Skip to main content

Intel Core i9-11900K va peggio su Linux che su Windows 10

CPU Intel i9-11900K
(Image credit: Intel)

La CPU Core i9-11900K di Intel sembra essere più lenta su una serie di benchmark su Linux, rispetto alle prestazioni raggiunte su Windows 10, che è praticamente l'opposto di ciò che succede di solito.

Gli esperti di Linux di Phoronix.com hanno testato la CPU Intel di punta della serie Rocket Lake (e la GPU Xe integrata) sulla stessa macchina con configurazione di stock, prima su un'installazione pulita di Windows 10 Pro (versione 19042 con tutti gli ultimi aggiornamenti) e poi su Ubuntu 20.10 (anche qui su una versione aggiornata, con kernel Linux 5.12 Git e Mesa 21.0 per il supporto alle ultime GPU Xe).

I vari benchmark utilizzati includevano Blender 2.92, in cui l'installazione di Windows 10 risultava il 17% veloce di Ubuntu in nel test BMW27, e la compressione Zstd in cui il sistema operativo Microsoft è stato leggermente più rapido (anche se Ubuntu si è rivelato più veloce in decompressione). Anche nel benchmark Crafty 25.2 Windows 10 ha superato la distro Linux del 13%.

In ogni caso le differenze non erano marcatissime e, come potete immaginare, Ubuntu si è rivelata più veloce in alcuni test. In ogni caso, nel complesso, Microsoft ha "vinto la sfida", dato che il suo sistema operativo ha superato la controparte open source nel 62% dei risultati.

Merito di Intel o Microsoft?

Si tratta di un risultato in un certo senso sorprendente, dato che di solito è Linux a performare meglio nella maggior parte di queste situazioni con i chip Intel.

Phoronix osserva che non è chiaro il motivo per cui questi test abbiano dato tali risultati, ma un'ipotesi è che Intel abbia affinato parecchio la serie Rocket Lake con gli ultimi driver, per renderla particolarmente efficiente su Windows 10 oppure, in alternativa, il chip di 11a generazione ha bisogno ancora di qualche ritocco lato driver o software su Linux.

In ogni caso, potrebbe essere merito di Intel, oppure Microsoft ha apportato delle migliorie lato software di cui la CPU Core i9-11900K ha beneficiato in occasione dei test. Phoronix afferma che condurrà ulteriori benchmark comparativi per approfondire la questione e capire meglio il motivo di tali risultati.

Per quanto riguarda la GPU Xe integrata, i cui risultati sono indicati come preliminari, Windows 10 ha performato leggermente meglio con i benchmark di Unigine.

Se avete letto la nostra recensione della CPU Core i9-11900K, saprete già quanto ci ha deluso questo processore da parecchi punti di vista, fra cui le prestazioni in multi-thread, il consumi energetici e così via. 

Intel si dimostra ancora una volta in difficoltà nella gestione di chip ancora fermi a 14 nm (anche se si tratta di un backport da 10 a 14 nm), soprattutto sulla fascia alta.

Fonte: Tom’s Hardware