Skip to main content

MediaTek Dimensity 820 porta il 5G dual sim sui telefoni di fascia media

(Image credit: MediaTek)

In un momento in cui gli smartphone top di gamma Android stanno crescendo esponenzialmente di prezzo per introdurre il supporto al 5G, MediaTek sta studiando un metodo per estendere la tecnologia ai dispositivi più economici. Il nuovo chipset Dimensity 820 rappresenta un grande passo avanti in quest’ottica.

Sul finire del 2019, MediaTek ha annunciato che la sua serie di processori Dimensity 820 avrebbe portato il 5G anche su modelli più economici, insieme ad una serie di migliorie sotto il punto di vista prestazionale. Con il lancio di Dimensity 820, queste funzioni si stanno estendendo anche ai telefoni di fascia media. Il modem 5G è integrato per ridurre il consumo energetico e tutti gli standard sub-6GHz utilizzati in Asia, Europa e Nord America sono supportati. 

(Image credit: MediaTek)

Si tratta di uno dei primi chipset che consentono di sfruttare l’opzione dual sim 5G, un’importante funzione che favorisce particolarmente il mercato asiatico. Dimensity 820 è anche in grado di sfruttare l'aggregazione dei vettori 2CC per garantire una migliore copertura di rete consentendo di spostarsi tra diverse aree 5G senza limitazioni.

In quanto a prestazioni, MediaTek Dimensity 820 può contare su quattro core Big Cortex A76 da 2.6GHz e quattro core Cortex A55 da 2GHz. Ad affiancare il processore c'è una GPU penta-core Mali G57 e il supporto per un massimo di 16GB di RAM LPDDR4x. La presenza di HyperEngine 2.0 è ideale per chi usa lo smartphone per giocare, riuscendo ad ottimizzare l’esperienza durante il gaming grazie a una latenza ridotta. I display supportati raggiungono il formato FHD+ (2,520 x 1,080) con una frequenza di aggiornamento fino a 120Hz.

L’APU MediaTek 3.0 si occupa delle funzioni AI che vengono utilizzate dalle fotocamere, dai software di riconoscimento facciale e via dicendo.

Rimanendo in tema fotografia, MediaTek Dimensity 820 può contare sul supporto del software ISP Imagiq 5.0, in grado di gestire fino a quattro fotocamere con risoluzione massima di 80MP o un sistema dual camera da 32+126MP simultaneamente. Per quanto riguarda i video, la risoluzione arriva raggiunge i 4K HDR, mentre la funzione MiraVision supporta il formato HDR10+ insieme e consente di convertire video SDR in formato HDR.

Xiaomi Redmi 10X sarà uno dei primi smartphone a vantare il chipset MediaTek Dimensity 820 e verrà presentato in anteprima per il mercato cinese il prossimo 26 maggio.