Skip to main content

Intel Comet Lake-S, i processori di decima generazione potrebbero subire ritardi

(Image credit: Future)

I processori desktop Comet Lake-S di Intel di decima generazione potrebbero subire ritardi.

Sebbene l’azienda debba ancora rilasciare una data di uscita ufficiale per le sue prossime CPU desktop, è stato ampiamente ipotizzato che i nuovi chip sarebbero arrivati ad aprile o maggio di quest'anno. 

Tuttavia, la slide di una presunta presentazione interna condivisa con i dipendenti tramite il sito web cinese Uniokoshardware, sembra suggerire un rinvio. 

La diapositiva trapelata rivela quella che potrebbe essere la nuova data di uscita dei nuovi chip, che è prevista tra il 13 aprile e il 26 giugno.

Intel probabilmente non sa ancora quando ha intenzione di presentare ufficialmente i nuovi chip, il che significa che potremmo aspettare fino alla fine di giugno per iniziare a vedere qualcosa di ufficiale.

L'anno dei ritardi 

Un tale ritardo non sarebbe una sorpresa. L'epidemia del nuovo coronavirus sta causando problemi nelle catene di approvvigionamento. Molti produttori hanno ridotto la propria produzione o l’hanno sospesa completamente, poiché i dipendenti sono costretti a rimanere a casa a causa del rischio di infezione. 

Secondo il sito Tom's Hardware, non avrebbe senso per Intel presentare le nuove CPU se i suoi partner non fossero in grado di produrre le schede madri compatibili.

Tuttavia, alcuni ipotizzano che Intel potrebbe ancora presentare i nuovi processori il 13 aprile per poi farli debuttare nei successivi due mesi. Altri invece credono che l’azienda si riferisca semplicemente alle date di uscita delle differenti serie, K e KF.

Le CPU Comet Lake-S, che continueranno a basarsi sul processo a 14 nm, offriranno un numero di core e velocità di clock più elevati rispetto agli attuali chip desktop di Intel. 

Secondo questa indiscrezione, il Core i9-10900K sarà il chip più potente della serie e sostituirà l'attuale i9-9900K. Dovrebbe essere caratterizzato da 10 core, 20 thread e da un TDP da 125 W, mentre la frequenza base dovrebbe essere di 3,7 GHz, con il Turbo Boost che dovrebbe spingerla fino a 5,1 GHz.

Successivamente arriverà il Core i7-10700K, un chip con 8 core e 16 thread, il Core i5-10600K con 6 core e 12 thread e il Core i3-10320 con 4 core e 8 thread.

Il sito Unikoshardware ha condiviso anche un'immagine del Core i5-10400, secondo la quale questo modello dovrebbe essere caratterizzato da 6 core e 12 thread, con una velocità di clock di base di 2,9 GHz e una frequenza turbo di 4,3 GHz.