Google Chrome Remote Desktop, assistenza remota per tutti

Immagine: Google
(Image credit: Image credit: Google)

Le applicazioni per il desktop in remoto sono diventate sempre più diffuse, visto che possono essere usate per fornire assitenza a distanza. Con l'uscita di Chrome 75, Google rende questa operazione ancora più semplice.  

L'azienda, infatti, ha recentemente annunciato che Chrome Remote Desktop non è più in fase beta e adesso la funzionalità di assistenza in remoto del servizio è disponibile sul web.

In pratica, gli utenti possono andare sul nuovo sito  e dare o ricevere assistenza tramite internet senza dover installare l'estensione Chrome Remote Desktop sul proprio browser. 

Cliddando su "richiedi supporto", verrà generato un codice d'accesso che l'utente che fornirà assistenza dovrà inserire nel proprio browser. Una volta fatta questa operazione, l'utente che fornisce assistenza avrà la possibilità di interagire con il computer dell'altro utente, direttamente dalla finestra del browser. 

Accesso da remoto

Se l'assistenza da remoto adesso è disponibile direttamente via browser, per l'accesso da remoto gli utenti dovranno ancora scaricare e installare la app Chrome Remote Desktop sui propri dispositivi. 

Il nuovo portale web non è pensato per sostituire la vecchia app, ma semplicemente è un modo per consentire agli utenti meno a proprio agio con la tecnologia di ricevere rapidamente aiuto e supporto tecnico da un amico, un familiare o un collega più esperto.  

Le applicazioni per l'accesso al desktop da remoto possono essere piuttosto costose, molte infatti richiedono un abbonamento mensile per accedere ai propri servizi. Google, però, non vuole competere con programmi come TeamViewer o LogMeIn Pro, usati dai responsabili IT e dalle imprese che vogliono accedere ai propri PC di lavoro a distanza.  

Google, piuttosto, vuole fornire ai propri utenti la possibilità di ricevere assistenza dai propri amici in maniera rapida, senza dover installare e configurare altri programmi. 

Via 9To5Google