Skip to main content

Samsung conferma: profitti in calo del 60%

(Image credit: TechRadar)

Samsung è convinta che nella seconda metà del 2019 ci sarà un'inversione di tendenza, ma come ci si attendeva ha fatto sapere che nel primo trimestre i profitti sono scesi del 60%. 

L'azienda aveva avvisato in anticipo gli investitori riguardo al fatto che i risultati non avrebbero soddisfatto le aspettative di mercato, e ora ha confermato profitti in calo di 4,7 miliardi di euro nel primo trimestre, con un fatturato in calo del 13,5% a 40 miliardi di euro circa. 

Il declino è stato attribuito a un rallentamento nella vendita di smartphone, al calo di prezzo dei chip di memoria e a minori richieste per i pannelli degli schermi.

I profitti di Samsung

L'Unità Semiconduttori di Samsung ha visto i profitti operativi scendere del 64$ a 3,1 miliardi di euro circa, mentre la divisione Display ha fatto segnare una perdita di circa 430 milioni di euro. La sezione Mobile (smartphone) è scesa del 40% a 1,76 miliardi di euro. Le buone vendite del top di gamma Galaxy S10 non sono bastate a compensare le perdite nella fascia media.

Oltre ad essere il primo produttore mondiale di smartphone, Samsung è anche uno tra i principali fornitori dei suoi concorrenti - compresa la rivale Apple - che contano sull'azienda sudcoreana per i componenti. Ciò significa che Samsung è particolarmente sensibile a una mancata crescita del mercato. 

Samsung era abbastanza preoccupata da pubblicare un avviso preventivo, un passo senza precedenti, per dare notizie il più velocemente possibile si propri shareholders. 

In ogni caso, ora prevede una risalita nella seconda metà del 2019, sostenuta da un rialzo nei prezzi della memoria e da una rinnovata domanda dal settore data center. Spera anche che i nuovi dispositivi della serie Galaxy A e Galaxy Note faranno lievitare le vendite di smartphone. 

Anche il 5G è un'area di possibile crescita: Samsung spera che i dispositivi compatibili porteranno a maggiori vendite, che si tratti dei propri o di quelli concorrenti ma con i loro chip all'interno. Il gigante sudcoreano punta anche a una maggiore quota nel settore networking, e ha beneficiato dall'arrivo del 5G nel proprio paese d'origine. 

Samsung ha detto che che vede un volano di crescita negli smartphone flessibili - sia per la divisione display sia per gli smartphone. Il Galaxy Fold, tuttavia, ha generato molto rumore mediatico alla presentazione ma ha avuto anche problemi tecnici che hanno portato a ritardi nella commercializzazione.