Skip to main content

Samsung, svolta green: niente più plastica negli imballaggi entro il 2025

Samsung has committed itself to green goals
(Image credit: Samsung)

Durante il Samsung Unpacked, l’evento online del colosso coreano tenutosi l’11 agosto, l’azienda ha svelato nuovi smartphone (Samsung Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Flip 3), nuovi smartwatch (Galaxy Watch 4 e Galaxy Watch 4 Classic) e un nuovo paio di auricolari (Samsung Galaxy Buds 2). 

Tutto molto interessante, ma quello su cui vogliamo soffermarci in questo articolo è proprio l’annuncio finale. 

Pochi giorni dopo la presentazione dell'inquietante rapporto sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite, Samsung ha dichiarato che eliminerà completamente la plastica monouso dagli imballaggi dei prodotti mobile entro il 2025. L’azienda ha aggiunto anche che ridurrà, rimuoverà e sostituirà le risorse e i materiali più inquinanti con soluzioni eco-compatibili.

Samsung è il secondo produttore di smartphone al mondo e ogni anno spedisce decine di milioni di unità. Di conseguenza, la dichiarazione è significativa e richiederà uno sforzo non indifferente per modificare le catene produttive, rinnovare gli accordi con i partner commerciali, ecc. 

Questo potrebbe essere un punto di svolta per l'industria.

Samsung punta a un’economia green e sostenibile 

La nuova visione ecosostenibile del business mobile è stata ribattezzata "Galaxy for the planet". Samsung ha anche affermato che userà materiale riciclato in tutti i nuovi prodotti mobile entro il 2025. Gli obiettivi dell’azienda sono ridurre l'impatto ambientale e l'esaurimento delle risorse, dalla produzione allo smaltimento dei suoi prodotti Galaxy. La società intende anche ridurre il consumo energetico in standby dei caricabatterie per smartphone a 0,005 watt entro il 2025. Al momento, i suoi caricabatterie per smartphone consumano 0,02 W, in standby (quando sono collegati alla presa, ma non utilizzati). 

E non finisce qui: il colosso coreano promette anche di ridurre i rifiuti elettronici migliorando il ciclo di vita dei suoi prodotti, i processi di progettazione attraverso Galaxy Upcycling e i programmi di permuta. Samsung vuole dunque diventare protagonista nella lotta all’inquinamento e costruire un futuro migliore per noi e il pianeta. 

Stephanie Choi, manager presso Samsung Electronics ha affermato però che la lotta all’inquinamento non può esser vinta solo con il contributo di Samsung e che Apple, Xiaomi e tutti i grandi produttori mondiali dovranno adottare soluzioni simili.