Skip to main content

Xbox Series S: specifiche tecniche, giochi e prezzo della console economica di Microsoft

Xbox Series S
(Image credit: Microsoft)

Xbox Series S è la console next-gen economica e solo digitale di Microsoft. Precedentemente conosciuta come Project Lockhart, questa versione è stata annunciata da Microsoft in contemporanea con il prezzo e la data di uscita, che sarà la stessa di Xbox Series X.

Per molto tempo, erano circolate alcune indiscrezioni su Xbox Series S, ma dopo l’annuncio ufficiale della serie X, Microsoft sembrava aver rinviato il progetto. Alla fine, nel mese di settembre, erano apparse alcune foto che avevano rivelato l’esistenza della console, costringendo l’azienda ad accelerare i tempi sull'annuncio.

Xbox Series S non solo non avrà un lettore ottico rispetto a Xbox Series X ma le sue specifiche saranno meno potenti. Questo però non significa che non sarà in grado di garantire un’esperienza next-gen: tutti i titoli di nuova generazione, infatti, saranno giocabili anche su questo modello anche se con specifiche tecniche un po’ più basse.

Il fatto che poi Xbox Series S sia una console solo digitale significa che sarà dedicata principalmente al servizio Xbox Game Pass che permette di giocare centinaia di titoli del catalogo online. Per usare un’espressione di Microsoft, si può dire che si tratta di una console dalle "prestazioni next-gen nel formato Xbox più piccolo di sempre".

Vediamo, dunque, nel dettaglio tutte le informazioni disponibili su Xbox Series S, partendo dal prezzo sino ai giochi che saranno disponibili sulla console.

Xbox Series S: uscita e prezzo

(Image credit: Xbox)

Microsoft ha anche annunciato che Xbox Series S arriverà nei negozi il 10 novembre al prezzo di €299. 

Microsoft aveva interrotto sul nascere qualsiasi speculazione sul prezzo di Xbox Series S, a differenza di quanto accaduto con Series X. L'account Twitter ufficiale del marchio ha infatti subito precisato che la console costerà €200 in meno rispetto ai €499 chiesti per la console premium.

Si tratta di una differenza di gran lunga maggiore rispetto al prezzo di Xbox One S che costava €100 in meno rispetto a Xbox One X al momento del lancio. Sicuramente la versione economica sarà l'ideale per chi non vuole spendere troppo o affiancare un sistema next-gen di Microsoft ad altre console.

 Xbox Series S: specifiche tecniche

Xbox Series S

(Image credit: Xbox/Microsoft)

Microsoft ha rivelato le specifiche tecniche di Xbox Series S nel trailer ufficiale di lancio che potete vedere qui sotto:

  • CPU: AMD custom 8-core a 7 nanometri da 3,6 GHz (3,4 GHz con SMT)
  • GPU: 4 teraflops a 1.550 GHz
  • RAM: 10GB GDDR6
  • Frame rate: sino a 120 fps
  • Risoluzione: 1440p con upscaling 4K
  • Lettore ottico: assente
  • Archiviazione: 512 GB NVMe SSD

Xbox Series S è più piccola del 60% rispetto a Xbox Series X e, in generale, è la console più piccola mai prodotta da Microsoft. La risoluzione obiettivo è di 1440p invece dei 4K di Xbox Series X, mentre il frame rate raggiungerà i 120 fps.

Inoltre c’è anche il supporto al ray tracing, ai contenuti video 4K, all’upscaling alla stessa risoluzione e infine anche il variable rate shading e la frequenza di aggiornamento variabile proprio come in Xbox Series X. La console sarà soltanto digitale e questo significa che non ci sarà il lettore ottico. Lo spazio di archiviazione interna è garantito da un SSD personalizzato da 512 GB di formato NVME.

Se per voi lo spazio di archiviazione è particolarmente importante, Microsoft rilascerà anche una scheda di espansione da 12TB. I classici hard disk esterni, in ogni caso, possono essere usati pe rtutti i giochi Xbox One e in generale per i titoli delle generazioni precedenti.

Xbox Series S supporterà inoltre l’audio spaziale, incluso il Dolby Atmos, e il Dolby Vision attraverso le app di streaming. Il supporto al Dolby Vision nei giochi, invece, arriverà sulle console nel 2021.

Xbox Series S: una porta verso il digitale

Xbox Series S backwards compatibility

(Image credit: Microsoft)

Xbox Series S sarà fondamentalmente la console dedicata al digitale, un campo sul quale Microsoft sta puntando ormai da tempo grazie allo streaming di Project xCloud e al sempre crescente catalogo del servizio on-demand Xbox Game Pass che si prepara ad accogliere anche i titoli di EA Play e quelli di Bethesda dopo l’acquisizione da parte di Mcirosoft.

Project xCloud si appoggia ai data center Microsoft presenti in tutto il mondo e potenziati, letteralmente, con hardware Xbox One, in modo da permettere di giocare in streaming su vari dispositivi, ad eccezione di quelli Apple.

Questo potenzialmente permetterà nella prossima generazione di giocare a titoli come Halo Infinite, Forza e altri classici per console e PC, direttamente su smartphone, tablet e computer Windows 10.

Nel frattempo, Xbox Game Pass è ormai diventato il Netflix dei videogiochi, permettendo agli abbonati di accedere a un vasto catalogo di titoli, ovviamente in versione digitale. Dal lancio avvenuto nel 2017, Xbox Game Pass è cresciuto in maniera straordinaria fino a raggiungere i 10 milioni di abbonati.

Sempre che ce ne fosse bisogno, servizi come Project xCloud e Xbox Game Pass confermano che i supporti fisici non sono indispensabili, con Microsoft che sta dimostrando di essere in grado di mettere a disposizione una buona quantità e qualità di contenuti digitali. Xbox Series S potrà sfruttare tutto questo, dimostrando probabilmente che una console può reggersi tranquillamente sui servizi e non necessariamente sui singoli giochi.