Skip to main content

Recensione Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi si rigetta a capofitto nella mischia…

Xiaomi Mi 10T Pro
Xiaomi Mi 10T Pro
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Xiaomi Mi 10T Pro è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità-prezzo. La fotocamera principale scatta buone foto, il processore garantisce prestazioni elevate e l’autonomia è sopra la media. Tuttavia non è perfetto: le dimensioni sono un po’ troppo generose, lo schermo non è dei migliori e la parte posteriore attira troppe impronte. Molti utenti potrebbero non fare troppo caso a questi difetti, ma Xiaomi Mi 10T Pro non è uno smartphone adatto a tutti.

Pro

  • Buona fotocamera principale
  • Sensore di impronte digitali scattante
  • Prestazioni elevate

Contro

  • Poche differenze rispetto al modello non Pro
  • Troppo grande in termini di dimensioni
  • La parte posteriore attira molte impronte

Recensione veloce 

Xiaomi Mi 10T Pro è il modello di punta della gamma Mi 10T, che comprende tre nuovi smartphone lanciati dall'azienda cinese alla fine del 2020 per completare l’offerta proposta dalla famiglia Mi 10 di inizio anno. Presentato insieme a Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Lite, Mi 10T Pro si posiziona appena al di sotto di Xiaomi Mi 10 e subito al di sopra della variante “standard'', per quanto riguarda la lineup di smartphone del produttore cinese.

Mi 10T Pro è uno smartphone in perfetto stile Xiaomi, grazie a un prezzo estremamente interessante in relazione alle specifiche proposte, tra cui spiccano una fotocamera principale ad alta risoluzione e un processore top di gamma. Xiaomi ha proposto diversi smartphone di questo tipo nel corso del 2020: basti pensare a Poco F2 Pro e Black Shark 3.

Xiaomi Mi 10T Pro ha diversi punti di forza, ma anche alcune debolezze. Il nostro consiglio è quello di avere bene in mente il tipo di utilizzo che siete soliti fare con il vostro smartphone, prima di procedere con l’acquisto.

Innanzitutto, come accade per molti smartphone Xiaomi, Mi 10T Pro ha una fotocamera principale eccellente, grazie all’ormai tipico sensore da 108 MP già visto su altri modelli dell’azienda. Si tratta di un’azione di forza per entrare nella classifica dei migliori smartphone in assoluto, con la risoluzione che assume una maggiore priorità rispetto all’intelligenza artificiale. Tuttavia, le fotocamere secondarie sono di livello inferiore.

Il processore Snapdragon 865 garantisce ottime prestazioni e consente di modificare al meglio le foto ad alta risoluzione appena scattate o ottimizzare le sessioni di gioco. Lo schermo ha una frequenza di aggiornamento di 144 Hz, ottima per il gaming, anche se pochi titoli per dispositivi mobili sono attualmente ottimizzati per questa tecnologia.

Le note positive non sono affatto terminate: il sensore di impronte digitali è scattante, l’autonomia è ottima e il numero di bloatware preinstallati è nettamente inferiore rispetto ad altri smartphone Xiaomi.

Passiamo ora alle note meno liete: il design di Mi 10T Pro non ci ha convinto del tutto, in quanto lo smartphone è abbastanza grande e potrebbe risultare scomodo da utilizzare per diversi utenti. Inoltre, la parte posteriore cattura un gran numero di impronte e l’alloggiamento della fotocamera è ingombrante. Non biasimiamo chi di voi è dell’idea che Mi 10T Pro non sia bellissimo dal punto di vista estetico.

Xiaomi Mi 10T Pro vs Xiaomi Mi 10 Pro

Xiaomi Mi 10T Pro vs Xiaomi Mi 10 Pro (Image credit: TechRadar)

Xiaomi Mi 10T Pro rappresenta anche un piccolo passo indietro rispetto alla serie Mi 10, in particolare per quanto riguarda lo schermo: il display AMOLED dai bordi curvi ha lasciato il posto a un pannello IPS LCD di tipo flat. Inoltre, lo smartphone ha diversi punti in comune con il modello non Pro, eccezion fatta per la fotocamera principale a maggiore risoluzione e per il prezzo superiore.

Di sicuro alcuni di voi non avranno problemi ad acquistare uno smartphone con uno schermo IPS, ma altri potrebbero non essere interessati a una fotocamera ad alta risoluzione o alla frequenza di aggiornamento di 144 Hz, preferendo acquistare modelli diversi da Mi 10T Pro. Ribadiamo di ponderare al meglio la vostra scelta in base alle vostre esigenze. Non perdetevi il prosieguo di questa recensione in modo da avere un quadro più chiaro della situazione.

Prezzo e disponibilità 

Xiaomi Mi 10T Pro è stato presentato il 30 settembre 2020 in occasione di un evento online, insieme ai modelli più economici appartenenti alla gamma Mi 10T. Lo smartphone è in vendita in Italia a partire dal 15 ottobre.

Xiaomi Mi 10T Pro ha un prezzo di partenza di € 599, a metà strada tra i € 799 di Mi 10 e i € 499 di Mi 10T, nonostante quest’ultimo abbia specifiche quasi identiche al modello Pro. Mi 10T ha una fotocamera principale da 64 MP e non da 108 MP e non ha una variante da 8 GB/256 GB. 

Xiaomi Mi 10T Pro è disponibile nelle versioni 8 GB/128 GB al prezzo di € 599 e 8 GB/256 GB al prezzo di € 649. Lo smartphone si rivolge a un target di pubblico che è alla ricerca di un top smartphone che non sia eccessivamente costoso. I prezzi reali, come sempre, sono già sensibilmente più bassi. 

Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro (Image credit: TechRadar)

Design

Xiaomi Mi 10T Pro è uno smartphone abbastanza grande, con dimensioni pari a 165,1 x 76,4 x 9,3 mm e peso di 218 g. La parte anteriore e quella posteriore, realizzate in vetro, sono tenute insieme da un telaio in metallo. L’utilizzo di questi materiali dona solidità a Mi 10T Pro, ma non è d’aiuto per quanto riguarda il fattore leggerezza.

Il pulsante di accensione è situato lungo il bordo destro dello smartphone (vicino ai tasti di regolazione del volume) e include un sensore di impronte digitali, che si è rivelato affidabile e scattante. Inoltre, è posizionato in modo da essere facilmente raggiungibile. Tuttavia, le dimensioni generose di Mi 10T Pro potrebbero creare qualche difficoltà agli utenti con mani piccole.

Non è presente il jack per le cuffie da 3,5 mm. Dunque, se avete delle cuffie cablate, dovrete munirvi di un adattatore. L'unica porta disponibile è di tipo USB-C.

La parte posteriore dello smartphone attira un gran numero di impronte e ciò vi costringerà a effettuare spesso operazioni di pulizia. L’alloggiamento della fotocamera è ingombrante e ha una sporgenza di qualche millimetro che tende a far oscillare lo smartphone se posizionato su una superficie piana. L’obiettivo della fotocamera principale è molto vistoso e quasi ricorda un ciclope con lo sguardo fisso verso di voi.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Lo schermo non presenta dei bordi curvi (ne parleremo più approfonditamente nella prossima sezione, "Schermo"), ma lo smartphone è comunque caratterizzato da un discreto livello di ergonomia. 

Schermo

Xiaomi Mi 10T Pro ha uno schermo IPS LCD da 6,67 pollici con risoluzione FHD+, frequenza di aggiornamento di 144 Hz, supporto a HDR10+ e luminosità massima di 650 nit. Vediamo ora più nel dettaglio le caratteristiche del display. 

La scelta di optare per la tecnologia LCD, e non AMOLED, apre un grande dibattito; la prima è tipicamente adottata negli smartphone di fascia medio bassa ed è caratterizzata da colori e immagini meno vivaci con un più basso livello di contrasto rispetto alla controparte AMOLED. Xiaomi ha giustificato questa decisione affermando che molti utenti lamentano problemi alla vista guardando i display di tipo AMOLED. Un’affermazione che non possiamo verificare e che ci lascia non del tutto convinti.

Sicuramente uno schermo da 144 Hz che fosse anche un AMOLED avrebbe reso molto difficile tenere il prezzo più basso rispetto al Mi 10. 

Tuttavia, la tecnologia LCD presenta colori poco vibranti e i neri appaiono alquanto fiochi, tendendo al grigio. L'HDR10+ tenta di mettere una pezza al problema. Segnaliamo che il livello di luminosità massima non è dei migliori.

Abbiamo anche notato che, come impostazione predefinita, lo schermo utilizza una combinazione di colori molto più calda rispetto alla maggior parte degli altri smartphone che abbiamo testato. È possibile modificare questo aspetto nel menu delle impostazioni.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Uno dei maggiori punti di forza è rappresentato dalla frequenza di aggiornamento di 144 Hz: Xiaomi Mi 10T Pro è il primo smartphone non da gaming a presentare questo tipo di display ad alta frequenza di aggiornamento. Ciò porta a una maggiore fluidità delle animazioni: al momento, la maggior parte delle app non è compatibile con i 144 Hz. Dunque, al momento lo si nota nello scorrimento (social network o navigazione web) o quando si usano i vari menu. Tuttavia, non passerà molto tempo prima che questa tecnologia possa essere sfruttata al meglio anche con giochi e contenuti multimediali.

Frequenze di aggiornamento elevate possono influire sulla durata della batteria, ma questo non è un problema per 10T Pro: il sistema Adaptive Sync si occupa di variare la frequenza di aggiornamento in base alle attività in corso di svolgimento. In ogni caso, potete selezionare manualmente le opzioni 90 Hz o 60 Hz, a seconda delle vostre preferenze.

Dopo aver testato a fondo Xiaomi Mi 10T Pro, possiamo affermare che lo schermo ci ha lasciato sensazioni contrastanti: la frequenza di aggiornamento di 144 Hz consente di rendere più gradevole l’utilizzo dei principali social network e avrà un ruolo cruciale quando i giochi supporteranno appieno questa tecnologia. Tuttavia, lo schermo non sembra essere al livello di Mi 10, per via dell’utilizzo di un pannello IPS LCD, una scelta che rischia di non mettere d’accordo tutti gli utenti.

Fotocamera

La fotocamera principale dello Xiaomi Mi 10T Pro ha lo stesso sensore da 108 MP f/1.7 già visto a bordo di Mi 10 e Mi Note 10: se reputate che il numero dei megapixel sia un aspetto fondamentale, allora amerete questo smartphone. Le foto scattate sono di buon livello, ma concorrenti come Samsung e Apple riescono a fare di meglio nonostante l’utilizzo di sensore con una risoluzione inferiore. 

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Tuttavia, la fotocamera di Xiaomi Mi 10T Pro si è dimostrata all’altezza delle aspettative, tenendo in considerazione la fascia di prezzo. Abbiamo ottenuto dei buoni risultati scattando foto in condizioni di buona illuminazione. Le immagini sono nitide, hanno una buona profondità e i colori risultano vivaci. Il vantaggio del sensore da 108 MP consiste nella possibilità di ingrandire o ritagliare una foto senza perdita di qualità dell’immagine.

Invece, lo smartphone ha mostrato il fianco in condizioni di scarsa illuminazione, pur non sfigurando del tutto. Il livello di dettaglio peggiora man mano che ci si allontana dalle aree più chiare del soggetto. Dopotutto, abbiamo visto altri smartphone più costosi di Mi 10T Pro comportarsi in modo peggiore in notturna.

Il comparto delle fotocamere posteriori è completato da un sensore grandangolare da 13MP f/2.4 e da un obiettivo macro da 5 MP f/2.4 (sebbene siano poche le circostanze in cui risultino davvero indispensabili). La fotocamera grandangolare ci ha consentito di immortalare scene più ampie, ma abbiamo avuto problemi con la gamma dinamica della macro, come è possibile notare nelle foto di seguito. Tuttavia, anche in questo caso, abbiamo visto smartphone concorrenti sfoggiare modalità macro di livello inferiore rispetto a Mi 10T Pro.

Xiaomi è solita includere obiettivi zoom sui propri smartphone migliori, ma questo non è il caso di Mi 10T Pro. Di conseguenza, l’ingrandimento del soggetto avviene tramite un ritaglio dello scatto originale a 108 MP. Oltre la soglia dello zoom 5x gli scatti perdono di dettaglio e risultano sgranati. Ciò è ancora più evidente impostando lo zoom massimo 30x. In tutta onestà, abbiamo sentito la mancanza di un teleobiettivo durante i nostri test della fotocamera.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Gran parte del potenziale del comparto fotografico di Xiaomi Mi 10T Pro è dovuto al software, che interviene in fase di post elaborazione dell’immagine e offre alcune modalità extra. Siamo degli estimatori dell’intelligenza artificiale presente a bordo degli smartphone Xiaomi, nonostante non sia ai livelli di Samsung, Apple o Huawei: a volte, gli scatti appaiono un po’ troppo saturi.

Alcune modalità della fotocamera di Xiaomi Mi 10T Pro sono piuttosto divertenti: la Vlog mode vi consente di registrare una serie di mini-video da unire in un’unica clip in un secondo momento, mentre Fronte-Retro vi permette di filmare utilizzando la fotocamera anteriore e quella posteriore contemporaneamente.

La funzione Clona vi consente di scattare due o più foto dello stesso soggetto per poi unirle in una singola immagine finale (in modo tale da sdoppiare letteralmente il protagonista della foto), mentre con Sky è possibile rilevare automaticamente il cielo in una foto, in modo da aggiungere effetti meteo o trasformare una giornata nuvolosa in una soleggiata.

Non si tratta di modalità che rivoluzioneranno i vostri scatti o video, ma sono comunque divertenti da utilizzare.

Xiaomi Mi 10T Pro consente di registrare video fino a 4K a 60 fps o 8K a 30 fps: sono disponibili alcuni strumenti, come il tracciamento dei movimenti e la stabilizzazione, ma solo in risoluzione 1080p a 30 fps. Per questo motivo, abbiamo deciso di non utilizzarli. I video sono piuttosto buoni: ci siamo serviti di Mi 10T Pro per registrare alcuni filmati destinati al canale YouTube di TechRadar. Potete trovarli qui.

La fotocamera frontale da 20 MP f/2.2 funziona abbastanza bene e cattura un buon livello di dettaglio. Probabilmente, vi ritroverete a usare molto spesso la modalità Ritratto, che genera un effetto sfocato sullo sfondo e modifica leggermente i colori del soggetto. L’effetto bokeh è risultato a volte impreciso, sbavando erroneamente parte dei nostri capelli o non riuscendo a sfumare alcuni oggetti sullo sfondo.

Camera samples

Immagine 1 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Questo scatto presenta colori un po’ troppo saturi. (Image credit: Future)
Immagine 2 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

In questo scatto si può apprezzare il buon lavoro dell’intelligenza artificiale. (Image credit: Future)
Immagine 3 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Una foto dell’arcobaleno realizzata con la fotocamera grandangolare. (Image credit: Future)
Immagine 4 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Uno scatto che mostra la gestione del contrasto da parte dell’IA. (Image credit: Future)
Immagine 5 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Un selfie scattato in modalità Ritratto in un ambiente poco illuminato. La bassa risoluzione non è imputabile allo smartphone, ma è dovuta alla fase di caricamento online della foto stessa. (Image credit: Future)
Immagine 6 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Ecco uno scatto realizzato all’aperto che appare luminoso e pulito. (Image credit: Future)
Immagine 7 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Un tramonto davvero fantastico. Peccato per il rumore presente nelle aree più scure. (Image credit: Future)
Immagine 8 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Uno scatto di una fontana con zoom 2x. (Image credit: Future)
Immagine 9 di 9

Xiaomi Mi 10T Pro camera

Un selfie in modalità Ritratto. (Image credit: Future)

Specifiche e prestazioni

Xiaomi Mi 10T Pro ha un processore Snapdragon 865, uno dei migliori tra quelli presenti a bordo degli smartphone Android del 2020 (il migliore in assoluto prima dell’uscita della versione Plus e di Snapdragon 888). La CPU permette a Mi 10T Pro di sfoderare prestazioni al top.

Lo Xiaomi Mi 10T Pro ha ottenuto un punteggio multi-core medio di 3.292 punti, in Geekbench. Si tratta di un risultato in linea con concorrenti del calibro di Oppo Find X2 Pro (3.295 punti), Motorola Edge Plus (3.344 punti) e la versione extraeuropea di Samsung Galaxy S20 Ultra (3.286 punti), tutti smartphone che montano il processore Snapdragon 865.

Il punteggio elevato si riflette nelle prestazioni dello smartphone: i giochi girano al meglio (anche con impostazioni grafiche al massimo) e non abbiamo mai notato lag o caricamenti eccessivamente lenti. Non vi è alcuna incertezza neanche nella gestione dell’editing degli scatti realizzati sfruttando i 108 MP della fotocamera principale.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: Future)

Xiaomi Mi 10T Pro ha 8 GB di RAM. Potrebbero sembrare pochi rispetto ai 12 GB o 16 GB di alcuni concorrenti ma, a nostro avviso, si tratta di una quantità giusta per uno smartphone di fascia alta.

Gli altoparlanti di Xiaomi Mi 10 sono senza dubbio di ottimo livello, ma sembra che il produttore cinese abbia deciso di optare per una tecnologia differente da destinare a Mi 10T Pro. Il suono non è scadente, ma neanche al top. È possibile udire delle distorsioni a volumi elevati e i bassi appaiono carenti.

Software

Di solito gli smartphone prodotti da Xiaomi presentano un gran numero di bloatware preinstallati, che tendono a risultare fastidiosi per gli utenti. Tuttavia, questo non è il caso di Mi 10T Pro. 

Tra le app preinstallate figurano WPS Office, eBay, LinkedIn e AliExpress. Tuttavia, siamo lieti di segnalare l’assenza del folto gruppo di app di terze parti che invadono letteralmente la schermata iniziale di altri smartphone Xiaomi.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Mi 10T Pro ha il sistema operativo Android 10 con interfaccia personalizzata MIUI 12, la più recente di casa Xiaomi. Le novità apportate rispetto al passato non riguardano esclusivamente la parte grafica, ma prevedono anche l’introduzione di opzioni inedite. Ad esempio, è possibile abilitare il drawer delle app (in stile Samsung per intenderci). La navigazione con i tre pulsanti classici nella parte bassa dello schermo è attiva come impostazione predefinita, ma è possibile passare alle gesture attraverso un’apposita opzione presente nel menu impostazioni.

La nuova MIUI include anche una funzionalità tipica dei dispositivi Apple: vi basterà scorrere verso il basso dall'angolo in alto a sinistra dello schermo per visualizzare l'elenco delle notifiche oppure scorrere verso il basso dall'angolo in alto a destra per dare uno sguardo alle impostazioni rapide. Gli altri smartphone Android adottano un approccio diverso, con il pannello delle notifiche che viene visualizzato scorrendo verso il basso dalla parte superiore dello schermo, indipendentemente dal lato scelto. Potrebbe volerci del tempo per abituarvi a questa novità.

MIUI 12 include anche strumenti particolarmente utili per gli utenti più esperti, come Cleaner, che si occupa della gestione delle app in background in modo da non utilizzare troppa RAM, Boost speed, che contribuisce a migliorare le prestazioni di gioco, e un tool di analisi che effettua una ricerca di eventuali malware durante la fase di installazione di un’app.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

Inoltre, Android 10 include funzionalità come la Modalità Scura, vari strumenti per il benessere digitale e suggerimenti di risposta più intelligenti, che la MIUI 12 vi consente di sfruttare al meglio.

Grazie alle ottime prestazioni e all'elevata frequenza di aggiornamento, la navigazione nei menu di Xiaomi Mi 10T Pro risulta fluida e scattante: le animazioni della MIUI 12 sono più veloci rispetto alle interfacce utente personalizzate di alcuni concorrenti.

Autonomia

L’autonomia di Xiaomi Mi 10T Pro non vi deluderà: grazie alla batteria da 5.000 mAh, una delle più capienti mai viste finora a bordo di uno smartphone, riuscirete a coprire facilmente un intero giorno di utilizzo.

Mi 10T Pro è sempre riuscito ad arrivare a sera indipendentemente dal numero di giochi, foto o contenuti multimediali in streaming che abbiamo consumato. Spesso lo smartphone ha raggiunto anche il secondo giorno di utilizzo, non riuscendo però a coprire l’intero arco della giornata.

Xiaomi Mi 10T Pro

(Image credit: TechRadar)

L’ottima autonomia è dovuta anche alla tecnologia utilizzata per lo schermo: il sistema Adaptive Sync consente a Mi 10T Pro di regolare automaticamente la frequenza di aggiornamento, in modo da non essere costantemente impostata sui 144 Hz, e così facendo si risparmia energia.

La potenza di ricarica è di 33 W, quindi Mi 10T Pro si posiziona un gradino al di sotto rispetto ad altri concorrenti: ad esempio, Realme 7 Pro dispone di una ricarica da 65 W e costa meno rispetto allo smartphone Xiaomi. Tuttavia, potrebbe non essere un problema per la maggior parte degli utenti. Lo smartphone si ricarica completamente in meno di un'ora, un risultato tutto sommato positivo.

A differenza di Mi 10 Pro, Mi 10T Pro non ha la ricarica wireless quindi, se non potete fare a meno di questa tecnologia, vi consigliamo di guardare altrove.

Dovrei acquistare Xiaomi Mi 10T Pro? 

Xiaomi Mi 10T Pro

Xiaomi Mi 10T Pro (Image credit: Future)

Da acquistare se... 

Preferite gli schermi LCD

Xiaomi ha optato per l’utilizzo di uno schermo LCD, tenendo conto dei fastidi alla vista che alcuni utenti manifestano con i display AMOLED. Se siete tra questi e l’effetto sfarfallio proprio di alcuni schermi vi infastidisce, Mi 10T Pro potrebbe essere lo smartphone che fa al caso vostro.

Cercate uno smartphone con un buon comparto fotografico

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10T Pro è uno dei migliori per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo: di solito, bisogna spendere molto di più per potersi assicurare uno smartphone con un sensore da 108 MP. Detto questo, alcuni top di gamma riescono a fare meglio di Mi 10T Pro, ma le divertenti modalità aggiuntive potrebbero far pendere l’ago della bilancia in favore dello smartphone Xiaomi.

La frequenza di aggiornamento dello schermo è fondamentale per voi

Il fattore fluidità non sembra essere un problema per Mi 10T Pro, essendo uno dei pochi smartphone con uno schermo da 144 Hz. Non tutti i giochi e i servizi di streaming supportano attualmente frequenze di aggiornamento così elevate ma, in futuro, le cose potrebbero cambiare.

Da non acquistare se... 

Non avete bisogno di una fotocamera da 108 MP

Vi è un’unica grande differenza tra Xiaomi Mi 10T e il modello Pro: il primo ha una fotocamera principale da 64 MP, mentre il secondo presenta un sensore da 108 MP. Se non avete necessità di scattare foto ad alta risoluzione, fareste meglio a considerare l’acquisto del modello più economico.

Cercate uno smartphone dotato di ricarica wireless

La ricarica wireless è una tecnologia presente a bordo di alcuni smartphone Xiaomi, ma non di Mi 10T Pro. Se siete soliti ricaricare la batteria del vostro smartphone tramite un pad di ricarica wireless, dovreste guardare altrove.

Avete mani piccole

Come la maggior parte degli smartphone Xiaomi, Mi 10T Pro è piuttosto grande in termini di dimensioni. Se avete mani piccole potreste avere problemi durante il normale utilizzo dello smartphone. La digitazione di messaggi di testo non dovrebbe risultare eccessivamente complicata, mentre raggiungere il sensore di impronte digitali situato lateralmente potrebbe essere difficoltoso.

Prima pubblicazione: novembre 2020