Skip to main content

Terabit Ethernet: connettività ultraveloce a un costo elevato

(Image credit: Shutterstock / Angelus_Svetlana)

L’aumento esponenziale della domanda di dati ha fatto sì che il consorzio di tecnologia Ethernet annunciasse una nuova tecnologia da 800 Gigabit.

AnandTech, rivista online che si occupa di hardware per computer, riferisce che lo standard si basa sulle attuali corsie da 106,25 G (introdotte per le connessioni da 400 Gb), raddoppiando il numero da quattro a otto; si tratta sostanzialmente di due linee da 400 Gb collegate.

L'applicazione principale della tecnologia sarà destinata ai data center, dove gli operatori iperscale (capacità di un'architettura di ridimensionarsi in modo appropriato man mano che aumenta la domanda nel sistema), le aziende di hosting di siti web e gli HPC trarranno il massimo vantaggio dall'ampliamento della larghezza di banda. 

Corsa al Terabit

800 Gigabit non sono ancora 1 Tbit, ma è probabile che la prossima generazione di cavi Ethernet sarà in grado di infrangere la barriera del Terabit al secondo.

Gli utenti finali riusciranno a sfruttare queste connessioni sui loro dispositivi? La maggior parte dei notebook in vendita non è più dotata di una connessione Ethernet e il cloud computing, come i principali servizi di streaming, hanno reso i server e i NAS (servizi collegati in rete) poco diffusi.

In altre parole, la tecnologia GbE, che è 1/800 più lenta rispetto a quella annunciata di recente, rimarrà con noi ancora per un bel po', con il 2,5 GbE che potrebbe essere il passo successivo, seguito da 5 GbE e 10 GbE. Poche schede madri, ad esempio, presentano un connettore 10G e il costo medio per l’acquisto di uno switch 10G, di un router e di una scheda plug-in è ancora molto alto.

Vale la pena notare che, nonostante gli ultimi progressi della tecnologia wireless, la connettività Gigabit cablata rimane il metodo più affidabile per la trasmissione dei dati.

Fonte: AnandTech