Skip to main content

WhatsApp combatte la diffusione di fake news durante la pandemia da COVID-19

WhatsApp messages
(Image credit: Shutterstock)

WhatsApp è l'app di messaggistica più usata dal mondo, quindi non sorprende che allo stesso tempo sia veicolo dell’ampia diffusione di fake news.

Questo problema coinvolge da sempre tutti i social network ma durante questa pandemia globale, la disinformazione potrebbe portare alcuni utenti a comportamenti estremi. Ben consapevole della sua influenza e dei possibili rischi, WhatsApp ha preso provvedimenti per ridurre al minimo la diffusione di fake news.

Limite all'inoltro dei messaggi

(Image credit: Future)

WhatsApp ha apportato una modifica che influirà sui "messaggi inoltrati frequentemente" (messaggi inviati più di cinque volte). Gli utenti potranno inoltrare tali messaggi una sola volta, rispetto al limite precedente di cinque chat contemporaneamente.

La società spera che ciò scoraggerà la diffusione su larga scala di notizie false. Teoricamente, gli utenti possono comunque inoltrare il messaggio a più persone, ma il processo non sarà semplice come prima. I messaggi non originali continueranno a essere segnalati come tali nelle chat.

Aggiornamenti ufficiali da parte del governo

I vari governi si impegnano a trasmettere comunicati ufficiali sullo sviluppo della pandemia da COVID-19. Ad esempio, in India, stato creata un chatbot col tag, Helpdesk MyGov Corona, accessibile tramite WhatsApp, che offre contatti di emergenza, la descrizione dei sintomi, consigli sui comportamenti da tenere al fine di evitare il contagio, informazioni dei medici, ecc. Gli ultimi aggiornamenti includono anche le statistiche di suddetta pandemia, inoltre vengono condivisi avvisi ufficiali da parte delle autorità e chiarimenti su temi importanti.

È un'offerta completa, facile da consultare e mostra molte informazioni accurate. Un chatbot simile è offerto anche dall'Organizzazione mondiale della sanità, che offre una prospettiva globale sull’attuale scenario, insieme alle ultime scoperte della ricerca.

Fino al 15 aprile, potete usufruire dello Xiaomi Mi Fan Festival, un periodo di sconti su prodotti selezionati del produttore cinese. Usando il codice coupon PITMIFEST avrete diritto a uno sconto del 15% (fino a un massimo di 50 euro) sulle offerte presenti su questa pagina.


Verifica dell'autenticità dall'app

WhatsApp sta anche cercando di educare gli utenti, incoraggiandoli a controllare le informazioni ricevute come prima linea di difesa. Una funzionalità che dovrebbe essere presto implementata, consentirà agli utenti di cercare informazioni su un determinato messaggio dall'interno dell'app con un apposito pulsante. Secondo WABetaInfo, la capacità di "Cerca messaggio sul web" arriverà con la beta della build 2.20.94.

Al fianco dei messaggi inoltrati di frequente sarà disponibile questo pulsante che permetterà di aprire una finestra su Google, per verificare rapidamente tali informazioni.

Altri social media come YouTube, Instagram e Facebook hanno lavorato attivamente per contrastare la diffusione fake news nei propri feed, tuttavia ciò non è possibile su WhatsApp, poiché i messaggi sono crittografati end-to-end. Di conseguenza, i testi non possono essere visualizzati da nessun altro all’infuori di mittente e ricevente (incluso WhatsApp o un istituto di controllo di terze parti). Ciò offre un livello più di privacy superiore ma la moderazione dei contenuti è quasi impossibile.

Di questi tempi, tutti gli utenti devono essere proattivi nel condividere le giuste conoscenze e nel contrastare la disinformazione sul nascere. E questo vale anche per voi lettori, aiutate a contrastare il panico per mantenere l’ordine e porre fino a questa situazione il prima possibile.