Skip to main content

Xiaomi: ecco il nuovo smartphone con fotocamera sotto al display

(Image credit: Future)

Notch sì, notch no: è questo il dilemma che attanaglia una grande parte della critica internazionale. Sono in molti a credere che le soluzioni full display siano le migliori e Xiaomi rientra in questa cerchia: l’azienda cinese ha recentemente depositato il brevetto di uno smartphone con fotocamera frontale implementata sotto lo schermo.

Xiaomi è stato uno dei primi produttori a presentare un prototipo funzionante di uno smartphone dotato di una fotocamera totalmente integrata nel display. Si tratta di un sensore fotografico posizionato lungo il bordo superiore dello schermo, il quale ha proprietà che lo rendono parzialmente trasparente. Anche Oppo e Vivo hanno presentato dei prototipi di questo tipo, ma con risultati tutt’altro che entusiasmanti.

Il sito olandese di notizie tech LetsGoDigital ha scovato un nuovo brevetto depositato da Xiaomi in cui appare uno smartphone dotato di una fotocamera frontale posta al di sotto del display. Semmai un giorno questa soluzione dovesse vedere la luce, vorrà dire che sarà stato fatto un importante passo verso il futuro, abbandonando le attuali limitazioni dovute a parti in movimento o tacche fastidiose. 

(Image credit: CNIPA (via LetsGoDigital))

Benvenuti nel futuro

In alcune immagini tratte dal suddetto brevetto, è mostrato uno smartphone dotato di una fotocamera frontale che può essere implementata in due posizioni differenti lungo il bordo superiore. Non andremo a fondo nella trattazione dei particolari di design del dispositivo in questione, poiché si tratta di un modello generico che potrebbe non corrispondere a uno smartphone esistente. 

Il prototipo funzionante presentato da Xiaomi è basato su un Mi 9 modificato e risale a circa un anno fa. La fotocamera frontale è totalmente integrata nello schermo, ma questa implementazione presenta alcuni problemi, come la trasmissione della luce. 

Ogni sensore fotografico che si rispetti ha bisogno di molta luce per rendere in maniera ottimale e, a bordo del prototipo Xiaomi, il materiale semi-trasparente posto al di sopra dell’obiettivo potrebbe portare via una parte del fascio luminoso. Ciò spinge la fotocamera ad aumentare la velocità dell’otturatore e a regolare il valore di sensibilità ISO, azioni che potrebbero avere effetti dannosi in termini di qualità dell’immagine finale. Dunque, è necessario ovviare al problema attraverso ottimizzazioni hardware e software.

Come di consueto, vi ricordiamo che un brevetto non è garanzia dell’uscita di un prodotto sul mercato. Tuttavia si tratta di un’utile indicazione per comprendere i piani futuri di un produttore. Le soluzioni full display potrebbero rappresentare lo standard di design degli smartphone del futuro e ci aspettiamo che un numero sempre maggiore di brand segua questa strada.