QLED: la tecnologia dei televisori Samsung

Samsung QLED TV
Image Credit: Samsung

Cos’è la tecnologia QLED? Se vi state guardando intorno per acquistare un nuovo televisore, probabilmente vi siete già imbattuti nei QLED di Samsung, ma non avete ancora chiara la differenza che c’è con le altre tecnologie sul mercato.

Sostanzialmente, i TV QLED sono dotati di una tecnologia proprietaria di Samsung. A questi schermi top di gamma viene applicato il Quantum Dots Filter, in modo da esaltare i colori e i contrasti e aumentare la qualità di immagini in formato HDR e 4K, che risultano nettamente migliori rispetto agli schermi LCD/LED sprovvisti di questa tecnologia.

E non è tutto qui. I modelli QLED ora includono l’assistente vocale Bixby e l’elegante Ambient Mode, che vi da la possibilità di far mimetizzare il televisore con l’ambiente circostante.

Non si tratta di una rivoluzione nell’ambito degli schermi, ma offre degli standard visivi che vanno ben oltre quelli dei classici televisori LCD. Ora ci sono più televisori QLED che mai nel catalogo di TV Samsung del 2019, e la competizione con le tecnologie rivali (come OLED) diventa sempre più spietata.

In questo articolo parleremo di tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia QLED, com’è in paragone ai classici televisori LCD/LED e se i televisori QLED sono dispositivi in cui vale la pena investire.

Cos’è la tecnologia QLED?

Per farla breve, è un po’ come un enigma. Letteralmente QLED è l’acronimo (o almeno, questo è quello che crediamo) di quantum dot light-emitting diode (da non confondere con OLED). Questa tecnologia di Samsung è sostanzialmente l’ultima evoluzione della stessa tecnologia quantum dot sulla quale l’azienda ha lavorato negli scorsi anni.

Tecnicamente, i televisori QLED Samsung non sono QLED, per lo meno non nel modo che intendiamo noi. Un LED ‘“vero’” emette luce propria, come lascia intendere il nome, mentre gli ultimi televisori Samsung impiegano una tecnologia a retroilluminazione LCD, esattamente come ogni altro televisore LCD/LED. Quindi non siamo sicuri della provenienza dell’appellativo QLED.

QLED TV: cos'è la tecnologia QLED?

Come funzionano i televisori QLED?

È complicato, ma continuate a leggere. Tanto per cominciare, tutti i televisori QLED hanno un filtro quantum dot. Da quest’anno, c’è una nuova componente rifinita in alluminio che aiuta l’efficienza dei dot, che risultano più luminosi e quindi assicurano colori più vividi e fedeli.

Quindi, cos’è esattamente un filtro quantum dot? Si tratta di un sottile velo semi-conduttore di frammenti di cristalli liquidi che possono essere controllati con precisione per quanto riguarda la riproduzione del colore e sostituiscono i filtri colorati rossi, verdi e blu dei televisori più datati.

Samsung sostiene che i suoi televisori QLED impiegano i nuovi filtri per riprodurre al 100% lo spazio colore DCI/P3 (in parole povere, riprodurre neri più intensi e un effetto HDR più brillante) e mantenere la performance qualsiasi sia il livello di luminosità.

In effetti, sono così luminosi che i QLED Samsung possono gestire qualunque valore di luminosità compreso tra 1500 e 2000 nit. Considerando che sono necessari 1000 nit per riprodurre l’HDR, ci chiediamo chi potrebbe sopportare il bagliore di 2000 nit senza un paio di occhiali da sole.

Gli avanzamenti del fattore luminosità sono interessanti, e Samsung sostiene che i pixel dei nuovi televisori QLED hanno una struttura diversa che garantisce un miglioramento sensibile della visuale fuori asse. Questo potrebbe essere il punto forte degli schermi QLED per chi sta cercando un televisore per il soggiorno.

Flaconi di quantum dot prima che venissero messi dentro un televisore. © Jamie Carter

Flaconi di quantum dot prima che venissero messi dentro un televisore. © Jamie Carter

QLED contro LED

Al di là della svolta di Samsung nel marketing, ci teniamo a sottolineare che la tecnologia QLED non è davvero niente di nuovo. In effetti, non è molto altro se non l’ultima modifica (probabilmente una delle ultime possibili da realizzare a livello tecnico) alla tecnologia LCD/LED, leader nei maxischermi durante l’ultimo decennio.

Le innovazioni della tecnologia QLED (neri più profondi, colori migliori e angoli di visione più ampi) fanno fronte ai problemi tradizionali della tecnologia LCD/LED, ma sono comunque gli stessi problemi che si presentano anno dopo anno per i produttori di televisori. Solo prossimamente sapremo se in effetti la tecnologia QLED sarà un passo avanti significativo rispetto agli schermi LCD/LED tradizionali, anche se è probabile che Samsung apporterà degli effettivi miglioramenti sotto questi aspetti.

QLED contro OLED

Forse è più interessare paragonare i televisori QLED agli OLED. Questi ultimi impiegano pixel che emettono luce propria, ma gli schermi OLED sono prodotti solo da LG, la rivale di Samsung, e ora usati anche da Sony, Panasonic e Philips.

Non c’è dubbio quindi che la tecnologia QLED sia avvantaggiata in termini di luminosità (quindi, in teoria, potrebbe gestire in modo migliore i contenuti HDR). Ad ogni modo, se state cercando la svolta in quanto a qualità dell’immagine e la tecnologia degli schermi di prossima generazione, OLED primeggia ancora. La tecnologia OLED impiega pixel che si illuminano singolarmente per ottenere un migliore rapporto di contrasto e neri più profondi, a un livello che gli schermi LCD/LED non raggiungeranno mai, a prescindere dal filtro quantum dot.

QLED TV: folla

Con più di 1500 nit, i Samsung QLED sono ultra-luminosi. © Jamie Carter

Cos’è successo ai SUHD?

QLED e SUHD sono sostanzialmente la stessa cosa, ma la tecnologia QLED è più orientata verso il marketing, anche se il salto dai 1000 nit dei televisori SUHD top di gamma ai 1500-2000 nit dei televisori QLED è più rivoluzionario di quanto sembri. Per farla breve, gli acquirenti stanno ancora cercando di capire cosa sia la tecnologia UHD, quindi la SUHD si è rivelata semplicemente troppo complicata e Samsung ha deciso di lasciar perdere. Sicuramente non ha aiutato il fatto che la ‘S’ nel nome SUHD non avesse un significato specifico, anche se noi non siamo ancora convinti che QLED abbia un significato più chiaro.

QLED TV: cos'è la tecnologia QLED?

I QLED Samsung vengono venduti con un supporto 'Studio' girevole.

Dovrei acquistare un televisore QLED?

Si dice che i QLED di Samsung siano più luminosi che mai, che il colore sia della massima accuratezza possibile, e che quindi le performance siano ottime in tutte le condizioni di luce.

Per un certo verso, queste affermazioni sono vere. I miglioramenti che Samsung ha apportato negli ultimi anni agli schermi QLED hanno portato alla produzione di televisori stupefacenti, come il Samsung Q90 QLED del 2019. Samsung è stata attenta ad usare la parola QLED associandola solo a schermi di qualità superiore.

Sarebbero televisori perfetti per qualsiasi soggiorno, ma dipende da quanto volete spendere. Si pagano ancora migliaia di euro per un buon televisore QLED, quindi la longevità di questa tecnologia dipende anche da quanto Samsung riuscirà a far scendere il prezzo. Per il momento, comunque, la tecnologia QLED sembra molto promettente.