Skip to main content

Apple AirTag in arrivo? Un importante aggiornamento sembra confermarlo

App Dov'è
(Image credit: Apple)

Fino a poco tempo fa, Apple limitava la funzione Dov'è esclusivamente alla ricerca dei dispositivi prodotti dall'azienda, in parte per motivi di sicurezza e privacy. L'app analizza la rete degli iPhone e degli altri prodotti Apple in circolazione. Tuttavia, l'azienda si apre agli accessori di terzi, inclusi i piccoli dispositivi di localizzazione, riaccendendo le speranze di vedere arrivare gli Apple AirTag.

Adesso i produttori di dispositivi non appartenenti a Apple possono integrarsi nella rete di dispositivi dell'app Dov'è, a condizione di rispettare le procedure di protezione della privacy della rete, come ha spiegato Apple tramite comunicato stampa (opens in new tab). Ancora più importante, possibile anche aggiungere prodotti preesistenti, infatti tutti i dispositivi compatibili possono essere accompagnati da un badge che indica la compatibilità con la funzione Dov'è di Apple.

L'azienda, inoltre, sta preparando la documentazione destinata a illustrare ai produttori di chipset le modalità di gestione della tecnologia per il segnale della banda ultra-larga nei dispositivi Apple dotati di chip U1 per un rilevamento direzionale più efficiente.

I primi prodotti a essere inclusi nella rete Dov'è sono tre dispositivi di prossima uscita: gli auricolari true wireless Soundform Freedom di Belkin, il dispositivo di localizzazione Chipolo One Spot utile per ritrovare gli oggetti e l'ultima generazione di bici elettriche S3 e X3 di VanMoof.

Naturalmente, l'espansione della funzionalità Dov'è sembra suggerire in modo naturale l'arrivo dei tanto discussi AirTag.

Dov'è e i nuovi localizzatori di oggetti

Secondo le indiscrezioni, Apple sta sviluppando i propri localizzatori da anni e, nel tempo, si sono susseguiti vari leak sul loro arrivo. 

Già nel codice di iOS 13 e iOS 14 c'erano degli indizi che puntavano ad accessori in grado di funzionare con i chip U1 nei nuovi iPhone con tecnologia per la banda ultra-larga.

Ed è interessante notare come Apple stia aprendo la rete della funzione Dov'è ad accessori di terzi, inclusi i piccoli dispositivi di tracciamento che servono a ritrovare gli oggetti a cui vengono fissati in caso di smarrimento. Forse, l'azienda vuole aumentare l'adozione della rete (ed espanderla con nuovi dispositivi) prima di introdurre un nuovo prodotto a marchio Apple.

In ogni caso, non ci resta che attendere per vedere quando o se l'azienda annuncerà finalmente i tanto discussi AirTag.

David is now a mobile reporter at Cnet. Formerly Mobile Editor, US for TechRadar, he covered phones, tablets, and wearables. He still thinks the iPhone 4 is the best-looking smartphone ever made. He's most interested in technology, gaming and culture – and where they overlap and change our lives. His current beat explores how our on-the-go existence is affected by new gadgets, carrier coverage expansions, and corporate strategy shifts.