Skip to main content

Recensione Sony HT-X8500 soundbar

Serve davvero spendere di più?

Best in Class
(Image: © TechRadar)

Il nostro verdetto

Questa compatta soundbar Sony sorprende per il suo prezzo medio e delle prestazioni audio da campione. Il quadro sonoro è ampio, con una bella elaborazione del suono avvolgente grazie all'intelligente tecnologia Vertical S di Sony. Il subwoofer interno, inoltre, è una vera potenza.

Pro

  • Compatibile con Dolby Atmos e DTS:X
  • Design all-in-one compatto
  • Subwoofer integrato
  • Facile da impostare e usare
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Mancano dei driver rivolti verso l’alto
  • Non supporta l’audio Hi-Res
  • Funzioni limitate

Se trovate assurda l'idea stessa di una soundbar 3D semplificata, non siete soli. Sappiamo tutti che Dolby Atmos si affida alle informazioni sull'altezza per creare un quadro sonoro davvero coinvolgente ma, come la sua più costosa versione precedente HT-ZF9, la nuova Sony HT-X8500 utilizza un'elaborazione audio DSP avanzata per compensare la mancanza di driver dedicati rivolti verso l’alto.

Certo, non è perfetta, ma ad un costo di 399 euro (€279 su Amazon al momento), la HT-X8500 potrebbe essere la migliore soundbar sul mercato come rapporto qualità/prezzo.

Design

La HT-X8500 è un sistema audio autonomo. Non c'è un subwoofer wireless separato, né altoparlanti surround senza fili da posizionare alle spalle. È una soundbar intelligente e singolare, progettata per adattarsi praticamente a qualunque stanza.

Il subwoofer è incorporato ma la barra rimane piacevolmente sottile. Con una larghezza di 89cm, è adatta a televisori che misurano tra i 49 e i 55 pollici. 

La finitura estetica ha stile. L'array frontale è protetto da un'elegante griglia curva sui bordi, mentre una rifinitura in metallo grigio scuro aggiunge carattere. In alto ci sono i pulsanti sensibili al tocco per l'alimentazione, la selezione degli ingressi, il volume e l'accoppiamento Bluetooth.

La connettività è relativamente scarsa, limitata a due sole HDMI, una in ingresso e l'altra in uscita con eARC. C'è anche un ingresso audio digitale ottico da utilizzare quando ARC non è disponibile. La scheda HDMI 4K integrata è compatibile con Dolby Vision, HDR10 e HLG.

Nel complesso è facile abituarsi al design compatto dell'HT-X8500, senza subwoofer separato che occupa spazio sul pavimento. Al contrario, abbiamo due woofer gemelli orientati verso l’ascoltatore. Sorprendentemente per una soundbar Dolby Atmos, non sono presenti driver rivolti verso l’alto e la connettività HDMI è limitata.

(Image credit: Sony)

Funzionalità

Sony ha optato per un set di funzionalità limitate per mantenere bassi i costi. Non c'è connettività Wi-Fi intelligente, né uno schermo per mostrare il menu. La soundbar comunica invece tramite dei LED che indicano se le sorgenti sono Dolby Atmos o DTS-X, ma anche l’input selezionato.

La barra è controllabile da un sottile telecomando touch che, nonostante le sue dimensioni, ha davvero molti pulsanti. Tutti i vari preset sonori sono messi in risalto, accanto alle varie modalità di elaborazione.

Una tale semplicità rende facile abituarsi a questo sistema. Non sfrutta il rimbalzo del suono per creare un effetto surround virtuale, è sufficiente posizionare la soundbar davanti alla televisione, oppure appenderla alla parete. Non è necessaria alcuna calibrazione.

(Image credit: Sony)

Prestazioni

Tutte le nostre riserve sulle prestazioni di questo prodotto di fascia media sono state spazzate via quando l’abbiamo acceso: questa soundbar è convincente e garantisce un’esperienza cinematografica.

Il merito delle ottime prestazioni della HT-X8500 va al Vertical Sound Engine di Sony. Quando si riproducono contenuti Dolby Atmos e DTS:X, l’Engine emula il suono surround permettendo ai film di essere ascoltati con la sensazione che il quadro sonoro sia più ampio sia in altezza che in larghezza.

In aggiunta Vertical S non funziona solo con i codec surround, ma può essere sfruttato con risultati convincenti anche come up-mixer per sorgenti stereo e 5.1.

Forse la sorpresa più grande è però data dal subwoofer interno. Avrà anche dimensioni modeste, ma questo all-in-one ha davvero molta potenza. Con una risposta alle basse frequenze fino a 50Hz, i rombi non sono sismici ma persistenti. Qualcuno potrebbe trovare i due woofer gemelli rivolti in avanti un po' prepotenti ma non si tratta di certo di un aspetto negativo.

(Image credit: Sony)

Tuttavia, questa soundbar non è perfetta. Sony sostiene che HT-X8500 ha un quadro sonoro paragonabile a quello di un sistema Atmos 7.1.2, il che è un po' esagerato.

La HT-X8500 non produce dei suoni dall’alto che possono essere comparati con quelli di un sistema 7.1.2, ma riesce comunque a garantire un soundstage frontale completo in altezza e larghezza.. Seduti nel punto di ascolto migliore (ce n'è uno, quindi assicuratevi di posizionarvi adeguatamente), abbiamo avuto sicuramente l'impressione che i suoni stessero arrivando da entrambi i lati rispetto nostra posizione d'ascolto. La visione del film Everest (Blu-ray, in Dolby Atmos) si è rivelata adeguatamente emozionate. Quando ad un certo punto del film i protagonisti si sono trovati nel bel mezzo di una tempesta, l’HT-X8500 ha prodotto un sono realistico dandoci la sensazione di trovarci nel bel mezzo dell’azione con proiettili di ghiaccio che arrivavano da destra e sinistra. È stato di certo sufficiente a farci venire i brividi.

In verità, non c'è molta differenza tra un film il cui audio è stato davvero mixato in 3D e i codec avanzati come Dolby True HD e DTS-HD MA una volta filtrati dal processore Vertical Sound di Sony. Questo la dice lunga sulla tecnologia DSP che Sony ha sviluppato per la sua soundbar.

Sonos Beam è un'ottima alternativa, se non vi interessa Dolby Atmos.

Sonos Beam è un'ottima alternativa, se non vi interessa Dolby Atmos. (Image credit: Sonos)

Altre soundbar che vale la pena considerare

Se potete vivere senza Dolby Atmos, Sonos Beam è una valida alternativa alla HT-X8500. Si tratta di un'offerta altrettanto compatta e ad alte prestazioni, sebbene sia stata progettata per chi ha (o ha intenzione di acquistare) un sistema wireless multiroom Sonos. Combina la musicalità con una performance vivace, può inoltre essere utilizzata con Alexa  di Amazon e Google Assistant. 

Se cercate una qualità paragonabile a quella della soundbar Sony, c'è la Panasonic SC-HTB900, un sistema Technics-tuned 3.1. Il prodotto Panasonic è in grado di decodificare Dolby Atmos e DTS:X, in più si affida all'elaborazione dell’audio per compensare la mancanza di driver rivolti verso l’alto. Viene fornito con un subwoofer separato e suona magnificamente con la maggior parte delle sorgenti. Purtroppo, però, il prezzo è decisamente più alto.

Conclusioni

Dato che le soundbar concorrenti compatibili con Dolby Atmos vengono vendute al doppio del prezzo, la HT-X8500 di Sony può rappresentare un’ottima scelta. La riduzione dei costi può essere attribuita alla scarsa connettività e alle funzioni limitate, ma ciò che è veramente sconcertante è l’elevata qualità del suono prodotto da questa soundbar. Se siete alla ricerca di un sistema audio home theatre che non vi svuoti il conto in banca, questa è probabilmente l'opzione migliore presente sul mercato al momento.