Skip to main content

Recensione Microsoft Surface Pro X

La risposta di Microsoft a iPad Pro tra (poche) luci e (molte) ombre

Microsoft Surface Pro X
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Apprezziamo Surface Pro X per il suo design elegante e raffinato, dato che si presenta come un ultrabook sottile e leggero ed offre anche una comoda esperienza di digitazione. Tuttavia Surface Pro X è un dispositivo difficile da consigliare alla maggior parte delle persone. A causa delle sue limitazioni progettuali, risulta essere ideale solamente per un gruppo molto piccolo di utenti, a causa della mancanza di un jack per cuffie e all'assenza di supporto per una varietà di app.

Pro

  • Sottile e raffinato
  • Digitazione confortevole
  • Super sottile e leggero

Contro

  • Nessun jack per cuffie
  • Prestazioni basse per il prezzo
  • Durata della batteria non memorabile
  • Lo slot microSD è stato rimosso

Recensione veloce

Microsoft Surface Pro X è l'ultimo modello dell'azienda di Redmond, che in questa occasione prova a proporre un dispositivo Surface Pro basato su ARM, con l'aiuto di Qualcomm, che ha collaborato con Microsoft per sviluppare il suo primo processore originale: SQ1. 

Microsoft è certamente riuscita a realizzare un simil-tablet, dall'aspetto curato e piuttosto piacevole, tuttavia siamo rimasti abbastanza delusi da alcune scelte chiave di progettazione del Pro X. 

In particolare, questo ibrido tablet / portatile non ha un jack audio e inoltre la durata della sua batteria, seppure  discreta, risulta mediocre se paragonata ai modelli di generazione precedente, ed anche contemporanea. 

Questo prima ancora di entrare nell’argomento prezzo. Prezzo che a prima vista potrebbe anche sembrare abbastanza attraente rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti (anche Microsoft), ma in realtà è troppo alto per il tipo di prestazioni che può offrire. 

In definitiva, troviamo difficile riuscire a raccomandare Surface Pro X, alla maggior parte delle persone.

Tutti i modelli di Surface Pro X includono il processore Microsoft Qualcomm Snapdragon e il display touch PixelSense da 13 pollici.

Microsoft Surface Pro X

(Image credit: Future)
SCHEDA TECNICA

Ecco la configurazione di Surface Pro X ricevuta da TechRadar per la recensione:

CPU: 3,0 GHz Microsoft SQ1 (basato su Qualcomm Snapdragon 8cx; octa-core)
Grafica: Qualcomm Adreno 680 GPU
RAM: 16GB LPDDR4x (2.133 MHz)
Schermo: display PixelSense da 2.880 x 1.920 (267 ppi) da 13 pollici (3: 2; 450 nits)
Memoria: 256 GB SSD
Porte: 2 x USB-C 3.1; Porta Surface Connect; nano slot SIM
Connettività: Wi-Fi 5 (802.11ac); Bluetooth 5.0;modem Snapdragon X24 LTE
Fotocamere: webcam 5.0MP (video 1080p; Windows Hello); Fotocamera posteriore da 10,0 MP (video 1080p / 4K; autofocus)
Peso: 774 g
Dimensioni: 28,7 x 20,8 x 0,7 mm ( L x P x A) 

Prezzo e disponibilità

Il prezzo accesso di Microsoft Surface Pro X è di 1169€, con 8 GB di memoria (RAM) e un'unità a stato solido (SSD) da 128 GB. 

È possibile raddoppiare lo spazio di archiviazione aumentando il prezzo a 1499€,  raddoppiare la RAM (16 GB) e portare l’SSD a 512 GB, raggiungendo la cifra di 1999€, a cui vanno ancora aggiunte 299,99€ per la tastiera e relativo pennino (Surface Slim Pen), indispensabili per sfruttare pienamente il dispositivo ed avere un’esperienza come quella che ha pensato Microsoft per i suoi utenti. La penna Surface Slim è stivabile per poterla trasportare mentre si carica automaticamente.

Qui sotto i prezzi di listino: al momento non ci sono grandi offerte sul mercato, con i prezzi piuttosto allineati su questi che riportiamo sotto.

Surface Pro X con 8 GB di RAM e 128 GB di SSD a 1169 euro

Surface Pro X con 8 GB di RAM e 256 GB di SSD a 1499 euro

Surface Pro X con 16 GB di RAM e 256 GB di SSD a 1699 euro

Surface Pro X con 16 GB di RAM e 512 GB di SSD a 1999 euro

Pacchetto Tastiera Signature per Surface Pro X e Slim Pen 299,99 euro

Tutti i modelli Surface Pro X includono il processore Microsoft Qualcomm basato su Snapdragon, 3.0 GHz SQ1 system-on-a-chip (SoC), nonché il display touch PixelSense da 13 pollici, 2.880 x 1.920 pixel (267 pixel per pollice) con le proporzioni care a Microsoft di 3: 2.

La versione più economica di Surface Pro X completa degli accessori verrà quindi a costare 1468,99€.

Questo è per il minimo indispensabile di memoria e archiviazione accettabili in questi giorni, nel frattempo un Surface Pro 7 costa meno e offre un processore Intel Core i5 (Ice Lake) molto più potente.

Surface Pro X è sicuramente un dispositivo costoso, ma il suo prezzo inizia ad essere leggermente più allettante rispetto al suo principale rivale: l'iPad Pro da 12,9 pollici, in vendita a 1473€ (incluse cover-tastiera e Apple Pencil) ma che offre solo metà dello spazio di archiviazione (64GB) rispetto al Pro X di Microsoft, con un display altrettanto nitido e solo una porta USB-C.

Quindi, a meno che non si abbia la necessità di farne un uso specifico, che solo Surface Pro X può risolvere, ci sono un numero di soluzioni più potenti, versatili, funzionali (anche sottili e leggere), disponibili a prezzi simili: basta dare un'occhiata ai nostri migliori laptop 2 in 1 e ai migliori tablet con tastiere per trovare alcune interessanti alternative.

Immagine 1 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X è dotato di un display touch PixelSense da 2.880 x 1.920 pixel da 13 pollici.

Immagine 2 di 12

(Image credit: Future)

Il pennino è ora più piatto di prima per adattarsi alle nuove funzioni di memorizzazione e ricarica.

Immagine 3 di 12

(Image credit: Future)

La nuova Cover con tasti è comoda e straordinariamente precisa per una tastiera da cover.

Immagine 4 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X ha un aspetto più sottile, leggero e migliore dei precedenti modelli Surface Pro.

Immagine 5 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X taglia e arrotonda il design classico ma datato di Surface Pro.

Immagine 6 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X taglia e arrotonda il design classico ma datato di Surface Pro.

Immagine 7 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X non ha guadagnato una, ma due porte USB-C.

Immagine 8 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X non ha guadagnato una, ma due porte USB-C.

Immagine 9 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X non ha guadagnato una, ma due porte USB-C.

Immagine 10 di 12

(Image credit: Future)

Il tablet è incredibilmente leggero ed entra facilmente in quasi tutte le borse, anche con la Cover con tastiera.

Immagine 11 di 12

(Image credit: Future)

La nuova Cover con tasti rimbalza sotto la pressione dei tasti in modo più evidente di prima.

Immagine 12 di 12

(Image credit: Future)

Surface Pro X taglia e arrotonda il design classico ma datato di Surface Pro.

Design

Microsoft ha eliminato gli spigoli dal design del precedente Surface Pro, conferendo a Pro X un aspetto più arrotondato e moderno che si avvicina maggiormente a quello di un grosso smartphone. 

Apprezziamo queste sottili modifiche al design che rendono Surface Pro X più simile a un iPhone XR che ad un tablet Windows.

C'è solo un'opzione di colore per Surface Pro X: una finitura in alluminio nero opaco abbinata ad una Cover di colore nero; inoltre l’alcantara non viene più utilizzata, peccato. 

Questo dà al tablet di Microsoft un aspetto elegante e senza pretese, che non è certamente male. Tuttavia, pensiamo ci sia un grosso problema con il design di Surface Pro X. 

Sebbene abbia guadagnato ben due porte USB-C, sul Pro X non è presente alcun jack da 3,5mm per il collegamento delle cuffie. 

Questo è essenzialmente un notebook  Windows da 1500€  (dopo tutto, Microsoft stessa afferma che questo tablet può sostituire senza problemi un portatile) senza il normale supporto audio da 3,5 mm.

Sappiamo che anche Apple, per il suo iPad Pro ha eliminato il jack per le cuffie, in favore di una ormai più pratica connessione wireless e non ci sono stati grossi problemi. 

Tuttavia, mentre nessuno si aspetta di avere una esperienza di tipo notebook da un iPad Pro, è più normale voler utilizzare il Surface Pro X come tale.

Questa è una di quelle cose che vorremmo vedere rettificata, nei futuri modelli di Surface Pro, speriamo che Microsoft faccia ammenda e torni sui suoi passi.

Per quanto riguarda la digitazione sulla nuova Type Cover, è molto comoda e straordinariamente precisa per essere una tastiera integrata nella cover di un tablet, anche se il rimbalzo, sotto la pressione dei tasti, è un po’ più evidente rispetto a prima.

Apprezziamo anche l'angolazione ergonomica del nuovo portapenna per la Surface Pen Slim. E già che ci siamo, parliamo proprio della penna.

La Surface Pen ora è un po' più larga rispetto a prima, probabilmente per incorporare la nuova funzione di ricarica, ma l'utilizzo è piacevole e preciso come nei modelli precedenti. La sensibilità alla pressione è ancora presente, così come il riconoscimento del palmo della mano, che potrete appoggiare sullo schermo senza correre rischi di compromettere l'input della stilo.

Il display è un PixelSense touchscreen da 13 pollici con risoluzione 2.880 x 1.920 (267 ppi) e formato dell'immagine 3:2. Per farla breve si tratta di un pannello straordinario e dai colori eccellenti. Pure la luminosità non è male, con 450 nits.

Onestamente, siamo rimasti un po' perplessi dal design di Surface Pro X.

È certamente più sottile e leggero, indubbiamente migliore dei precedenti modelli Surface Pro ma la perdita il jack delle cuffie, per riuscire ad ottenere quello spessore così sottile, è una pillola che difficilmente potrà andare giù a tutti.

Surface Pro X non ha una, ma due porte USB-C.

(Image credit: Future)

Prestazioni

Del Surface Pro X abbiamo intuito quasi subito che sono stati fatti molti sacrifici per ottenere un design così leggero e sottile: ci aspetteremmo che potenza ed autonomia siano almeno al livello delle versioni precedenti. Ci dispiace dovervi deludere... leggete più avanti, per capire com’è andata.

BENCHMARKS

Ecco come si è comportato Surface Pro X nella nostra suite di test di benchmark:

PCMark 8 Home: impossibile da eseguire
3DMark: impossibile da eseguire
Geekbench 4 (Single-Core): 3.563; (Multi-Core): 11.769
Cinebench: impossibile da eseguire
Test di durata della batteria di PCMark 8: impossibile eseguire
Test di durata della batteria di TechRadar: 7 ore e 54 minuti 

(Image credit: Future)

Sfortunatamente, grazie al SoC basato su ARM, sul Surface Pro X siamo stati in grado di eseguire solo Geekbench ed il nostro test di esaurimento della batteria basato su video. Questo è comunque sufficiente per confrontarlo con il suo rivale numero uno, l'iPad Pro.

Quindi, come si confronta il SoC a 7 nanometri di Qualcomm con l'A12X Bionic di Apple? Viene stroncato, per essere sinceri. Abbiamo visto l'ultimo iPad Pro da 12,9 pollici raggiungere numeri dal 40% al 50% in più rispetto a Surface Pro X nei test single-core e multi-core di Geekbench 4.

Certo, si tratta di due diversi sistemi operativi, Windows 10 Vs iOS 13 (iPad OS non era ancora uscito quando abbiamo fatto questo test), ma entrambi i processori sono stati progettati specificamente per funzionare all'interno dei rispettivi sistemi operativi, quindi la prova deve essere considerata attendibile.

Su Surface Pro X,  attività quotidiane come il controllo delle e-mail, la navigazione sul Web e la creazione di documenti in Microsoft Office, sono possibili senza alcuno sforzo. 

Si possono anche  modificare foto ed altre immagini, su questo tablet, tramite Photoshop. Provando a fare qualcosa di più impegnativo, però, si arriva presto ai limiti di questo dispositivo e a farci fantasticare su qualcosa di più veloce...

Durata della batteria

Microsoft promette fino a 13 ore di tempo di utilizzo misto per Surface Pro X, pubblicizzato come una delle funzionalità più interessanti del tablet grazie al suo nuovo processore basato su ARM. Bene, ci spiace dover dire che non è stato esattamente così, nei nostri test.

Il Surface Pro X è durato 7 ore e 54 minuti. Ossia molto più a lungo del Surface Pro 7 (6 ore e 2 minuti) nel nostro test di scaricamento della batteria tramite riproduzione video, ma il precedente Surface Pro 6 (8 ore e 45 minuti) è durato quasi un'ora in più rispetto a questa versione. Ciò è molto probabilmente dovuto al display di Surface Pro X, capace di sfoggiare una risoluzione maggiore rispetto a quella dei suoi due predecessori, ed eventualmente al consumo, non così contenuto, del nuovo processore. Nuovo nel vero senso della parola, rispetto alle ennesime versioni delle CPU a basso consumo intel da Intel 14nm, utilizzate da Surface Pro 6 (i5 e i7).

Alla fine, mentre la durata della batteria di Surface Pro X risulta essere più che decente, non è altrettanto durevole quanto quella della versione precedente di Microsoft Surface Pro 6, che detiene la corona della versione di Surface Pro più longeva, ad oggi.

Software e funzionalità

Come per ogni Surface che lo ha preceduto, Surface Pro X non è ricco di funzionalità né ci sono molti software installati di cui parlare - in effetti, molte app non sono supportate affatto, principalmente a causa della scelta architetturale originale, che ha chiaramente i suoi alti e bassi. 

Il vantaggio però è che non c'è installato del bloatware, come accade anche sugli altri Surface, poiché viene venduto direttamente da Microsoft.

Un altro vantaggio è il riconoscimento facciale di Windows Hello, che utilizza la fotocamera a infrarossi del tablet, accanto alla sua webcam, ed è rapido e preciso; esattamente come sul modello precedente.  

Acquistatelo se...

Desiderate il Surface più sottile e leggero di sempre

Se la portabilità è il criterio principale con cui  scegliete l'acquisto di un nuovo laptop, allora prendete in considerazione Pro X. Questo è il Surface più sottile e leggero fino ad oggi, ed è ideale per viaggiatori frequenti e per quelli che apprezzano questo tipo di dispositivi.

Utilizzate la connessione LTE in un portatile

Se la connettività LTE in un tablet vi serve, e siete disposti a pagare un extra, allora Surface Pro X potrebbe fare al caso vostro. Questo trasforma il Pro X in un'esperienza più simile a quella di uno smartphone, in quanto rimane sempre connesso, ma ad un prezzo.

Non compratelo se...

Vi serve potenza

Nonostante Microsoft abbia collaborato con Qualcomm per il suo esclusivo processore SQ1, non stiamo vedendo numeri migliori da questo tablet rispetto al Surface Pro 7. È un vero peccato, ma il focus principale qui è sulla portabilità.

Desiderate il Surface Pro con più autonomia

Nonostante le promesse di Microsoft, il Pro X non è il tablet con più autonomia di quest'anno (e ancora meno dell'anno scorso). Aggiungiamo a questo la risoluzione dello schermo migliorata e probabilmente ai consumi non così ottimizzati del nuovo chip.

(Image credit: Getty Images)

Controlla le offerte, sempre aggiornate, per il Black Friday 2019

...e anche quelle per il Cyber Monday 2019