Skip to main content

Windows 10, i tester ora possono parlare con il proprio PC

Cortana in Windows 10
(Image credit: Shutterstock)

La nuova build di Windows 10 abilita le capacità di conversazione di Cortana in diverse regioni del mondo. In precedenza, questa funzione era disponibile solo per i tester statunitensi, ma con la nuova build 19613 introdotta per gli utenti del fast ring, Microsoft l’ha implementato anche in Australia, Regno Unito, in alcuni Stati europei (Francia, Germania, Italia e Spagna) e in altre parti del mondo (Brasile, Canada, India, Giappone, Messico). 

L'aggiornamento per l'app Cortana abilita le funzioni Bing Answers e Assistant Conversations nei suddetti Paesi. In un post sul blog, Microsoft ha spiegato che è ora possibile porre numerose domande all'assistente vocale, come per esempio "Cosa puoi fare?" e "Che tempo fa?", nonché fare brevi conversioni, impostare promemoria e così via, con un approccio molto naturale. 

Questa nuova funzionalità sarà abilitata progressivamente tra i tester, quindi, pur scaricando la build 19613, potreste non essere in grado di utilizzarla subito. L'aggiornamento sarà definitivo con la versione dell’app Cortana 2.2004.1706.0. 

Patch minori

Questa è la principale novità della nuova anteprima. Ovviamente verranno apportati anche i soliti miglioramenti secondari, tra cui una patch per la corretta visualizzazione delle icone nella barra delle applicazioni.

Detto questo, Microsoft ha grandi progetti per Cortana, infatti l'imminente aggiornamento Windows 10 May 2020, trasformerà quest’ultima in un "assistente di produttività personale".

Il colosso di Redmond vuole trasformare Cortana in una sorta di segretaria personale, piuttosto che competere con gli assistenti digitali della concorrenza (Amazon Alexa, Siri, Google Assistant). Si vocifera che Cortana verrà ribattezzata Microsoft 365 Assistant, in futuro, per riflettere il suo nuovo focus sulla produttività.