Skip to main content

PS5, l'incubo del drift non risparmia i DualSense

controller DualSense
(Image credit: Sony)

Sembra che diversi controller DualSense PS5 stiano subendo problemi di "stick drift", il fenomeno per cui le levette registrano lievi input direzionali anche se l'utente non le aziona affatto. Di conseguenza, si possono notare movimenti autonomi del mirino o del personaggio sullo schermo, che può diventare alquanto frustrante.

In particolare, un utente afferma che il problema si è manifestato 10 giorni dopo aver ricevuto la propria console. Un altro utente ha caricato un video di 15 secondi di  Destiny 2 su Reddit, in cui si vede il mirino spostarsi completamente da solo. 

Il problema del drift è diventato molto diffuso negli ultimi anni, specialmente in relazione ai Joy-Con di Nintendo Switch, con grande frustrazione dei suoi utenti. Nel caso dell'azienda giapponese, ciò ha portato anche a diverse cause legali e alle scuse ufficiali da parte di Nintendo.

Anche il controller Xbox One di Microsoft è stato oggetto di una causa legale per lo stesso problema. In questo caso, un giocatore piuttosto adirato ha avviato una procedura di class action per via del presunto difetto.

Ma cosa si può fare se il controller DualSense per PS5 manifesta questo temuto problema? La prima opzione è ovviamente inviare il pad a Sony per una riparazione, dato che il drift è coperto da garanzia. Tuttavia, come segnalato da Kotaku, la procedura può essere lunga e complicata, inoltre i costi di spedizione sono a carico dell'utente.

Ma il problema esiste davvero?

Negarlo è quasi impossibile, anche se va detto che ognuno utilizza il proprio controller in modo leggermente diverso dagli altri. Alcuni giocatori saranno più delicati altri meno, e alla fine si potrebbe anche scoprire che il controller non è poi così resistente come dovrebbe. Qui si potrebbe arrivare a capire se il problema sia un vero e proprio difetto hardware o meno.

Sebbene i possessori di PS5 qui in TechRadar non abbiano riscontrato tale difetto, almeno fino alla stesura di questo articolo, continueremo a tenere d'occhio la situazione.

Abbiamo contattato Sony chiedendo un commento e aggiorneremo l'articolo non appena ne sapremo di più.