Skip to main content

Un potente rivale di Intel e AMD sta per lanciarsi nella mischia

(Image credit: Shutterstock / Pawarun Chitchirachan)

L'annuncio del Graviton2 di Amazon è stato capace di far drizzare le orecchie ad AMD e Intel: Amazon è, in fin dei conti, un cliente per entrambe le aziende. Adesso, le due società avranno un ulteriore motivo di preoccupazione.

La società parigina SiPearl ha recentemente annunciato di aver firmato un importante accordo con il gigante dei semiconduttori ARM. La società francese utilizzerà ARM IP (CPU Zeus Neoverse) per sviluppare delle nuove CPU. Si chiameranno: Rhea e Chronos. Ad esse si aggiungerà un ulteriore modello che per il momento non ha nome.

La società è supportata dalla Commissione europea nell'ambito del progetto EPI (European Processor Initiative), che mira a progettare un microprocessore ad alte prestazioni e basso consumo per il primo supercomputer exascalare di fattura europea.

L’azienda dovrebbe introdurre tre generazioni di processori in quattro anni, una timeline che nel momento sembra essere piuttosto ambiziosa. L’attività di SiPearl sarà fortemente dipendente dalla tecnologia di altre due società francesi: Kalray e Menta.

Sebbene SiPearl, per il prossimo futuro, non produrrà alcun prodotto dedicato agli utenti finali, la sua tabella di marcia indica un POC automobilistico (power over Coax?) e un'unità centrale di elaborazione per il settore automotive, la quale potrebbe già essere all'orizzonte.

Quindi, mentre SiPearl non entrerà ancora in competizione con Altra di Ampere, con la famiglia Epyc di AMD o con la gamma Xeon di Intel, rimane certamente uno di player più e rappresentativi di un’Europa che lotta per costruire un'unità HPC in grado di tenere testa ai giganti del silicio.