Skip to main content

iPhone 12, nuovo record di vendite nel Q2 2021

Tim Cook
(Image credit: Apple)

Apple festeggia gli incassi del secondo trimestre 2021, periodo durante il quale ha guadagnando ben 89,6 miliardi di dollari, il 54% in più rispetto al Q2 2020. I risultati sono stati resi pubblici con un report che indica nel dettaglio i guadagni dell'azienda nel Q2 2021. 

I dati indicano un incremento delle vendite in tutte le categorie, anche se a fare la differenza sono gli incassi derivanti dagli iPhone, che come indicato hanno raggiunto 47 miliardi di dollari nel Q2 2021, un bel passo in avanti rispetto ai 28 miliardi guadagnati lo scorso anno nello stesso periodo

Durante l'ultima chiamata con gli investitori, il CEO di Apple Tim Cook ha confermato che iPhone 12 standard è stato il più venduto durante tutto il trimestre, e che anche le vendite di iPhone 12 Pro sono andate molto bene. 

I Servizi hanno portato ben 16,9 miliardi di dollari nelle casse di Apple (3,6 in più rispetto ai 13,3 miliardi del Q2 2020); in crescita anche le vendite di iPad e Mac. Gli ultimi tre trimestri sono stati i migliori di sempre per i Mac, probabilmente anche grazie al fatto che milioni di persone hanno acquistato un portatile per lavorare da casa, oltre che per la sempre più ampia e diversificata offerta di prodotti Apple nel segmento mobile.

Le vendite sono salite del 35% in tutte le regioni e anche se gran parte degli incassi arrivano dagli Stati Uniti (34,3 miliardi di dollari), la crescita maggiore si è registrata in Cina con 17,7 miliardi di incassi rispetto ai 9,4 del Q2 2020. 

iPhone 11

(Image credit: Future)

Apple: a prova di pandemia?

Come di consueto Apple non ha rivelato molto sui suoi nuovi prodotti, ma si è dimostrata piuttosto ottimistica durante l'evento Apple Spring Loaded, in particolare per l'arrivo dei nuovi Mac M1 e dei recentissimi iPad Pro 2021. Dovremo attendere il Q3 2021 per comprendere a pieno l'impatto che avranno i nuovi prodotti sugli incassi dei restanti mesi del 2021, ma al momento sembra che Apple non abbia risentito affatto della pandemia.

D'altro canto Apple afferma che i prodotti wearable e audio vendono molto meglio negli store fisici, che sono ormai chiusi da circa un anno (almeno in Italia). Questo spiegherebbe il moderato aumento dei prodotti appartenenti alle categorie Wearables, Home e Accessories (che hanno fruttato 7.8 miliardi di dollari rispetto ai 6.2 miliardi dello scorso anno). Il CEO Tim Cook si è comunque dichiarato positivo sul fatto che, una volta riaperti gli store, i guadagni derivanti dai prodotti Wearables torneranno a crescere, magari grazie al nuovo Apple Watch 7.

Anche se nel complesso la situazione appare rosea, la scarsità di prodotti che ha interessato parte del 2020 e i primi mesi del 2021 costerà qualcosa anche a Apple, che prevede una perdita di crica 4 miliardi di dollari nel Q3 2021. Tuttavia, Cook ha specificato che questo fattore non ha influito sui guadagni del Q2 2021.

Il CEO ha infine dichiarato che Apple è pronta a investire 430 miliardi di dollari per progetti su scala nazionale, in parte destinati alla creazione di un campus in North Carolina e allo sviluppo dell'infrastruttura 5G.