Skip to main content

Slack e Amazon si alleano per sfidare Microsoft Teams e Zoom

(Image credit: Shutterstock / rafapress)

Slack e Amazon Web Services annunciano un nuovo accordo pluriennale e si preparano a sfidare i leader del settore Microsoft Teams e Zoom.

La partnership già pre esistente tra le aziende verrà resa ancora più salda. Le chiamate vocali e le videoconferenze di Slack verranno gestite dai server di Amazon Chime, scelta che consentirà all'azienda di offrire agli utenti un'esperienza superiore.

Inoltre, AWS Chatbot integrerà un servizio per aiutare i team DevOps a collaborare meglio, e Amazon Appflow faciliterà lo scambio di dati sicuro tra i servizi di Slack e AWS, eliminando la necessità di trasferire i dati tra sistemi diversi.

Slack include ora i servizi di AWS, consentendo alle aziende di gestire i propri archivi direttamente da esso, previa verifica degli obblighi di conformità.

Il nuovo accordo prevede che AWS migliorerà Slack dall’interno, attraverso una nuova forza lavoro composta da 25.000 dipendenti. La distribuzione del business cloud verrà estesa a tutti gli utenti e questo accordo potrebbe rappresentare una grande vittoria per chi usa Slack.

Slack e AWS

AWS era già il fornitore di cloud computing di riferimento scelto da Slack. Adesso i servizi Amazon utilizzati dall'azienda aumenteranno ulteriormente per gestire e sviluppare al meglio la collaborazione includendo funzioni di: archiviazione, elaborazione, database, sicurezza, analisi e machine learning.

Anche se non è stato dichiarato esplicitamente, è probabile che il nuovo accordo serva ad escludere i giganti del settore Microsoft Azure e Google Cloud da una qualsiasi potenzialmente futura collaborazione con Slack.

Il cambiamento più significativo scaturito dal nuovo accordo consiste nella gestione da parte di Amazon Chime delle videoconferenze e delle chiamate vocali di Slack, così come le funzioni di condivisione. Questo consentirà all’app di poter competere con i leader del mercato offrendo un’esperienza di elevata qualità.

A lungo termine, la gestione di Amazon Chime consentirà a Slack di integrare nuove funzionalità, come ad esempio le videochiamate dai dispositivi mobili.

Stewart Butterfield, CEO e co-fondatore di Slack afferma "Il software per aziende verrà implementato con una combinazione di servizi cloud e strumenti di collaborazione per migliorare il flusso lavorativo". "La collaborazione strategica con AWS consentirà a entrambe le aziende di adattarsi alle esigenze della società odierna, offrendo un servizio migliore ai nostri clienti".

Andy Jassy, CEO di AWS, ha sottolineato i vantaggi del nuovo accordo per i team di sviluppo, che saranno in grado di gestire i servizi basati su cloud senza abbandonare il client Slack affermando che: "Insieme, AWS e Slack offriranno ai team di sviluppatori la possibilità di collaborare e innovarsi più rapidamente, offrendo al contempo la possibilità di gestire al meglio le proprie infrastrutture di cloud back-end".

In seguito, ha aggiunto Jassy: “Gli utenti AWS otterranno inoltre un nuovo e potente mezzo per gestire le proprie risorse, aiutando i team a collaborare meglio e a creare più applicativi grazie all’utilizzo del nuovo set di servizi cloud. Non vediamo l'ora di lavorare con Slack per migliorare la gestione del nostro cloud ".

Secondo un recente rapporto sugli utili dell'azienda, Slack conta oltre 122.000 clienti paganti, il 28% in più rispetto allo scorso anno, anche se i suoi più grandi competitor, tra cui Zoom, hanno raggiunto numeri molto più elevati. Slack spera che la nuova collaborazione con Amazon contribuirà a ridurre il divario creatosi nel tempo.