Skip to main content

Dell vuole rendere lo smart working permanente per i propri dipendenti

Dell Latitude 5300 2-in-1
(Image credit: Dell )

Michael Dell, CEO di Dell Technologies, ha annunciato che l’azienda chiederà alla maggior parte dei suoi dipendenti di continuare a lavorare da casa, anche dopo la pandemia di coronavirus.

La dichiarazione arriva dopo la decisione di numerose aziende di attenuare le norme, consentendo ai dipendenti di lavorare in remoto per un periodo più lungo come parte della pianificazione aziendale.

Dell aveva già oltre il 24% del proprio team che lavorava in remoto da oltre un decennio e  l’azienda vorrebbe che più persone continuassero a lavorare da remoto anche dopo le restrizioni per contenere la pandemia.

Lavoro a distanza 

Dell ha dichiarato: "Se lavorassimo da casa per un lungo periodo di tempo, dovremo fare qualcosa di diverso. Se eravate scettici sullo smart working, forse ora non lo siete più. Crediamo che tutti abbiano imparato molto negli ultimi mesi e questa situazione potrebbe creare nuove opportunità”.

Dell sottolinea inoltre che la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dovuta al minor numero di automobili sulle strade e all'aumento della produttività. Secondo l’azienda, quest’ultima potrebbe essere collegata alle persone che non sono in grado di trascorrere del tempo in attività ricreative, come guardare film al cinema, cenare fuori con amici o visitare parchi di divertimento.

Oltre a Dell, anche Twitter ha esteso il supporto al lavoro remoto per preservare la sicurezza e la salute dei suoi dipendenti ai quali ha detto di poter continuare a lavorare da casa per sempre, dato che il loro ruolo consente di farlo.

L’azienda ha annunciato che il suo ufficio rimarrà chiuso fino a settembre, ma ha chiarito che nel caso in cui le persone volessero andare sul posto di lavoro una volta riaperto, sono benvenute, anche se la decisione sarà a discrezione dei singoli dipendenti.

Fonte: CRN