Skip to main content

Intel acquisisce Habana Labs per 2 miliardi di dollari

Intel logo
(Image credit: Shutterstock)

Intel ha annunciato di aver acquisito il produttore di chip israeliano Habana Labs per circa 2 miliardi di dollari al fine di espandere ulteriormente i propri servizi basati sull’intelligenza artificiale.

Habana Labs progetta acceleratori per il deep learning nei data center e Intel sfrutterà le sue tecnologie per espandere il proprio portfolio e rafforzare la sua posizione in questo mercato.

Navin Shenoy, vicepresidente esecutivo e direttore generale del Data Platforms Group di Intel, ha pubblicato un comunicato stampa in merito all'acquisizione di Habana Labs e dei progressi che porteranno i nuovi brevetti: "Questa acquisizione farà progredire più rapidamente i nostri prodotti basati sull’intelligenza artificiale e potremo fornire ai nostri clienti soluzioni per qualunque necessità, dalle infrastrutture di edge computing ai data center. Nello specifico adesso disponiamo di acceleratori ad alte prestazioni con cui allenare l’IA e di un efficiente ambiente di programmazione". 

Acquisizione di Habana Labs 

I prodotti principali di Habana Labs sono i processori per l’allenamento di reti, nello specifico il processore di intelligenza artificiale Gaudi e il processore per l’inferenza dell’IA Goya, progettati per i carichi di lavoro dell'intelligenza artificiale e per il machine learning.

Attualmente Gaudi è in fase di test presso alcuni clienti hyperscale e dovrebbe quadruplicare la velocità effettiva nei sistemi di addestramento dei data center. Il processore Goya invece è già disponibile in commercio e viene usato per migliorare le prestazioni di inferenza, inclusi throughput e latenza in tempo reale.

Recentemente Intel ha investito molte risorse per espandere il proprio portfolio di prodotti hardware per l’IA e i servizi basati su quest’ultima per cloud, edge computing e data center. 

Il mercato dell’intelligenza artificiale porta già 3,5 miliardi di dollari all’anno nelle casse di Intel, ma l’azienda ritiene che le sue competenze consentiranno ad Habana di aumentare il proprio giro d’affari e allo stesso tempo accelerare lo sviluppo delle sue GPU.

Una volta che l’accordo avrà ricevuto l’approvazione regolamentare Habana Labs continuerà a operare in modo indipendente e con il suo attuale team, ora però ogni mossa viene pianificata con il Data Center Group di Intel.

Via ZDNet