Skip to main content

Google Chrome, questa estensione vi proteggerà dalle minacce online

ZoneAlarm Web Secure Free
(Image credit: Check Point)

Check Point ha rilasciato una nuova estensione per Google Chrome chiamata ZoneAlarm Web Secure Free, che offre agli utenti una protezione gratuita contro attacchi di phishing, download dannosi e siti web pericolosi.

La nuova soluzione contro le minacce online è un'estensione di Google Chrome, che può aiutare a proteggere gli utenti online mentre navigano sul web.

Quando un utente aggiunge l'estensione ZoneAlarm Web Secure Free a Chrome, questo diventa il motore di ricerca predefinito. Il motore di ricerca utilizza il database ThreatCloud di Check Point, che contiene informazioni aggiornate sulle minacce globali, per scansionare i risultati della ricerca e classificarli in base al loro potenziale rischio.

Protezione da phishing e malware 

ZoneAlarm Web Secure Free protegge anche le credenziali degli utenti dagli attacchi di phishing utilizzando ZoneAlarm Zero-Phishing. La tecnologia esegue la scansione di tutti i siti web prima di consentire agli utenti di inserire qualsiasi informazione personale e allo stesso tempo metterli in guardia sugli eventuali tentativi di rubare i loro dati personali.

La nuova soluzione di sicurezza gratuita di Check Point utilizza la tecnologia discansione delle minacce di ZoneAlarm per consentire agli utenti di scaricare in modo sicuro documenti dalle e-mail e dai vari siti. La rilevazione delle minacce rimuove automaticamente qualsiasi codice sospetto o dannoso dai documenti in pochi secondi per garantire che un file estratto sia completamente sicuro, il tutto senza risultare invadente per gli utenti.

Dror Levy, responsabile delle vendite di consumatori presso Check Point, ha spiegato in un comunicato stampa che ZoneAlarm Web Secure Free può aiutare a proteggere gli utenti dal recente aumento di truffe online correlate al coronavirus, affermando:

"I criminali informatici sono sempre alla ricerca di nuovi modi per colpire i consumatori e spesso sfruttano le situazioni che causano panico, come abbiamo visto di recente con l'aumento di spam dannoso relativo al Covid-19. Abbiamo scoperto che i domini correlati al coronavirus hanno il 50% in più di probabilità di essere dannosi rispetto ad altri. Dall'inizio di gennaio sono stati registrati oltre 16.000 nuovi domini correlati al coronavirus e dalla fine di febbraio 2020 il numero medio di nuovi domini è quasi 10 volte superiore rispetto a quello delle settimane precedenti. I criminali informatici sfruttano parole come Covid-19 e coronavirus per spammare codici sconto, ma in realtà sono delle vere e proprie truffe. Utilizzare soluzioni come ZoneAlarm Web Secure Free può proteggere gli utenti da tali minacce, merito delle migliori tecnologie di livello aziendale che mantengono sicura la navigazione online".