Skip to main content

Xiaomi Mi 11: quando esce, prezzo, specifiche

Xiaomi Mi 11
Xiaomi Mi 10 Pro (Image credit: Future)

Xiaomi Mi 11 sarà presto uno dei migliori smartphone in circolazione? È passato molto tempo dal debutto di Xiaomi Mi 10 e Mi 10 Pro, e nel frattempo, la società ha introdotto dispositivi interessanti come Black Shark 3, Redmi Note 9S, Poco F2 Pro e Xiaomi Mi 10T. L’azienda ha occupato tutti i segmenti del mercato smartphone. Noi siamo rimasti colpiti dai top di gamma del 2020 e abbiamo grandi aspettative sui successori. 

Altri smartphone che non vediamo l'ora di testare:

Entro la fine dell’anno, Xiaomi dovrebbe introdurre Xiaomi Mi Note 11, il successore dell’eccellente Mi Note 10, uno smartphone con un prezzo da “fascia media”, ma funzionalità degne di un top di gamma.

Nel primo trimestre del 2021, il colosso cinese dovrebbe introdurre la gamma Xiaomi Mi 11: è plausibile che sarà formata da un modello Lite, uno standard e uno Pro. Secondo alcune indiscrezioni, la nuova serie Xiaomi potrebbe chiamarsi Mi 20 al posto di Mi 11, ma è ancora troppo presto per darlo per certo.

Al momento non sono trapelate molte informazioni sui futuri top di gamma, ma non dovrebbe mancare molto per altri leak più consistenti. Non conosciamo ancora il prezzo o la data di uscita, ma abbiamo diverse ipotesi a riguardo.

In questo articolo, abbiamo scritto la nostra lista dei desideri sulla gamma Mi 11. Abbiamo assegnato quattro stelle su cinque sia al Mi 10 che al Mi 10 Pro (Xiaomi ha ancora margini di miglioramento) e quattro stelle e mezzo a Note 10 (ed era molto, molto vicino a cinque). Se Xiaomi dovesse prestare attenzione ai nostri feedback, potrebbe realizzare un dispositivo completo.

AGGIORNAMENTO: Secondo le ultime indiscrezioni Xiaomi Mi 11 potrebbe uscire addirittura a dicembre, al massimo a gennaio, in un testa a testa con Galaxy S21. È stato confermato che Xiaomi Mi 11 sarà il primo smartphone con Snapdragon 888.

Dritti al punto

  • Che cos'è? Il prossimo top di gamma di Xiaomi
  • Quando esce? Probabilmente a gennaio 2021, ma forse prima
  • Quanto costerà? Potrebbe costare circa 800 euro

Disponibilità e prezzo

Xiaomi Mi 10

Xiaomi Mi 10 (Image credit: TechRadar)

Secondo le ultime indiscrezioni, Xiaomi Mi 11 potrebbe uscire a dicembre 2020 o a gennaio 2021, e non a febbraio come ci si poteva aspettare.

Alcune indiscrezioni più datate suggerivano che lo smartphone sarebbe arrivato in contemporanea del nuovo chipset Qualcomm, ma così non è stato. Lo Snapdragon 888 è stato annunciato il 1 dicembre e Xiaomi ha confermato che il Mi 11 sarà uno dei primi smartphone che monterà il nuovo processore top di gamma, senza però svelare novità sulla data di uscita.

Le serie Xiaomi Mi 10 e Mi 9 sono state introdotte a febbraio dei rispettivi anni, quindi è plausibile che ciò si verifichi anche per la gamma Mi 11. Le date di cui sopra si riferiscono alla commercializzazione nel mercato cinese; per il lancio a livello globale, potremmo dover attendere almeno un mese. Ad esempio, la gamma Xiaomi Mi 10 è arrivata a fine marzo in Italia.

Non conosciamo ancora il prezzo dello Xiaomi Mi 11 e non è facile ipotizzarlo, dal momento che Mi 9 e Mi 10 sono molto differenti: il primo era un modello di fascia media mentre Mi 10 è un modello di fascia alta.

Quest’ultimo, al lancio, costava ben 900 euro, mentre il top di gamma, Mi 10 Pro, aveva un prezzo di 1000 euro. Auspichiamo che l’azienda non aumenti ulteriormente il prezzo dei nuovi modelli di punta.

Novità e indiscrezioni

Per ora sono trapelate pochissime informazioni su Xiaomi Mi 11, nello specifico riguardanti il SoC del dispositivo, che sono state anche confermate ufficialmente.

Xiaomi Mi 11 sarà uno dei primi smartphone dotati del nuovo processore Snapdragon 888, e secondo alcune indiscrezioni potrebbe avere 6 GB di RAM, un passo indietro rispetto a Mi 10 (che ha 8 GB di RAM). Al momento non sappiamo quanto affidabile potrebbe rivelarsi questa notizia, quindi non ci resta che stare a vedere. Le indiscrezioni riguardanti il SoC si sono rivelate corrette, quindi magari anche le notizie sul quantitativo di RAM sono affidabili.

Sappiamo anche come potrebbe essere il design di Xiaomi Mi 11 e Mi 11 Pro: 

Mi 11 avrebbe uno schermo piatto ai bordi, differente da dal display curvo di Mi 10, e un tasto di accensione di colore rosso. Mi 11 Pro invece sembra riproporre lo schermo curvato ai lati già visto su Mi 10 e Mi 10 Pro, ma dal render non si notano i controlli per il volume, che su M 10 Pro si trovano vicino al tasto d’accensione. 

Secondo le ultime indiscrezioni, il display di Xiaomi Mi 11 implementerà una nuova tecnologia AI che applica i formati HDR, MEMC o altre migliorie in modo che i contenuti riprodotti abbiano la migliore qualità possibile. 

Lo stesso leaker suggerisce che Xiaomi Mi 11 Pro avrà una fotocamera da soli 50 MP, e non da 108 MP come i top di gamma precedenti, insieme a un teleobbiettivo da 12 MP o 48 MP. 

Le nostre aspettative

Di seguito, abbiamo scritto ciò che vorremmo vedere per Xiaomi Mi 11 e Mi 11 Pro. 

1. Un prezzo inferiore

Come accennato, c'era un'enorme differenza di prezzo tra i modelli Xiaomi Mi 9 e Mi 10: questi ultimi sono modelli premium, ma non sempre si sono imposti sui “rivali” di prezzo simile. Xiaomi è nota per offrire smartphone dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, ma con la serie Mi 10 ha puntato il mercato dei modelli premium.

Vorremmo che la serie Mi 11 si rivolgesse al mercato di fascia media (i dispositivi dovrebbero avere un prezzo superiore a quello del Mi Note 10, un modello di “fascia medio-bassa”), che costassero meno della gamma Mi 10. Se Xiaomi cercherà nuovamente di imporsi nel mercato premium, dovrà abbassare tagliare i prezzi o proporre funzionalità innovative.

Xiaomi Mi 10

Xiaomi Mi 10 (Image credit: TechRadar)

2. Un comparto fotografico migliore nel modello standard

Xiaomi Mi 10 Pro presenta un comparto fotografico completo, a differenza del Mi 10 standard: è privo di un teleobiettivo per scatti con zoom, e i sensori di profondità e macro non sono un granché.

Vorremmo dunque che Xiaomi Mi 11 avesse un teleobiettivo; tutti i top di gamma ne includono uno oramai. I sensori di profondità e macro devono essere rimossi o migliorati: abbiamo testato molti smartphone con sensori da 2 MP di questo tipo e raramente migliorano gli scatti. Servono obiettivi da almeno 5 MP per migliorare la qualità delle immagini, ma si possono anche rimuovere per tagliare il prezzo finale.

3. Miglioramenti per l'interfaccia MIUI

Qualcosa di cui ci lamentiamo in ogni recensione di smartphone Xiaomi è MIUI, l’interfaccia Android del colosso cinese.

MIUI presenta troppi bloatware: viene fornito con app preinstallate che l’utente medio disinstalla per risparmiare spazio e aumentare le prestazioni.

C'è anche una fastidiosa funzione che scansiona automaticamente le nuove app alla ricerca di malware, purtroppo tale operazione non avviene in background e nel frattempo blocca le attività dell’utente. Apprezziamo la sicurezza, ma non vogliamo essere interrotti nel mezzo di una riunione o mentre giochiamo per sapere che l'app è sicura.

Xiaomi deve risolvere tali problemi con MIUI o può lasciare Android stock.

Xiaomi Mi 10 Pro

Xiaomi Mi 10 Pro (Image credit: Future)

4. Uno schermo da 120 Hz

La gamma Xiaomi Mi 10 monta schermi da 90 Hz, dunque il display si aggiorna 90 volte al secondo. Questo migliora l’esperienza visiva, rispetto ai 60 Hz standard, ma la maggior parte dei top di gamma, come Galaxy S20 o OnePlus 8 Pro, presenta pannelli da 120 Hz.

La gamma Xiaomi Mi 11 dovrà montare schermi da 120 Hz se vuole imporsi sulla concorrenza. Di recente Xiaomi ha introdotto lo Xiaomi Mi 10T Pro, il cui schermo arriva a 144 Hz. Questo quindi ci fa sperare che Xiaomi Mi 11 arriverà "almeno" a 120 Hz. Il Mi 10T tuttavia ha un pannello LCD, mentre ci aspettiamo che il Mi 11 abbia un OLED, quindi non è detto che l'azienda decida di alzare la frequenza. Ma lo speriamo ardentemente.  

5. Altoparlanti in una posizione diversa

I modelli Xiaomi Mi 10 montano ottimi altoparlanti, migliori rispetto a quelli dei “rivali”, ma si trovano in una posizione scomoda. Li copriamo costantemente quando guardiamo film o giochiamo.

Speriamo che l’azienda li sposti leggermente sui Mi 11: ciò renderebbe molto più facile godersi i contenuti multimediali.