Skip to main content

Recensione realme GT

realme GT non è un flagship killer, ma ci va vicino.

Realme GT
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

realme GT è uno smartphone Android con un processore top di gamma (Snapdragon 888), un ottimo display Super AMOLED da 120 Hz e la ricarica rapida da 65 W. Anche il design non è male (in particolare il modello Racing Yellow). Detto ciò, non è esente da difetti: ha qualche bug, una gestione del calore non ottimale e il comparto fotografico non è completo.

Pro

  • Design “racing”
  • Processore
  • Ricarica rapida

Contro

  • Gestione calore
  • Qualche bug
  • Bloatware

realme GT non è un flagship killer, ma ci va molto vicino Il suo nome è ispirato a quello delle auto sportive (GT sta per Gran Turismo) e sottintende prestazioni elevate.

Seguendo la stessa strada percorsa da OnePlus e Xiaomi, realme intende farsi un nome con smartphone dall’eccellente rapporto qualità-prezzo. L’azienda si era già fatta notare per realme X50 Pro e, ora, intende riconfermarsi con realme GT. In effetti, quest’ultimo ha una scheda tecnica invidiabile e un prezzo relativamente basso.

Il dispositivo cattura subito l’attenzione per il processore: Qualcomm Snapdragon 888, il chip più veloce del 2021 nel mondo degli smartphone Android.

E a proposito di velocità, realme GT supporta la ricarica rapida da 65 W, che impiega solo 30 minuti per ricaricare del tutto la batteria.
Anche lo schermo è ottimo: si tratta di un pannello Super AMOLED con una frequenza di aggiornamento massima di 120 Hz e una frequenza di campionamento del tocco da 360 Hz.

Non possiamo fare a meno di elogiare il design di realme GT, poiché è unico: la versione Racing Yellow (giallo con una striscia nera) ricorda un po’ quella delle auto sportive. Sembra banale, ma dona al prodotto un look unico. Detto ciò, lo smartphone non è esente da difetti: tende a surriscaldarsi quando si gioca o si eseguono attività impegnative, e il comparto fotografico è incompleto (manca un teleobiettivo).

Nel complesso, non è difficile consigliare realme GT; ha davvero tutto ciò che serve a un utente medio. L’uscita dello smartphone è stata preceduta da quella di altri prodotti dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, come realme 8 Pro, realme 8 5G e realme 8.

Realme GT

(Image credit: Future)

Realme GT - uscita e prezzo

realme GT è disponibile dal 21 giugno 2021 al prezzo consigliato di 449 euro (realme Store). Per il mercato italiano sono previste tre versioni: Dashing Blue (blu - 8/128), Sonic Silver (argento - 8/128) e Racing Yellow (giallo con striscia nera - 12/256). Quest’ultima costa 549 euro. Il prezzo reale, come spesso accade, si attesta su valori un po’ più bassi: realme GT, infatti, si trova già a 400 euro. 

Design

realme GT ha un design unico. Il modello che abbiamo testato presentava un pannello posteriore in ecopelle gialla caratterizzato da una striscia in vetro nera che “scende” dal modulo fotografico. La colorazione è palesemente ispirata a quella delle auto sportive, ed è molto accattivante.

Realme GT

(Image credit: Future)

Le versioni base sono gradevoli (e meno costose), ma anche meno accattivanti. realme GT misura 158,5 x 73,3 x 8,4 mm e pesa di 186 grammi. Non è piccolo, ma è comunque al di sotto della media.

Si può usare facilmente con una mano e tutti i pulsanti laterali sono facili da raggiungere. Il blocco della fotocamera sporge a malapena.

Sul bordo destro c’è il pulsante di accensione, mentre il bilanciere del volume è su quello opposto. La porta USB-C e il jack per cuffie da 3,5 mm sono collocati sul bordo inferiore.

Display

Realme GT

(Image credit: Future)

realme GT ha uno schermo Super AMOLED da 6,43 pollici (formato 20:9), con una risoluzione massima di 1080 x 2400 pixel e un refresh rate di ben 120 Hz. Il foro per la fotocamera frontale è posto nell’angolo in alto a sinistra. Le cornici sono molto sottili, tant’è che il rapporto schermo-corpo è del 91,7%.

Il display è fantastico, tanto per il gaming, quanto per vedere video, tuttavia la luminosità non è alta quanto vorremmo. La frequenza di campionamento del tocco da 360 Hz è utile per i giochi competitivi.

È possibile selezionare la modalità video da 60 Hz per risparmiare energia, e c’è anche il supporto al DC Dimming.

Fotocamere

Realme GT

(Image credit: Future)

Se realme GT non merita il titolo di “Flagship Killer” è per il comparto fotografico. Lo smartphone ha tre obiettivi posteriori: un sensore principale da 64 MP, uno grandangolare da 8 MP e una macro da 2 MP. La fotocamera frontale è da 16 MP. Quest’ultima produce scatti luminosi e nitidi, ma talvolta sembrano un po' “artificiali”. Si può rimediare in parte con i filtri dell’app “Fotocamera”, ma in ogni caso i selfie sono più che soddisfacenti per i social media.

Le foto scattate con l’obiettivo principale (Sony IMX 682) sono buone, ma non eccezionali; presentano un livello di dettaglio e una gamma dinamica soddisfacenti. Durante i test, abbiamo però riscontrato problemi di esposizione e messa a fuoco.

Realme GT

(Image credit: Future)

Le immagini grandangolari ci hanno impressionato: la distorsione è minima, ma si perde un po’ di colore. 

Il sensore macro non va: i primi piani effettuati con l’obiettivo principale si sono rivelati sempre superiori. In breve, l’ottica da 2 MP serve solo a gonfiare la scheda tecnica.

Manca il teleobiettivo. È possibile ingrandire le immagini fino a 10x, ma già oltre 2x diventano sfocate.

realme GT può registrare video in 4K a 60 fps, inoltre supporta una simpatica modalità che consente di registrare video in bianco e nero, mantenendo un colore a scelta. Conoscete la famosa scena della bambina con il cappotto rosso del film Schindler's List? Ecco, quello.

I nostri scatti

Immagine 1 di 6

Realme GT camera samples

Un selfie in modalità Ritratto. (Image credit: Future)
Immagine 2 di 6

Realme GT camera samples

Un'immagine standard e ben illuminata. (Image credit: Future)
Immagine 3 di 6

Realme GT camera samples

Un'immagine grandangolare. (Image credit: Future)
Immagine 4 di 6

Realme GT camera samples

Stesso soggetto, obiettivo principale. (Image credit: Future)
Immagine 5 di 6

Realme GT camera samples

Una foto standard: lo scatto macro dello stesso fiore non era altrettanto buono. (Image credit: Future)
Immagine 6 di 6

Realme GT camera samples

Un'immagine standard con problemi di esposizione. (Image credit: Future)

Specifiche e prestazioni

realme GT presenta il processore Qualcomm Snapdragon 888, il chip per smartphone Android più veloce sul mercato.

Quest’ultimo è abbinato a 8 o 12 GB di RAM LPDDR5, a seconda della configurazione scelta.

Le prestazioni sono ottime: raramente abbiamo notato lag durante la riproduzione dei videogame più pesanti, inoltre il caricamento degli stessi è stato fulmineo. A parità di prezzo, pochi smartphone offrono tali performance.

Realme GT

(Image credit: Future)

Su Geekbench 5, realme GT ha ottenuto un punteggio multi-core di 3508, lo stesso dell'Asus Zenfone 8; è stato leggermente più lento di Xiaomi Mi 11 (3569), OnePlus 9 (3654) e Nubia Red Magic 6 (3606), che dispongono dello stesso chip, ma costano molto di più.

Il dispositivo presenta qualche problema di gestione della temperatura, ma ciò non ha mai influito sulle prestazioni.

Gli altoparlanti Dolby Atmos sono adeguati per il gaming, le chiamate e i podcast, tuttavia non li consigliamo per ascoltare musica: sono un po' metallici.

Software

realme GT esegue Android 11 con la skin realme UI 2.0. L'interfaccia utente può essere personalizzata a piacimento: è possibile modificare lo sfondo e il design delle app, configurare l’always-on-display, selezionare animazioni di sblocco, cambiare il colore e le dimensioni delle icone, nonché cambiare il carattere di sistema. 

Realme GT

(Image credit: Future)

Oppo e realme sono di proprietà della stessa società madre, tant’è che l'interfaccia predefinita di realme è quasi identica a quella di ColorOS.

Alla prima accensione, abbiamo trovato numerosi bloatware: Phone Manager, realme Link, un negozio di temi e molte app di terze parti come Booking.com, Agoda e LinkedIn. Di seguito potete vedere uno screenshot delle schermate iniziali.

Per quanto riguarda la navigazione, realme GT è fantastico: processore e schermo da 120 Hz offrono un’esperienza fluida e scattante.

Realme GT software

(Image credit: Realme)

Bloatware a parte, abbiamo riscontrato un fastidioso problema durante lo streaming su Spotify e Netflix: la riproduzione andava a scatti. Il problema non era legato alle cuffie o a una connessione dati scadente.

Detto ciò, probabilmente si tratta di un problema specifico del nostro modello.

Autonomia

realme GT monta una batteria da 4.500 mAh. L’autonomia si attesta a poco più di una giornata con un uso misto. Un risultato nella media per il settore. Il dispositivo supporta la tecnologia SuperDart, ossia la ricarica cablata da 65 W. Quest’ultima può ricaricare completamente la batteria in appena 30 minuti. Se prima di andare a dormire doveste dimenticarvi di collegarlo al caricabatteria, non correte rischi.

Realme GT

(Image credit: Future)

Vale la pena acquistare Realme GT?

Realme GT

(Image credit: Future)

Compratelo se...

Volete uno smartphone da gaming

Snapdragon 888, 8/12 GB di RAM LPDDR5 e memoria UFS 3.1... non c’è dubbio, realme GT è uno smartphone da gaming.

Non volete problemi di autonomia

Nonostante le componenti all’avanguardia, realme GT può durare una giornata anche con un uso intenso.

Ne apprezzate il design

realme GT (Racing Yellow) è davvero splendido. Anche la colorazione Dashing Blue non è male.

Non compratelo se...

Volete un display enorme

realme GT non è uno smartphone compatto, ma lo schermo da 6,43 pollici potrebbe non soddisfare tutti gli utenti.

Siete stanchi dei bloatware

realme UI 2.0 presenta numerosi bloatware. Non è la fine del mondo, certo, ma non tutti gradiscono questa “sorpresa”.

Volete un teleobiettivo

realme GT non è un flagship killer anche per l’assenza di un teleobiettivo. Se l’azienda ne avesse inserito uno al posto del sensore macro, la valutazione finale sarebbe stata diversa.