Recensione Doogee V30T

Resistente e pesante ma veloce

Doogee V30T in Gold
(Image: © Mark Pickavance)

Verdetto

L'aggiornamento del processore e della memoria garantisce un aumento prestazionale rispetto alla variante base, ma la mancanza dell'opzione eSIM è un vero peccato. Le specifiche di questo telefono sono eccezionali se si guarda al prezzo e nel complesso il V30T è uno dei migliori smartphone rugged del momento.

Pro

  • +

    Processore aggiornato

  • +

    Certificazioni IP68 e IP69K

  • +

    Fotocamera da 108MP

  • +

    5G

Contro

  • -

    Manca la eSIM presente sulla variante base

  • -

    Manca l'ingresso per il jack da 3.5mm

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Recensione sintetica

Sono passati solo cinque mesi da quando tra il lancio di Dogee V30, uscito in Italia a gennaio 2023, e l'arrivo di Dogee V30T, una variante potenziata con specifiche migliori rispetto al modello base.

Pur avendo componenti più avanzati, il V30T conserva tutte le caratteristiche di robustezza del V30 essendo conforme alle norme IP68, IP69K e MIL-STD-810H. Queste includono l'immersione completa per periodi limitati e a basse profondità, oltre alla possibilità di scattare foto sott'acqua.

Gli aggiornamenti sono tutt'altro che marginali: il Dimensity 900 è stato sostituito dal SoC 1080 e la RAM è salita a 12 GB. L'unica rinuncia, oltre alla eSim che non c'è più sulla variante T, consiste nello schermo che passa da6,6 a 6,58 pollici.

Dato che entrambi gli schermi hanno una risoluzione di 1080 x 2408 e una densità di ppi quasi identica, la differenza è praticamente impossibile da notare a occhio nudo.

Tutto il resto, dalle dimensioni della batteria alle specifiche della fotocamera, sono identiche.

Il design è lo stesso, fatta eccezione per le colorazioni: il V30 era disponibile in nero e arancione, mentre il nuovo V30T è disponibile in nero e oro.

Se state cercando uno smartphone rugged dal design moderno con caratteristiche di resistenza avanzate e un buon comparto hardwre, il V30T è una delle migliori opzioni attualmente disponibili e non costa nemmeno tanto.

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)

Doogee V30T: prezzo e disponibilità

  • Quanto costa? 439€
  • Dove potete acquistarlo? Amazon / AliExpress

Al momento il Doogee V30 costa 524$ sul sito del produttore, dove il più recente C30T si può acquistare per 429$. 

Tuttavia, su Amazon il V30 si trova a 389€ mentre il V30T costa 439€.

Il V30T è disponibile in versione EU e Doogee lo prpone anche in bundle con lo smartwatch D70.

Considerando le specifiche e la robustezza generale che lo caratterizzano, il V30T ha un prezzo davvero invitante.

Doogee V30T

(Image credit: Mark Pickavance)
  • Prezzo: 5/5

Doogee V30T design

  • Costruito per durare
  • Pulsanti semplici da usare
  • Manca il jack audio
Specifiche

Il Doogee V30T che ci è stato inviato per la recensione è dotato del seguente hardware:

CPU: MediaTek Dimensity 1080
GPU: Mali-G68 MC4
RAM: 12 GB (Fino a 20 GB con Memory Fusion)
Archiviazione: 256GB (espandibile fino a 2TB con MicroSD)
Display: 6.58" FHD+ 120 Hz IPS waterdrop
Risoluzione: 2408 x 1080
SIM: Dual Nano SIM (o SIM e MicroSDXC)
Peso: 376g
Dimensioni: 178.4 x 83.1 x 17.8 mm
Certificazioni resistenza: IP68, IP69K and MIL-STD-810H
Fotocamera: 108MP principale, 20MP notturno, 16MP ultrawide
Selfie camera: 32MP
Connettività: WiFi 5, Bluetooth 5.0
OS: Android 12
Batteria: 10800mAh

Il V30T che abbiamo ricevuto in prova era di colore oro, un po' pacchiano per i nostri gusti, ma siamo certi che a qualcuno picerà.

La forma e le dimensioni di questo telefono sono quasi identiche a quelle del V30. Il corpo del telefono ha un profilo simile a quello di una barca, il che lo rende leggermente più facile da maneggiare rispetto ai classici smartphone squadrati. Considerando il peso notevole, superiore ai 300g, l'ergonomia è un fattore importante.

Il V30T utilizza il metodo di costruzione collaudato di Doogee, con un telaio in metallo fresato rivestito di plastica resistente agli urti e TPU denso. Tuttavia, mentre il V30 aveva una parte inferiore in ecopelle testurizzata, il V30T è liscio.

Come il suo predecessore, il V30T ha la stessa disposizione dei pulsanti del 75% dei telefoni rugged, con un lettore di impronte digitali azionabile con la mano destra e un pulsante di accensione da premere con il pollice. Non è il massimo per i mancini ma ci si abitua velocemente.

Inoltre, in linea con molti progetti precedenti di Doogee, il V30T è dotato di un vassoio SIM che può ospitare due Nano SIM e una scheda MicroSD e, come il V30, supporta solo una Nano insieme alla MicroSD.

Tuttavia, a differenza del V30, questo modello non supporta le eSIM. Un vero peccato visto che era una delle caratteristiche principali della variante base.

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)

La porta di ricarica / dati USB-C è posta al centro del bordo inferiore e protetta dall'immancabile tappo in gomma. Esistono porte USB-C resistenti all'acqua, ma Doogee non ha ancora adottato questa soluzione.

La buona notizia è che il telefono si ricarica in modalità wireless a 15W utilizzando un caricabatterie wireless Qi, evitando di dover collegare ogni volta la spina.

Manca il jack audio da 3,5 mm e Doogee non include un cavo USB-C per l'audio nella confezione.

Nella confezione troviamo uno gancio in plastica per aprire lo slot della SIM in modo da non doverla forzare, un alimentatore da da 66W, un cavo OTG da USB-C a USB-C, alcuni accessori per la protezione dello schermo e un manuale di istruzioni.

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)

Design: 4/5

Doogee V30T: hardware

  • Potente per essere un rugged
  • Memoria espandibile
  • Manca la eSIM

Fino a poco tempo fa, il Dimensity 900 di MediaTek era il SoC più scelto per i progetti di punta delle aziende che non volevano pagare Qualcomm per il più recente Snapdragon. Lo abbiamo visto sul V30, ma anche sull'Ulefone Power Armor 18T. Tuttavia, la più recente e potente variante V30T utilizza il processore MediaTe Dimensity 1080, una versione aggiornata e potenziata del SoC del V30.

Sono entrambi chip octa-core con sei core ARM Cortex-A55 per l'efficienza, ma il Dimensity 1080 ha due core prestazioni da 2,6GHz mentre quelli del 900 hanno un clock più basso, da 2,4GHz.

I core efficienza sono rimasti invariati e utilizzano chiplet Cortex A55 da 2GHz ciascuno.

Al contrario, la velocità di clock della GPU Mali-G68 MC4 del Dimensity 1080 è scesa di 100Hz rispetto alla versione presente sul precedente Dimensity 900, ma bilancia questa diminuzione della velocità di clock con il 33% di shader in più, passando da 48 a 64.

Questa miglioria gli conferisce un piccolo ma rilevabile vantaggio nel gaming e nelle applicazioni VR. Come altri telefoni che utilizzano i SoC Dimensity, Doogee V30T può integrare una porzione della sua memoria con la RAM. Essendo dotato di 12 GB di RAM, può aumentare la capacità totale disponibile per il sistema fino a 20 GB.
Si tratta di una quantità di memoria considerevole che consente di gestire agilmente anche le app più pesanti.

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)

Fin qui tutto bene. Purtroppo Doogee ha deciso di rinunciare alla funzionalità eSIM presente sul V30, ed è un vero peccato.

Se non avete la necessità di avere fino a sei numeri, probabilmente vi importerà poco e nulla. Tuttavia, il V30 può utilizzare una scheda MicroSD e continuare a utilizzare due numeri, cosa che il V30T non può fare.

L'altra delusione a livello hardware è che il V30T non supporta lo standard di decodifica video Widevine L1, ma solo L3. È da un po' di tempo che ci lamentiamo di questo problema con i telefoni cinesi ma, a quanto pare, i produttori hanno deciso che i servizi di streaming come Netflix e Disney+ limitati a soli 480p non sono un problema.

Questa decisione si pone in contrasto con la presenza della connessione 5G, ideale per lo streaming di contenuti in alta risoluzione.

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)
  • Hardware: 4/5

Doogee V30T fotocamera

  • Sensore principale da 108MP
  • Lente grandangolare, macro e notturna

Doogee V30T

(Image credit: Mark Pickavance)

Il Doogee V30T ha un comparto fotografico composto da 4 sensori:

  • Comparto fotografico posteriore: 108MP Samsung S5KHM2, 16 MP OmniVision OV16B10 (Ultra-Wide), 20MP Sony IMX350 (Night Vision)
    Selfie camera: 32MP SONY IMX616 (Wide)

Il sensore principale Samsung S5KHM2 da 108MP consente di ottenere scatti estremamente definiti con una risoluzione pari a 12000 x 8992 pixel, ma solo in modalità istantanea. Se si scelgono le modalità di scatto Pro la risoluzione si riduce a 12MP offrendo risultati eccezionali date le dimensioni del sensore e la quantità di luce che riesce a catturare. Tuttavia, sarebbe bello poter ottenere una risoluzione maggiore senza sacrificare le opzioni di scatto.

Tra gli aspetti positivi troviamo la possibilità di catturare video in 4K, ma non c'è controllo sugli FPS e non si possono girare video in slow motion.
Nel complesso una buona fotocamera che a causa dei limiti software non riesce a sfruttare a pieno la qualità del sensore Samsung S5KHM2.

Scatti di prova

  • Fotocamera: 4/5

Doogee V30T: prestazioni

  • Prestazioni complessivamente buone
  • GPU potente
  • Ottima autonomia
Benchmark

Ecco come si è comportato il Doogee V30T nella nostra suite di test di benchmark:

Geekbench: 810 (single-core); 2176 (multi-core); 2628 (OpenCL)
PCMark (Work 3.0): 9979
Passmark: 10737
Passmark CPU: 4681
3DMark Slingshot: 5372(OGL)
3DMark Slingshot Extreme: 4193 (OGL); 3983(Vulkan)
3DMark Wild Life: 2297

Le prestazioni offerte dal V30T sono eccezionali per il prezzo e la tipologia di smartphone. Si tratta di uno dei primi modelli rugged testati dalla redazione di Techradar in grado di reggere il confronto con i medio gamma "tradizionali".

Lo smartphone si rivela particolarmente capace nei test che interessano la GPU, come 3DMark e GeekBench. Per fare un confronto con altre architetture, il Dimensity 1080 si avvicina al Qualcomm Snapdragon 778G, ma in alcuni test rimane indietro rispetto a quest'ultimo. È migliore dello Snapdragon 768G e del Kirin 985, ma leggermente inferiore al Samsung Exynos 9820.

Nel complesso le prestazioni sono buone anche grazie a un'abbondante quantità di RAM (12GB) e a un generoso spazio di archiviazione (256GB espandibili).

  • Prestazioni: 5/5

Doogee V30 batteria

  • Batteria capiente
  • Ricarica rapida da 66W 
  • Ricarica Qi da 15W

La batteria di questo telefono ha una capacità di 10800 mAh, circa il doppio rispetto a quella di molti smartphone tradizionali.

Doogee sostiene che il V30T (come il V3) sia in grado di durare più di tre giorni di utilizzo ordinario prima di richiedere una ricarica.

Il caricatore da 66W fornito con il dispositivo è in grado di portare la batteria al 50% in circa 30 minuti, mentre occorrono quattro ore per raggiungere questo livello utilizzando il caricatore wireless da 15W.

Di certo una batteria cosi grande ha un costo in termini di peso e dimensioni complessive, anche se in effetti il V30T è nella media per essere un rugged.

Ci sono smartphone di questa tipologia che hanno batterie molto più capienti ma a nostro avviso il V30T offre un buon rapporto tra durata della batteria e peso/dimensioni.

  • Batteria: 4/5

Doogee V30T in Gold

(Image credit: Mark Pickavance)

Il V30T è senza dubbio il migliore smartphone Doogee che abbiamo provato finora insieme al V30.Il SoC migliorato è un passo avanti, ma ha la stessa eccellente fotocamera, durata della batteria e comunicazioni 5G del modello base.

Manca però la caratteristica principale di quest'ultimo, ovvero la eSIM che ci aspettiamo di vedere su un numero crescente di modelli nel 2023.

Non è facile decretare un vincitore assoluto tra i due Doogee, ma se non avete bisogno della eSIM il V30T ha diversi vantaggi rispetto al V30 e se la gioca con i migliori smartphone rugged in termini di resistenza, componenti hardware e fotocamera.

Doogee V30 punteggi

Swipe to scroll horizontally
AttributiNoteeVoto
PrezzoOttimo rapporto qualità/prezzo 5/5
DesignSpesso e pesante, ma facile da maneggiare e da usare.4/5
HardwareProcessore potente, connettività 5G, fotocamera da 108MP. Peccato manchi la eSIM4/5
PrestazioniGPU veloce, affidabile ed efficiente dal punto di vista energetico5/5
FotocameraFoto da 108 MP, video 4K ma solo 30 fps a qualsiasi risoluzione4/5
BatteriaLa batteria di buone dimensioni offre un'ampia autonomia ed è presenta la ricarica rapida con il caricabatterie in dotazione. 4/5
Valutazione complessivaUn telefono rugged con specifiche premium a un prezzo incredibile4/5

Dovreste acquistare Doogee V30T?

Compratelo se...

Volete un rugged con una buona fotocamera

Il sensore di questo telefono è in grado di scattare foto e video eccellenti, anche se con qualche limitazione.

Volete uno smartphone super resistente

È impermeabile, resistente alla polvere, può sopportare immersioni e urti. Non c'è niente che questo telefono non possa affrontare.

Non compratelo se...

Odiate i telefoni grandi

Con uno schermo così grande e una batteria da oltre 10.800 mAh, il V30T è senza dubbio un bel padellone.

Volete la eSIM

Se cercate questa funzionalità dovrete scegliere la variante V30 standard.

Guardate spesso film e serie TV dal telefono

La mancanza del codec Widevine L1 riduce la maggior parte dei contenuti in streaming a 480p, quindi anche se ha uno schermo di buona qualità e ad alta risoluzione non è adatto da usare per Netflix o Disney+.

Considerate anche

Image

Doogee V30

Può sembrare sciocco dirlo, ma il V30 originale è un'opzione eccellente e costa leggermente meno. Vanta lo stesso sensore da 108 MP e un potente SoC Dimensity 900 che lo rendono un ottimo rugged.

La funzione eSIM consente di avere più di due numeri di telefono e manca sul V30T.

Image

Doogee V Max

Costruito attorno allo stesso SoC, il Doogee V Max fa sembrare il V30T piccolo, anche se non lo è.

Il V Max è più costoso e ha una batteria da 22000 mAh. Se per non vi interessano le dimensioni eccessive questo smartphone è potente e ha un'autonomia assurda.

Image

Ulefone Armor 15

Un design accattivante con un alloggiamento segreto per contenere e caricare le cuffie Bluetooth incluse. Purtroppo non offre video in 4K e ha una batteria più piccola, ma costa meno del V30T.


Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.

Con il supporto di