Skip to main content

Recensione iRobot Roomba i7+

Come migliorare i limiti degli aspirapolvere robot

irobot roomba i7+

Il nostro verdetto

L’ iRobot Roomba i7+ è l’ultimo arrivato, in ordine di tempo, nella linea di aspirapolvere robot del famoso brand e rappresenta la naturale evoluzione in questa categoria di prodotti. Tra la sua nuova tecnologia di mappatura intelligente e l'integrazione dell'assistente digitale, vale la pena farci un pensierino. Il rovescio della medaglia? Il prezzo esorbitante.

Pro

  • Quasi completamente automatizzato
  • Integrazione dell'assistente digitale
  • Imprint Smart Mapping
  • Svuotamento automatico della polvere

Contro

  • Terribilmente costoso
  • Costi operativi ricorrenti

Roomba rappresenta una pietra miliare lungo la strada dell’automazione degli elettrodomestici e ha segnato l’inizio di una nuova era. Il pensiero di una macchina che, comunque, richiede ancora l’intervento umano per svuotarne e ripulirne il serbatoio, però, deve aver impensierito i progettisti dell’azienda. 

Nel 2018, alla iRobot si sono tolti  il pensiero con Roomba i7+, la versione migliorata del loro prodotto di punta. Oggi Roomba può iniziare a rimuovere lo sporco in casa con un semplice comando dato all'altoparlante intelligente, e può persino svuotare il suo cassetto della polvere in un dock più grande e facilmente gestibile, che funge anche da cestino. Il tutto in modo completamente automatico.

È difficile immaginarsi il futuro delle nostre case senza la presenza di uno di questi robot. 

Roomba i7+ è diventato parte integrante della nostra famiglia, in gran parte grazie al suo elevato livello di automazione.

irobot roomba i7+

Prezzo e disponibilità

Roomba i7+ ha un prezzo di listino pari a €899, che diventano €1.199 se volete anche il cestino intelligente per lo svuotamento automatico. 

Per quelli che tengono i conti, diremo che il precedente miglior aspirapolvere robot del brand, Roomba 980, costava circa 800 euro al momento del lancio sul mercato, quindi non siamo lontanissimi dai prezzi riservati ai prodotti di punta del marchio. Allo stesso modo, Roomba i7+, da solo, costa quanto un Roomba 960 all’uscita sul mercato, una coincidenza impressionante considerando le capacità odierne della macchina.

Se confrontato con i suoi diretti concorrenti di fascia alta, Roomba i7+ rimane in gran parte competitivo contro i rivali, almeno senza il nuovo, elegante dock. Uno dei migliori prodotti di Neato, il Botvac D7 Connected, costa altrettanto, mentre il miglior concorrente di Shark arriva a 180 euro in meno rispetto ad entrambe le opzioni. 

Immagine 1 di 8

Immagine 2 di 8

Immagine 3 di 8

Immagine 4 di 8

Immagine 5 di 8

Immagine 6 di 8

Immagine 7 di 8

Immagine 8 di 8

 Design e prestazioni 

Roomba i7+ assomiglia moltissimo ai suoi predecessori a prima vista ma, una volta capovolta la macchina, le differenze sono evidenti. Prima di entrare nel dettaglio, è doveroso far notare che il serbatoio  per la polvere  qui è notevolmente diverso, con il LED che ora lampeggia e brilla di colori diversi, a seconda del suo stato attuale.

Curiosando ancora sotto la superficie della macchina, si notano  immediatamente alcuni miglioramenti ai rulli in gomma che catturano lo sporco: ora i solchi sono maggiori e più raffinati, per una raccolta dello sporco più performante.Inoltre, il cestino per lo sporco è stato migliorato, per uno svuotamento migliore, sia manualmente che automaticamente. 

Lo svuotamento automatico viene gestito tramite una nuova porta che, quando il cestello è ancorato alla macchina, si collega ad un ingresso nel dock. Quest’ultimo aspira immediatamente il contenuto della Clean Base. La polvere e i detriti vengono quindi conservati in sacchetti usa e getta con una capienza pari a 30 cestelli o, in generale, giorni. 

L’app iRobot poi ci avvisa quando è ora di cambiare il sacchetto. Questi sacchetti "Dirt Disposal" sono disponibili tramite il sito iRobot al costo di 30 euro per un pacchetto da tre unità.

irobot roomba i7+

Questo allevia quella che è probabilmente la parte più fastidiosa dell'utilizzo del robot aspirapolvere: svuotare il cestino. Tuttavia, è chiaro che il prodotto introduce un costo operativo che pochi altri aspirapolvere robot eguagliano.

Detto questo, anche se il  Roomba i7+ lavora quotidianamente, un costo operativo piuttosto contenuto ogni due o tre mesi. Non è un costo insostenibile, quindi, ma indubbiamente si potrebbe  risparmiare questo denaro con soluzioni diverse

Per quanto riguarda le prestazioni di Roomba i7+, iRobot ha notevolmente migliorato le capacità di navigazione intelligente. Ora, piuttosto che mappare una singola stanza e dimenticarla al termine del lavoro, Roomba i7+ carica le mappe di ogni stanza della casa in modo sicuro sui server cloud di iRobot. 

Tuttavia, Roomba i7+ non salterà fuori dalla scatola sapendo come è disposta ogni stanza della casa. Dovrà impararne la disposizione attraverso le sue prime pulizie. Durante questo processo, il modo di pulire di Roomba i7+ sarà molto simile a quello di Roomba 980, come visualizzabile tramite l'app di accompagnamento. 

Lo sviluppo delle mappe intelligenti non richiede molto tempo, nel grande schema delle cose, alla peggio una settimana. Da quel momento si potrà  dire al Roomba di pulire stanze specifiche, dopo aver designato quegli stessi spazi usando l'app iRobot. 

Tuttavia, se dovesse cambiare la rete Wi-Fi, è probabile che si dovrà eseguire nuovamente il processo. Questo, almeno, è quanto emerso dalla nostra esperienza. Un piccolo inconveniente, ma comunque un inconveniente. 

irobot roomba i7+

Una volta che Roomba i7+ ha caricato mappe dettagliate della casa adotterà un modello di pulizia molto più efficiente, operando in ogni locale con un movimento il più lineare possibile.

iRobot lo definisce "Imprint Smart Mapping" e afferma che questo nuovo metodo farà risparmiare energia e tempo. 

Il sistema di mappatura, stranamente, può ricordare solo fino a 10 planimetrie alla volta, che è possibile classificare con nomi impostati o nomi personalizzati. Immaginiamo che ciò sia dovuto al fatto che lo spazio dedicato a questo servizio nei loro server sia piuttosto ridotto, portando così iRobot ad evitare di invogliare gli utenti ad utilizzare eccessivamente questa funzionalità.

Se si aggiungono  Alexa di Amazon e i servizi AI di Google Assistant, l’idea di un robot autonomo diventa molto più solida. . Una volta collegato a uno dei due servizi tramite l'app companion iRobot, puoi letteralmente dire "Ehi Google, pulisci la camera da letto principale" e Roomba i7+ si sgancerà, recandosi direttamente nella stanza o nelle stanze richieste.

Questa è la vera essenza del nuovo sistema di mappatura di iRobot, poiché riduce il processo di far pulire le stanze ad una sola frase. Tutto ciò di cui bisogna  preoccuparsi è svuotare la base di raccolta fissa una volta al mese o giù di lì, pulendo i rulli di raccolta e le altre parti saltuariamente.

irobot roomba i7+

 Verdetto finale 

L’iRobot Roomba i7+ rappresenta uno straordinario sviluppo per la linea di aspirapolvere robot di iRobot, nonché il passo evolutivo più logico per questa categoria di prodotti. Per noi era già molto abbastanza un robot che pulisse da solo il pavimento,  ma ora è praticamente irresistibile.

Evoluzioni come queste si pagano care ovviamente, e qui abbiamo un costo iniziale altissimo più un costo di mantenimento superiore alla media. Bisogna decidere se ne vale la pena ma secondo noi, se ce lo si può permettere, il Roomba i7 è un prodotto più che meritevole, a cui assegniamo il nostro premio “prodotto consigliato”.