Skip to main content

Samsung Galaxy Note 20, il display forse non sarà all'altezza delle aspettative

(Image credit: Future)

Ci si aspetta che Samsung debutti presto con la nuova gamma Galaxy Note 20 in un evento virtuale che si terrà ad agosto, e sono iniziate a circolare alcune voci sull'offerta degli smartphone di fascia alta dell'azienda e su ciò che potrebbe comportare.

Uno degli ultimi rumor proviene dal famoso Ice universe di Twitter, che offre alcuni dettagli sul presunto display entry-level di Note 20, insieme a un'opinione al riguardo tutt'altro che rosea.

Riferendosi al display con aggettivi tutt'altro che lusinghieri, Ice universe dichiara che il modello standard di Samsung Galaxy Note 20 seguirà lo stesso approccio del Galaxy Note 10 dello scorso anno, in quanto presenterà ancora una volta un display FHD+ con una frequenza di aggiornamento di 60Hz.

Tuttavia, il rumor mette in luce un altro fondamentale cambiamento, in quanto conferma che Samsung abbandonerà il rivestimento in vetro curvo presente nei suoi ultimi smartphone Note a favore di un classico schermo piatto in stile Galaxy S20.

La sua già tanto vociferata risoluzione a 1080p è abbastanza facile da prevedere, il dispositivo sarà sicuramente più piccolo del presunto Galaxy Note 20 Plus, ma l'idea che Samsung mantenga un display già obsoleto a 60Hz nel suo prossimo prodotto di punta del 2020 sembra molto meno probabile. Soprattutto considerando che ogni modello nella gamma Galaxy S20 di quest'anno presenta un display a 120Hz.

L'eventuale scelta di uno schermo piatto sembra del tutto plausibile, visto che Samsung ha già apportato questa modifica alla sua gamma Galaxy S20, forse nel tentativo di soddisfare i detrattori dell'Infinity Display nella comunità Android.

Naturalmente, sono dettagli tutt'altro che concreti e dovremo attendere fino all'evento Samsung del 5 agosto, quando le specifiche della gamma Galaxy Note 20 saranno rivelate.