Skip to main content

Recensione Blackview BV9800 Pro

Un altro smartphone con la fantastica visione termica “Predator”

Hero
Editor's Choice
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Blackview BV9800 Pro segna un momento storico nel mercato degli smartphone grazie all'imaging termico: Predator Vision adesso è infatti disponibile su un dispositivo di fascia media. Solo per questo, abbiamo assegnato a BV9800 Pro il nostro ambito premio Best-in-class.

Pro

  • Jack per le cuffie
  • Ricarica wireless
  • Walkie-talkie
  • FLIR funge anche da fotocamera notturna
  • Blaster IR
  • Fotocamera Sony da 48 megapixel
  • App di traduzione gratuita
  • Autonomia

Blackview, uno dei più importanti venditori di smartphone rugged, ha annunciato l'uscita di un nuovo dispositivo rugged 5G per il 2020, che potrebbe presentare al MWC di Barcellona e sarà probabilmente chiamato BV10000.

L’azienda ha lanciato il BV9700 Pro, un top di gamma, solo pochi mesi fa e ora ha tirato fuori il classico “coniglio dal cilindro” con BV9800 Pro. È, infatti, uno smartphone rivoluzionario dato che è il primo dotato di termocamera, all'infuori dei dispositivi CAT.

(Image credit: Future)

Design

Non c'è molto da dire sul design di BV9800 Pro, se non che è leggermente differente rispetto ai modelli della sua categoria. È uno smartphone "robusto" con una struttura in metallo, bordi arrotondati rinforzati e molta gomma/plastica strutturata per proteggere dagli urti e migliorare la presa. Vanta, inoltre, le certificazioni IP68/IP69K e MIL-STD-810G.  

(Image credit: Future)

I 322 grammi sono in parte dovuti all'elettronica aggiunta per la funzione di imaging termico e in parte a causa della super batteria. Le dimensioni sono 168 x 81 x 14,8 mm per cui non dovreste avere problemi a tenerlo in tasca.

Un notch a goccia ospita la fotocamera frontale da 16 megapixel, mentre quella posteriore è dotata di un obiettivo da 48 megapixel abbinato al sensore FLIR Lepton coadiuvato da un sensore da 5 megapixel. 

(Image credit: Future)

Vale la pena notare che, a differenza del CAT S61, Blackview è riuscito a integrare l'ottica di imaging termico nel corpo del dispositivo. Infatti S61 monta tale sensore all'esterno della scocca posteriore.

Il bordo inferiore ospita una presa USB-C, un sensore per le impronte digitali e lo slot per la SIM. Il pulsante di accensione è situato sul bordo destro, mentre su quello opposto troviamo un pulsante personalizzabile e il tasto del volume.

(Image credit: Future)

Il sensore IR e la presa per le cuffie si trovano nella parte superiore di BV9800 e sono protetti da un lembo. 

(Image credit: Future)

Prestazioni 

Specifiche

Il modello di Blackview 9800 Pro che abbiamo testato è così equipaggiato:

CPU: Helio P70
GPU: Mali G72 MP3
RAM: 6 GB
Memoria: 128 GB
Dimensioni dello schermo: 6,3 pollici
Risoluzione: 1080 x 2340
Peso: 322 g
Dimensioni: 1489 mm x 80 mm x 15 mm
Fotocamera posteriore: 8 MP con doppio LED e doppia fotocamera posteriore AF
Fotocamera frontale: 16MP
Sistema operativo: Android 9
Batteria: 6,580 mAh

Purtroppo il sensore di imaging termico ha aumentato il prezzo finale del dispositivo e Blackview ha optato per componenti meno costose; il Soc è Helio P70, anziché il P90 presente nei dispositivi di fascia alta. Monta 6 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria integrata. Il top di gamma invece è equipaggiato con 8 GB di RAM e 256 GB di spazio d'archiviazione.

Blackview BV9800/Pro vanta un display IPS da 6,3 pollici e 1080 x 2340 pixel migliorato da uno strato oleorepellente. La batteria ha una capacità di 6.580 mAh, supporta la connessione Wifi 802.11 ac e il Bluetooth 4.1, la visione a infrarossi, funziona come walkie-talkie e supporta i pagamenti NFC.

Il sistema operativo è la versione stock di Android 9, dulcis in fundo vanta anche la ricarica wireless anche se la confezione è priva di di un caricabatterie di questo tipo, però ne viene fornito uno per la ricarica rapida.

(Image credit: Future)

Nel sistema operativo non c'è quasi nessun bloatware. L'onnipresente cassetta degli attrezzi (che può essere trovata su quasi tutti gli smartphone rugged) include una fotocamera notturna grazie alle capacità di rilevamento termico del sensore FLIR Lepton. 

Vale anche la pena menzionare un'app gratuita di traduzione che offre una vasta gamma di lingue e la possibilità di effettuare traduzioni in tempo reale. 

Concorrenza

Benchmark

Ecco come si è comportato il Blackview BV9800 Pro nella nostra suite di test benchmark:

Geekbench: 301 (single core); 1447 (multi core); 1247 (calcolo)
PCMark (Work 2.0): 8068
Passmark: 9575
CPU Passmark: 161068
Androbench (sequenziale): 298.18 (lettura sequenziale); 243.53 (scrittura sequenziale)
Androbench (casuale): 104,93 (lettura casuale); 21,58 (scrittura casuale)
Fionda 3DMark: 1401
3DMark Slingshot Extreme: 1277
3DMark IceStorm: 20019
HWBot Prime: 5913

L'unico altro smartphone FLIR sul mercato è il Cat S61 ma costa circa 942 euro, il doppio di BV9800 Pro. Monta il Soc Qualcomm Snapdragon 660, vecchio ma adeguato a questa classe di dispositivi, e 4 GB di RAM.

Monta tuttavia di un sensore per il rilevamento della qualità dell'aria uno strumento laser per la misurazione della distanza. Oh, ed è stato il primo smartphone rugged che abbiamo recensito a guadagnarsi 5/5 stelle.Tutti gli altri modelli di alta qualità che abbiamo recensito come AGM X3 o Doogee S95 Pro non hanno funzionalità FLIR. 

È possibile aggiungere funzionalità di imaging termico tramite un adattatore FLIR ma (a) è costoso (b) si romperà se cade. La versione standard di BV9800 costa $400 e sostituisce il sensore FLIR con un'ottica grandangolare da 16 megapixel.

Conclusioni 

BV9800 Pro è l'unica vera soluzione se si desidera un dispositivo FLIR/imaging termico; comprare il sensore a parte è una notevole spesa e non è comodo quanto averlo montato direttamente nella scocca.

È uno smartphone di fascia media con alcune chicche come l'obiettivo principale Sony da 48 megapixel, IR Blaster, un'enorme batteria, la funzione walkie-talkie e la ricarica wireless. Può migliorare? Si, ci piacerebbe vedere in futuro FLIR come parte integrante dei modelli di punta. Vorremmo anche vedere funzioni più avanzate come un sensore VOC e la misurazione laser, entrambe disponibili su CAT S61, integrate a fianco della termografia.

In parole povere, desideriamo che BV10000 sia lo smartphone all-in-one ideale per operai e coloro che operano in ambienti difficili. Tutto sommato, BV9800 Pro è uno smartphone fantastico che mostra la qualità raggiunta negli ultimi quattro annidai produttori cinesi con i dispositivi rugged al punto che questo dispositivo si è guadagnato il nostro premio best-in-class.