Skip to main content

APU Zen 3 per la prossima generazione di notebook AMD

(Image credit: Shutterstock)

I chip mobile AMD Ryzen 4000 (nome in codice Renoir) sono stati presentati da poco e stanno avendo un enorme impatto in termini di competitività nel mercato dei notebook, ma sono già trapelate alcune indiscrezioni in merito alle prossime APU, già conosciute con il nome in codice Cezanne.

Secondo diversi dettagli condivisi su Twitter da @rogame, un leaker che si è dimostrato molto attendibile in passato, i prossimi chip (Ryzen 5000) si preannunciano essere davvero interessanti. 

Le APU Cezanne di prossima generazione potrebbero basarsi sull’architettura Zen 3 e offrire un importante aumento di prestazioni rispetto agli attuali Ryzen 4000, che hanno già dimostrato di essere eccellenti processori. 

La grafica integrata potrebbe essere fornita da Navi 23 e basarsi su RDNA 2, ciò permetterebbe un grande balzo in avanti in termini di prestazioni sui notebook da gaming di fascia media.

Come sostiene il leaker @rogame, queste indiscrezioni sono al momento da prendere con le pinze, dal momento che la GPU integrata è al momento ancora sconosciuta. 

Un’indiscrezione di Dell 

Questa indiscrezione è supportata anche da un altro leaker su Twitter, individuato dal sito Notebookcheck, che avrebbe scoperto ulteriori dettagli pubblicati per errore su un forum di AMD. Il tweet suggerisce che Dell avrebbe già progettato notebook da 15,6 pollici che monteranno le APU Cezanne. 

Secondo @rogame, i chip Cezanne potrebbero essere pronti per affrontare gli imminenti processori Tiger Lake di Intel con grafica Xe integrata, destinati a loro volta a confrontarsi con i Ryzen 4000 mobile.

Secondo @rogame, se i notebook caratterizzati da CPU Tiger Lake iniziassero ad arrivare alla fine del 2020, le APU Cezanne di nuova generazione potrebbero essere disponibili nello stesso arco temporale di Ryzen 4000, il che significa il prossimo anno. Le APU Cezanne potrebbero essere compatibili con i pin di Ryzen 4000, quindi è probabile che i produttori di notebook non debbano cambiare l’attuale design della scheda madre e questo aiuterà a velocizzare l'arrivo di portatili con a bordo i nuovi processori.

Se queste indiscrezioni si rivelassero corrette, i chip Cezanne potrebbero rivelarsi davvero competitivi. Non è chiaro al momento come la grafica integrata RDNA 2 possa impattare sulle prestazioni nei prossimi notebook da gaming economici (per coloro che non desiderano spendere cifre alte per una GPU dedicata).

Ad ogni modo, si tratta di una prospettiva preoccupante per Intel, che ha bisogno di riconfermarsi leader nel mercato notebook, dopo aver perso terreno nel mondo desktop a favore dei Ryzen di AMD.