Skip to main content

Nvidia GeForce RTX 3000, il 4K fluido come non l'avete mai visto

Nvidia GeForce RTX 2080 Ti
(Image credit: TechRadar)

La gamma Nvidia GeForce RTX 3000 potrebbe riservare molte sorprese e inaugurare una nuova era per il gaming in 4K su PC, stando alle ultime indiscrezioni del canale YouTube Moore’s Law is Dead. Quest’ultimo non è uno dei leaker hardware più famosi, ma negli ultimi tempi il canale ha iniziato a farsi un nome, rivelando alcuni dettagli molto interessanti. 

Lo YouTuber afferma di aver parlato con fonti interne di Nvidia e ha condiviso molti dettagli sulle schede grafiche di nuova generazione dell'azienda (queste informazioni si riferiscono agli engineering sample, quindi è presto per giungere a conclusioni certe).

Gran parte delle informazioni riguarda la GPU GA102, che dovrebbe essere l'offerta consumer di fascia alta Nvidia e dovrebbe chiamarsi RTX 3080 Ti (ammesso che Nvidia prosegua con il suo attuale schema di denominazione).

Qualunque sia il nome della suddetta, potrebbe offrire prestazioni incredibili per via dell’elevata frequenza massima di ben 2,2GHz, dei 21TFlop di potenza totale e della VRAM da 18Gbps, che dovrebbe garantire una larghezza di banda di ben 864 GB/s, circa il 40% in più rispetto a una 2080 Ti (616 GB/s); dovrebbe anche supportare le linee PCIe 4.0.

(Image credit: Future)

Una serie completa

Alcune delle schede grafiche della gamma 3000 (GA103 e GA104) potrebbero raggiungere una frequenza massima di 2,5GHz (un valore piuttosto elevato per questa classe di prodotti), stando alle dichiarazioni delle fonti di Moore’s Law is Dead.

In generale, le schede RTX 3000, prodotte col nodo a 7nm di TSMC, sarebbero così potenti da essere limitate dalla CPU a 1080p e 1440p, e secondo le indiscrezioni i nuovi modelli Ampere renderanno la grafica 4K lo standard principale su PC. Pare che in 4K la RTX 3080 Ti offrirà un aumento del frame rate del 40% in giochi non ottimizzati, del 50% in generale, e fino al 70% con determinati titoli, rispetto alla 2080 Ti. Queste sono affermazioni quasi incredibili e riguardano le prestazioni con la tradizionale rasterizzazione (che la maggior parte dei giochi utilizza ancora, ovviamente). 

(Image credit: Microsoft; Remedy)

RTX attivo

Parlando di ray tracing, sembra che le GPU Ampere non includeranno RT core in più, tuttavia le prestazioni saranno molto più efficienti. Infatti, si vocifera che le suddette unità offriranno prestazioni quattro volte superiori a quelle delle attuali GPU RTX Turing.

Se ciò fosse vero, anche le schede di fascia bassa della serie RTX 3000 potrebbero offrire un frame rate con ray tracing attivo paragonabile a quello dei modelli di punta Turing (e non è la prima volta che sentiamo questa indiscrezione).

Lo YouTuber ha affermato che la RTX 3080 Ti garantirà un frame rate quattro o cinque volte superiore a quello di una Titan RTX, in Minecraft RTX. Detto questo, siamo ancora molto lontani da un'implementazione completa del ray tracing, ma sembra che Ampere sarà in grado di gestire effetti di ray tracing migliori di quelli che abbiamo ora e con un frame rate "ragionevole".

(Image credit: Future)

Avvolte nel mistero

Le schede grafiche Nvidia Ampere dovrebbero montare un dispositivo di raffreddamento simile a quello delle attuali soluzioni RTX 2000 Founders Edition, ma con tre ventole (anziché due) per un migliore raffreddamento e meno rumore.

Il leaker ha anche aggiunto che gli engineering sample utilizzano attualmente solo due connettori di alimentazione a 8 pin, mentre, i modelli Turing ne utilizzavano tre nella stessa fase di sviluppo, quindi dovrebbero rivelarsi più efficienti dei predecessori.

Si parla anche di un DLSS 3.0 che sarà "molto meglio" della versione 2.0, che già di per sé si è rivelato un bel passo avanti rispetto alla prima versione. Detto questo, i titoli dovranno essere specificamente codificati per sfruttare il DLSS, ma, grazie alla versione 3.0, tale operazione sarà più semplice per gli sviluppatori.

Le schede grafiche Ampere di prossima generazione di Nvidia dovrebbero arrivare nel terzo trimestre del 2020. Di solito, il Team Green presenta prima le sue soluzioni più potenti (RTX 3080Ti, RTX 3080, RTX 3070) e successivamente i modelli mainstream (RTX 3060 e RTX 3050).

Le tempistiche potrebbero comunque dilatarsi a causa della pandemia da coronavirus. Per concludere, Nvidia potrebbe svelare qualche informazione ufficiale sulle GPU Ampere durante il GTC, che sarà trasmesso su YouTube, alla fine di questa settimana (14 maggio).

Via PC GamesN