Recensione iPod Touch (settima generazione)

L’era dell’iPod non è ancora terminata

Image credit: Future

Il nostro verdetto

Il nuovo iPod Touch è perfetto per giocare e ascoltare musica. Grazie al nuovo chip A10 poi è possibile anche la Realtà Aumentata. Costa relativamente poco e permette di passare il tempo divertendosi. Attenzione però che la fotocamera è scarsa e chi è abituato al Touch ID ne sentirà la mancanza.

Pro

  • Il modo più economico per avvicinarsi a iOS
  • Ottimo per giocare
  • Perfetto per i bambini
  • Presa cuffie da 3.5mm

Contro

  • Manca il Touch ID
  • Fotocamera superata

Apple ci ha colto di sorpresa annunciando iPod Touch 7, il primo vero aggiornamento di un iPod dal 2015.

Grazie a “miglioramenti nella potenza, nelle funzioni e nella comunicazione”, l’iPod Touch aggiornato è perfetto per giocare e sembra essere arrivato giusto in tempo per Apple Arcade

Ma per quanto riguarda musica e video le prestazioni sono soddisfacenti? Lo abbiamo provato e vi diremo cosa ne pensiamo.

Prezzo e disponibilità

Il nuovo iPod Touch 7 è già disponibile e il prezzo varia a seconda della memoria integrata: si parte da 249 euro per la versione con 32 GB, 359€ con 128 GB e 469 € con 256 GB. Noi abbiamo provato quest’ultimo modello.

Image credit: Future

Image credit: Future

(Image credit: Future)

Design

Come design, il nuovo iPod Touch non si differenzia dal predecessore del 2015, lo schermo è da 4 pollici e la struttura è leggera e compatta. Abbiamo provato il modello azzurro, ma è anche disponibile in rosa, argento, grigio siderale, oro e rosso.

Come nei modelli precedenti iPod Touch ha il pulsante home, purtroppo però non sfrutta la tecnologia Touch ID che è stata introdotta nell’ormai lontano 2013 con iPhone 5s.

Questo significa che dovrete ricordare una password da 6 caratteri per sbloccarlo e questo non è il massimo soprattutto per i bambini (anche se potrebbe essere perfetto per i genitori che ne vogliono limitare l’uso).

Come con tutti i modelli con più di due anni di vita, l'interruttore è in alto e il cursore per il volume a sinistra. Ci sono anche due fotocamere, rispettivamente davanti e dietro. 

Image credit: Future

Image credit: Future

(Image credit: Future)

Nella parte inferiore c’è lo spazio per l’altoparlante, la porta Lightning e l’uscita classica per gli auricolari. Ricordiamo comunque che sono ormai diversi anni che Apple ha eliminato questa porta dagli iPhone. 

Ci siamo chiesti perché Apple avesse deciso di mantenere la porta da 3,5 mm per gli auricolari e secondo alcuni è perchè la resa audio è migliore mentre secondo altri perché i bambini sono più abituati ai classici auricolari con il filo. Personalmente abbiamo gradito la possibilità di portarci dietro ovunque gli auricolari a filo, anche gli stessi EarPods in dotazione. Nella confezione c’è anche un cavo Lightning per ricaricarlo.

Dopo qualche giorno d’uso ci siamo resi conto di quanto ci fossero mancati i classici auricolari. In ogni caso i modelli bluetooth true wireless e quelli con archetto sono sempre migliori e ci sono anche molti modelli Lightning per chi ama questo tipo di collegamento.

Image credit: Future

Image credit: Future

(Image credit: Future)

Con un peso di soli 88g, il nuovo iPod Touch sembra incredibilmente leggero, mentre il suo schermo da 4 pollici lo rende perfetto per usarlo anche con una sola mano, anche quella di un bambino. 

Anche se lo schermo non è certo il più evoluto tra quelli prodotti da Apple, la risoluzione è quella dell’iPhone 5, abbiamo trovato lo schermo LED Retina da 326ppi brillante e sempre ben visibile.

La risoluzione da 1136 x 640 pixel è sicuramente un passo indietro rispetto ai modelli OLED usati per iPhone X, ma occorre anche ricordare che questo iPod Touch costa un quinto rispetto agli iPhone più evoluti.

Se poi sia un affare, dipende da quello che vi aspettate da uno schermo. Steve Jobs in origine ha dato al Retina Display questo nome in quanto rappresenta la massima definizione attualmente percepibile dall’occhio umano, per cui dovrebbe essere sufficiente.

Sistema operativo

Il nuovo iPod Touch usa iOS 12, l’ultima versione del sistema operativo di Apple che permette di fare connessioni FaceTime di gruppo fino a 32 persone, indica il tempo trascorso usando il dispositivo con Screen Time, e ha 70 nuove emoji in più rispetto a iOS 11. 

In realtà anche la sesta generazione di iPod Touch del 2015 è compatibile con iOS 12. Anzi, iOS 12.3.1 è al momento l’ultima versione disponibile per iPod Touch, iPhone, e iPad. 

La settima generazione di iPod Touch ha tutte le app degli altri dispositivi iOS, tranne il telefono naturalmente. Potrete così usare il Wi-Fi per accedere a WhatsApp o iMessenger

Image credit: Future

Image credit: Future

(Image credit: Future)

Autonomia

Secondo Apple l'autonomia di iPod Touch arriva a 40 ore con 8 ore di riproduzione video.

Noi lo abbiamo usato per alcuni giorni per ascoltare musica, farci qualche giochino e non abbiamo notato consumi esagerati. Tranne quando abbiamo provato a giocare a PUBG (Player Unknown Battlegrounds), e inserendo la luminosità al massimo e lo streaming abbiamo consumato una bella percentuale di batteria. 

Image credit: Future

Image credit: Future

(Image credit: Future)

Audio

Abbiamo deciso di mettere alla prova le capacità audio di iPod Touch con gli auricolari EarPods in dotazione e ne siamo rimasti piacevolmente sorpresi.

In streaming da Apple Music, abbiamo ascoltato Oh Yeah dei Dutch Uncles. Siamo rimasti impressionati dalla resa sonora e dagli ottimi bassi.

Cat Rider di Little Dragon ci ha ugualmente convinto per la resa cristallina e questo con un auricolare da pochi euro. Le voci sono risultate sempre chiare e cristalline a tutti i livelli.  

Finalmente iPod Touch è compatibile con il formato ad alta risoluzione audio FLAC, e con l’Apple Lossless, offrendo così più possibilità ad ogni audiofilo.

Con un’app perfetta per l’alta risoluzione audio come Vox, abbiamo ascoltato il Requiem di Mozart in D Minore. La resa degli strumenti è risultata sempre perfetta, così come la voce del soprano.

Per avere comunque risultati attendibili non bastano però le cuffie EarPods in dotazione, noi abbiamo provato ad ascoltare gli stessi brani con le Master and Dynamic MW65 Active Noise-Canceling e siamo rimasti colpiti dalla qualità dei singoli strumenti.

Questo per dire che gli auricolari che vengono usati sono fondamentali per un buon ascolto. Un paio di cuffie over-ear suoneranno sempre meglio di un paio di auricolari da 5 euro! 

Questo non significa che gli EarPods in dotazione siano pessimi auricolari. Vanno bene per un ascolto casuale e se li perdete non vi dispererete troppo.

Abbiamo anche provato l’altoparlante integrato che abbiamo trovato potente nonostante le dimensioni ridotte. Certo, non va bene per ascoltare la musica ad alta fedeltà, ma se volete un accompagnamento musicale quando giocate e non volete tirar fuori gli auricolari è perfetto.

AR Dragon

AR Dragon sull’iPod touch (7th generation) (Image credit: PlaySide / TechRadar)

Gioco

Grazie al nuovo chip A10 Fusion, il nuovo iPod Touch è perfetto per giocare anche con quelle che Apple definisce "Esperienze immersive di Realtà Aumentata (AR)".

Il nuovo iPod Touch arriva giusto in tempo per la presentazione del nuovo servizio di giochi Apple Arcade, (secondo Apple dovrebbe essere presentato in autunno, probabilmente tra settembre e ottobre).

Per mettere alla prova le capacità di Realtà Aumentata del nuovo iPod Touch, abbiamo scaricato AR Dragon dall’App Store. Il gioco chiede subito di affettare un uovo dal quale naturalmente uscirà un baby dragone con cui interagire attraverso la Realtà Aumentata. 

Usando l’app Camera potremo vedere come il dragone interagisce con l’ambiente che lo circonda. Il gioco ha funzionato bene e in maniera fluida, aspetto fondamentale per i giocatori più giovani. 

Abbiamo provato iPod Touch anche con qualcosa di più semplice come il classico endless game Whale Trail di ustwo Games che grazie anche ai fantastici colori e allo schermo LED è risultato giocabilissimo su iPod Touch. Poi però abbiamo deciso di fargli provare qualcosa di più ostico.

PUBG è la versione per dispositivi mobili di Battle Royale e richiede dispositivi potenti sia a livello di processore che di scheda grafica e RAM.

Secondo Ars Technica, la scheda grafica integrata nel chip A10 Fusion raggiunge circa il 56% delle prestazioni del più nuovo A12, ma non abbiamo notato particolari problemi di latenza anche con un gioco complesso come PUBG. iPod Touch ha gestito la grafica militare di PUBG esattamente come le immagini fumettose della balena di Whale Trail.

Inoltre grazie anche al doppio di memoria RAM rispetto al predecessore (ora sono 2GB), il nuovo iPod Touch non si trova in difficoltà nemmeno nelle situazioni più complesse.

PUBG

PUBG su iPod touch 2019 (Image credit: Tencent Mobile International Limited)

Fotocamera

Una delle app preinstallate è Fotocamera. Purtroppo dal punto di vista hardware la fotocamera è rimasta la stessa: sul frontale è una FaceTime HD con sensore da 1,2 MP, mentre sul retro c’è una fotocamera più avanzata da 8MP con autofocus, stabilizzazione immagine e diaframma f/2.4.

Potete chiaramente dimenticarvi lussi come registrazioni 4K video e l’impressione complessiva sarà quella di essere tornati indietro nel tempo. Anche confrontandola con il non più giovane iPhone SE, la fotocamera risulta una delusione, le immagini non sono dettagliate e nitide e soprattutto l’hardware è vecchio di diversi anni. 

Questo non significa che non potremo usare iPod Touch per le videoconversazioni FaceTime, solo che non potremo metterci in testa di fare foto di buon livello.  

Un esempio di come scatta iPhone SE (sinistra) e il nuovo iPod touch (destra) (Image credit: TechRadar)

Un esempio di come scatta iPhone SE (sinistra) e il nuovo iPod touch (destra) (Image credit: TechRadar)

Verdetto finale

Nel complesso siamo rimasti positivamente colpiti dal nuovo iPod Touch 7. Viste le app preinstallate il rapporto qualità-prezzo è senz'altro positivo, soprattutto se paragonato al prezzo di iPhone.

Come design ci piace il fatto che Apple abbia mantenuto lo schermo da 4 pollici e la presa auricolari classica da 3.5mm. Meno positivo il fatto che non ci sia nè Touch nè Face ID. 

Riprodurre un brano musicale con iPod Touch è un piacere e il supporto al formato FLAC piacerà agli audiofili.

A differenza dei predecessori, Apple questa volta ha sottolineato le capacità di gioco del suo dispositivo e in effetti possiamo confermare che è piacevole sia con le app più semplici che con quelle più esigenti in termini di prestazioni. Anche con i giochi in Realtà Aumentata non abbiamo mai riscontrato problemi.

iPod Touch è un piccolo mattoncino in più per quando Apple presenterà Apple Arcade, la sua piattaforma di giochi in streaming alla quale si potrà accedere anche da iPod Touch, senza dubbio il più economico dispositivo di Apple. 

Ma la domanda inevitabile è sempre quella: perché acquistare un dispositivo simile all'iPhone di qualche anno fa che non può nemmeno telefonare? Una ragione potrebbe essere proprio quella di dare meno preoccupazioni ai genitori visto che per navigare su Internet serve il Wi-Fi. Inoltre iPod Touch potrebbe essere il primo passo verso un vero iPhone per molti ragazzini che potranno comunque accedere ai social ma solo attraverso il Wi-Fi che può venire controllato più facilmente.

Certo, non potremo tenerli sotto contatto costantemente, ma in una società iper- connessa come la nostra questo non è necessariamente un male.