iPhone, nel futuro il logo Apple sarà illuminato?

iPhone 11
(Immagine:: Future)
Audio player loading…

I futuri iPhone potrebbero avere un sistema di illuminazione nella parte posteriore, o almeno questo è quanto si può intuire da un brevetto registrato dall'azienda. Potrebbe essere il logo dell'azienda che si illumina, con una luce forse legata alle notifiche. 

Il brevetto è stato individuato da AppleInsider (Si apre in una nuova scheda) e descrive "Electronic Devices with Adjustable Decoration", vale a dire dispositivi elettronici con decorazione regolabile. In sostanza, una parte del case esterno che si può controllare dal sistema operativo. 

Il brevetto (Si apre in una nuova scheda) spiega come l'illuminazione si potrebbe attivare per notifiche dal calendario, o per dare un feedback dalla fotocamera. 

Nel documento si legge anche che la tecnologia "potrebbe includere un logo", il che suggerisce che la sarà la mela morsicata a illuminarsi sui prossimi iPhone. È una possibilità di cui si vocifera da molto tempo

Luci della ribalta

Il brevetto si potrebbe applicare tranquillamente anche ad altri dispositivi, come i MacBook. I computer portatili Apple fino a qualche anno fa dopotutto avevano già il logo che si illuminava di bianco, abbandonato con il modello del 2016. 

Prima di scatenare la fantasia e pensare ad iPhone con luci RGB, però, bisogna ricordare che non tutti i brevetti si traducono in prodotto vero e proprio. Le aziende li registrano sempre, nel caso volessero usarli, ma non sempre lo fanno. 

Questo dettaglio però potrebbe essere utile per differenziare gli iPhone 2020, o iPhone 12 (se si chiamerà così) dai modelli attuali. E sarebbe senz'altro una novità interessante, se l'iPhone potesse segnalare una chiamata in arrivo illuminandosi, quando magari la suoneria è mutata. 

Tra l'altro per l'anno prossimo è lecito attendersi un nuovo design, visto che Apple non fa modifiche da due generazioni (l'iPhone 11 è praticamente identico all'iPhone XR). Si è parlato anche, tra le altre cose, di schermi a 120 Hz e (finalmente) dell'eliminazione del notch. 

David Nield
Freelance Contributor

Dave is a freelance tech journalist who has been writing about gadgets, apps and the web for more than two decades. Based out of Stockport, England, on TechRadar you'll find him covering news, features and reviews, particularly for phones, tablets and wearables. Working to ensure our breaking news coverage is the best in the business over weekends, David also has bylines at Gizmodo, T3, PopSci and a few other places besides, as well as being many years editing the likes of PC Explorer and The Hardware Handbook.