Sony)

TechRadar Verdetto

Sony Bravia X95J è un ottimo TV 4K HDR di fascia medio alta. L'upscaling HD funziona alla grande e l'introduzione della tecnologia X-Anti-Glare unita a un picco di luminosità elevatissimo garantiscono immagini vivide in qualsiasi ambiente e proteggono efficacemente lo schermo dai riflessi. I livelli di contrasto non raggiungono quelli dei modelli OLED, ma se cercate un TV ultra luminoso da posizionare in salotto, Sony X95J è sicuramente una delle migliori opzioni disponibili oggi.

Pros

  • +

    Prestazioni 4K HDR eccellenti

  • +

    X-Anti-Glare e luminosità aumentata

  • +

    Ottimo upscaling HD

  • +

    Qualità del suono eccellente

Cons

  • -

    Solo due porte HDMI 2.1

  • -

    Contrasto non eccellente

  • -

    Forse troppo luminoso in modalità standard

Recensione in due minuti

Sony Bravia X95J è uno dei TV di punta dell'azienda giapponese e vanta uno dei picchi di luminosità più alti dell'intera gamma Sony 2021.

Grazie all'introduzione della tecnologia X-Anti-Glare e all'elevata luminosità, Sony è riuscita a correggere i piccoli problemi di riflesso del già ottimo X90J, del quale X95J eredita tutte le caratteristiche migliori.

Questo modello si pone in diretta competizione con il concorrente Samsung QN90A, e se si escludono alcune pecche di minore entità, Sony X95J si rivela migliore sotto molti aspetti.

LG potrebbe impensierire Sony con il suo LG C1 OLED che vanta un livello di contrasto superiore, ma se cercate un TV super luminoso da posizionare nel salotto di casa vostra, Sony X95J rappresenta una delle migliori opzioni disponibili oggi.

Prezzo e data di uscita

  • Uscito a fine 2021
  • I prezzi partono da €2.299
  • Concorrente diretto di LG C1 OLED e Samsung Q90A QLED

Sony Bravia X95J fa parte della collezione Sony 2021 e a breve verrà seguito da Sony X95K 4K Mini LED TV, che dovrebbe arrivare entro la fine del 2022. 

La differenza principale tra i due modelli consiste nel fatto che Sony X95K utilizza un sistema di retroilluminazione mini-LED che migliora nettamente la gestione del contrasto, uno dei punti deboli che abbiamo riscontrato su Sony X95J. Per questo sarà interessante vedere i risultati ottenuti da Sony con il passaggio ai display mini-LED.

Detto questo al momento non abbiamo informazioni precise sulla data di uscita Sony X95K che per quanto ne sappiamo potrebbe arrivare anche tra due anni.

Fino a quel momento, Sony X95J rimarrà il TV Sony di riferimento nella fascia medio alta, e sarà disponibile nei formati da 65 pollici, 75 pollici e 85 pollici. Per la nostra recensione abbiamo testato il modello da 65 pollici

Qui sotto trovate il listino prezzi Sony:

Sony X95J TV

(Image credit: Sony)

Design

  • Supporto regolabile in larghezza
  • Più spesso dei modelli della concorrenza
  • Solo due porte HDMI 2.1 
Sony X95J Specifiche

Dimensioni schermo: 65, 75, 85 pollici | 4K: Si | HDR10: Si | HLG: Si | Dolby Vision/Atmos: Si/Si | Tecnologia Pannello: LED-LCD | Smart TV: Google TV | Curvo: No | 3D: No | Ingressi 2x HDMI 2.1 (1x eARC), 2x HDMI 2.0b, 2x USB, 1xRF, ethernet | Uscite: 1x ottica

Il design di Sony Bravia X95J non ha niente di rivoluzionario, ma ci piace molto. Sony ha puntato su un look sobrio che ci ha convinto da subito, anche grazie alla qualità dei materiali e all'ottimo impatto visivo che lo rende perfetto per qualsiasi arredamento.

Nella parte inferiore dello schermo troviamo due supporti che si possono posizionare a proprio piacimento per adattarsi a ogni superficie o, volendo, per sollevare il TV per lasciare spazio a una soundbar.

Nel nostro caso, dato che avevamo in prova anche una Sony HT-A7000, abbiamo deciso di posizionare i supporti alle estremità creando uno spazio nella parte inferiore nel quale abbiamo sistemato la cassa.

Le cornici che circondano lo schermo sono incredibilmente sottili, in linea con i recenti TV Samsung e LG di fascia alta. Tuttavia lo spessore complessivo del televisore (6.1 cm) risulta leggermente superiore a quello dei modelli della concorrenza.

La differenza principale tra Sony Bravia X95J e i rivali Samsung e LG sta nella tecnologia dello schermo. Sony utilizza ancora la tecnologia LED-LCD, mentre Samsung e LG sono passate agli schermi mini-LED e OLED sui modelli di fascia alta. A breve andremo a vedere quali sono le differenze in termini prestazionali, ma in termini di design questa scelta si nota solo nello spessore leggermente più elevato di X95J.

Nella parte posteriore del TV troviamo un pannello che raggruppa tutte le porte, tra cui 4 HDMI di cui due HDMI 2.1, una delle quali con tecnologia eARC (ideale per PS5 e Xbox Series X, ma anche per gli impianti audio Dolby Atmos). 

In tutta onestà, la presenza di due soli ingressi HDMI 2.1 ci ha un po' deluso.

Nel complesso lo spessore sopra la media e il numero ridotto di ingressi non sono fattori determinanti per l'acquisto, ma ci hanno impedito di dare il massimo dei voti a questo modello.

Google TV

(Image credit: Google)

Smart TV (Google TV) 

  • Contenuti ben organizzati e visibili
  • Chromecast e assistente Google integrati
  • Uno dei pochi modelli con il servizio Bravia Core

Sony Bravia X95J utilizza il sistema operativo Google TV, la versione aggiornata del precedente Android TV che si concentra maggiormente sui nuovi contenuti abbandonando le classiche colonne del precedente OS. Per fornire una panoramica coerente con i gusti dello spettatore, Google ha ottimizzato l'algoritmo di ricerca ottenendo ottimi risultati.

All'accensione Google TV mostra subito una pagina piena di contenuti "Raccomandati" che vengono visualizzati in primo piano e sono selezionati in base alla tipologia di serie TV e film che guardate più di frequente. Da qui è possibile accedere alle sottocategorie e sfogliare il catalogo di contenuti attinenti, selezionandoli e aggiungendoli alla watch list, che si può aggiornare e modificare anche via smartphone. 

Oltre a essere molto bravo a selezionare i contenuti giusti per ogni utente, Google TV dispone di una serie di funzioni molto interessanti tra cui troviamo l'assistente Google e il servizio Chromecast.

Il primo si può utilizzare attivando l'assistente Google con il tasto dedicato sul telecomando, o in alternativa con un comando vocale grazie al microfono integrato. Il secondo richiede l'attivazione tramite un tasto fisico poso sul retro del televisore e va abilitato al primo avvio.

Il Casting integrato funziona proprio come qualsiasi altro dispositivo Chromecast esterno e risulta molto facile da utilizzare.

Google TV dispone di tutti i principali servizi di streaming tra cui Netflix, Amazon Prime Video, Hulu, Disney Plus e molti altri, ma se cercate qualcosa in particolare potete trovarlo facilmente nel Google Play Store.

Le app scorrono in maniera veloce e fluida grazie al potente processore Cognitive Processor XR che permette di avviare e chiudere i contenuti in modo fulmineo senza mostrare alcuna esitazione.

Le applicazioni più diffuse (Netflix, YouTube, Disney Plus e Prime Video) si possono attivare direttamente premendo i tasti dedicati che si trovano sul telecomando Bluetooth incluso nella confezione.

Oltre ai classici servizi di streaming che trovate anche altrove, Sony X95J garantisce l'accesso a Sony Bravia Core. Acquistando un TV della gamma X90J prima del 23 febbraio 2024 si ha diritto a 10 crediti cinematografici da utilizzare per accedere ai contenuti presenti nel catalogo Sony, che al momento è composto da più di 300 film. 

Tra questi troviamo principalmente film prodotti da Sony Picture Entertainment come Spider-Man: Into the Spider-Verse e Jumanji: The Next Level. Si tratta di un servizio esclusivo di cui nessun'altra TV dispone e, essendo gratuito, vale sicuramente la pena di provarlo.

Sony X95J TV

(Image credit: Sony)

Qualità dell'immagine

  • Qualità delle immagini eccezionale
  • Ottimo upscaling grazie al processore Cognitive Processor XR
  • Molto luminoso
  • Manca un supporto VRR adeguato

Per mettere alla prova le prestazioni di Sony X95J abbiamo effettuato una serie di test che vanno dall' upscaling di immagini SD alla visualizzazione di contenuti 4K HDR. 

Poi siamo passati ai contenuti Dolby Vision in streaming come The Book of Boba Fett su Disney Plus e infine, per non farci mancare nulla, abbiamo riprodotto dei canali TV tradizionali utilizzando l'antenna HD. Ovviamente abbiamo testato anche il gaming con PS5 e qualche contenuto streaming HD su Amazon Prime Video.

Alla base delle ottime prestazioni di Sony X95J c'è il processore Sony Cognitive Processor XR, già visto sul precedente Sony X90J. 

Ciò che rende speciale il Cognitive Processor XR è la sua capacità di dividere una scena in diverse parti selezionando il punto focale della scena. Se il processore rileva un'insegna luminosa al neon all'interno dell'immagine trasmessa, per esempio, ne aumenta la luminosità e la chiarezza per renderla più realistica possibile.

Se invece identifica una persona, interviene attivamente su parametri come il tono della pelle e i dettagli come capelli e rughe. Questo processo avviene istantaneamente, fotogramma per fotogramma, senza che possiate accorgervene. Sono questi gli aspetti che rendono il processore Sony "speciale" rispetto ai prodotti della concorrenza, che per gran parte agiscono unicamente sul livello di luminosità.

Detto questo, per quanto impressionante, anche il il Cognitive Processor XR ha qualche difetto.

Ad esempio, provate a visualizzare contenuti sub-HD su un Sony X95J, probabilmente noterete una certa granulosità nelle immagini e nel peggiore dei casi potrete distinguere i pixel a occhio nudo. Purtroppo in questo caso nemmeno l'upscaling (comunque ottimo) del Cognitive Processor XR riesce a garantire un livello di qualità soddisfacente.

Ceto, non è colpa di Sony dato che le immagini sub-HD non hanno una quantità di dati sufficiente a consentire un upscaling migliore, ma se siete soliti guardare contenuti a bassa risoluzione potrebbe essere un problema.

Se si passa al formato HD il problema svanisce in un istante. Abbiamo guardato la serie "This is 40" su HBO Max e le immagini erano a dir poco spettacolari. Anche selezionando il formato HD, l'immagine era talmente nitida e definita che è risultato difficile distinguerla dai contenuti 4K nativi. 

Per carità, nn tutti i film in HD hanno una resa simile, ma in generale la qualità dell'upscaling è ottima.

Detto questo, Sony X95J è concepito per lo streaming di contenuti 4K HDR, ed è qui che da il meglio di se. L'utilizzo di un pannello LED-LCD potrà anche avere i suoi svantaggi in termini di contrasto, ma anche senza perdere ore a regolare le impostazioni, Sony X95J ha un livello di luminosità incredibile e una qualità dell'immagine eccellente.

Guardando The Book of Boba Fett in 4K abbiamo notato dei dettagli che non avevamo mai visto prima grazie a un livello di luminosità superiore, che per alcuni potrebbe persino risultare eccessivo.

Per aiutare far fronte al problema, Sony ha integrato un sensore di rilevamento per la luce ambientale che serve a ridurre l'emissione di luce negli ambienti bui (o di notte), anche se per ottenere il massimo del risultato dovrete giocare un po' con le impostazioni.

Nel complesso la luminosità extra è decisamente un pro, ma ci vuole un po' per abituarsi e dovrete perdere qualche minuto a regolare le impostazioni se volete un'esperienza visiva ottimale.

Sony X95J è un ottimo TV per giocare. Anche se dispone solo di due porte HDMI 2.1, collegandolo a PS5 abbiamo ottenuto dei risultati sbalorditivi.

Il tempo di risposta con i giochi a 4K/60 è ottimo, e può gestire giochi a 4K/120 purché la console sia collegata alle porte HDMI 2.1. Risoluzione a parte, la luminosità e i riflessi HDR fanno la differenza.

L'unico aspetto negativo per sta nella mancanza di supporto per alcuni formati VRR che è invece presente sui concorrenti LG e Samsung (predisposti anche per FreeSync e G-Sync). Per fortuna Sony ha promesso di risolvere il problema con un aggiornamento del firmware.

Luminoso, ricco di dettagli e ben saturo, Sony X95J è un TV che produce immagini di qualità eccellente in ogni ambito, dai contenuti streaming (HD o superiori) al gaming in 4K.

Sony X95J TV in a living room.

(Image credit: Sony)

Audio

  • Ottime prestazioni audio
  • L'audio in upscaling è buono, ma non come l'Atmos
  • Grazie alla tecnologia eARC si può ottenere l'Atmos collegando una soundbar

Sony X95J si comporta molto bene anche in ambito audio e riesce ad ottimizzare al meglio i contenuti grazie a un'ottimo impianto composto da due driver per i medi, due tweeter e un subwoofer integrato. 

La completezza del comparto audio consente a Sony X95J di eccellere con qualsiasi tipo di contenuto. I medi sono sempre chiari e definiti, mentre i bassi risultano profondi e avvolgenti. I tweeter sono ottimi e rendono le voci chiare e ben distinguibili dai suoni medi, risultando ottimi anche per l'ascolto musicale.

L'unica pecca che abbiamo rilevato è il suono surround 3D. Nonostante sia possibile ottenere un surround simulato grazie al Cognitive Processor XR, la qualità dell'audio non si avvicina minimamente a quella offerta dai sistemi Dolby Atmos. La buona notizia, tuttavia, è che la TV può sfruttare il Dolby Atmos collegando un sistema audio o una soundbar compatibile alla porta eARC.

Se sentite la necessità di godervi l'audio in Dolby Atmos dovrete acquistare una soundbar, ma in caso contrario avrete comunque un audio eccellente.

Vale la pena di acquistarlo?

Sony TV 2021

(Image credit: Sony)

Compratelo se...

Cercate un TV luminoso da mettere in salotto
Se odiate i riflessi sullo schermo lasciate perdere gli OLED e andate di Sony X95J. L'elevato picco di luminosità e la tecnologia X-Anti-Glare rendono questo TV "a prova di riflesso".

Cercato un upscaling HD eccellente
Anche se non sempre, nella gran parte dei casi Sony X95J ha si è dimostrato eccellente nella riproduzione di contenuti HD/SDR in 4K/HDR. Le immagini risultano luminose, vivide e estremamente definite nel 95% dei casi.

Cercate un'ottima piattaforma smart TV
Ogni piattaforma smart TV ha pro e contro, ma Google TV è sicuramente una delle migliori in assoluto. L'algoritmo di selezione dei contenuti è accurato, l'assistente Google integrato è un'opzione molto comoda e la possibilità di interagire con il proprio smartphone selezionando i contenuti è davvero comoda. Nel complesso l'OS risulta pratico, bello e veloce. 

Non compratelo se...

Preferite attendere l'arrivo dei modelli mini-LED TV
Considerando che il prossimo anno dovrebbe arrivare il nuovo Sony X95K mini-LED, potreste preferire aspettare ancora un po' per vedere le differenze prima di investire una cifra importante per acquistare un X95J.

Volete usarlo come schermo per il PC
Vista l'attuale mancanza di un supporto VRR adeguato, se giocate da PC vi consigliamo di optare per un modello che supporti G-Sync e FreeSync.

Volete un home theatre
Anche se la luminosità è eccellente, se volete il top in termini di contrasto e disponete di una stanza apposita per l'home theatre, vi consigliamo di guardare altrove.

Nick Pino is the Senior Editor of Home Entertainment at TechRadar and covers TVs, headphones, speakers, video games, VR and streaming devices. He's written for TechRadar, GamesRadar, Official Xbox Magazine, PC Gamer and other outlets over the last decade, and he has a degree in computer science he's not using if anyone wants it.