Skip to main content

Nintendo finalmente fa ammenda per i problemi tecnici dei Joy-Con

(Image credit: skvalval / Shutterstock.com)

Nintendo Switch è una console fantastica, ma i Joy-Con hanno causato problemi a molti giocatori. È capitato che i controller analogici si attivassero anche senza una pressione da parte dell’utente. Il problema non ha interessato tutti i giocatori, tuttavia sono state molte le segnalazioni di utenti Nintendo Switch che hanno riscontrato movimenti anomali dei propri personaggi, senza che la levetta analogica venisse toccata.

I giocatori hanno segnalato tale problema sin dall’uscita della console nel 2017, e ora, tre anni dopo, Nintendo si è scusata ufficialmente per il problema.

Durante una conferenza con gli azionisti (tramite Nintendo Life), il presidente della compagnia, Shuntaro Furukawa, si è infatti scusato per "l'inconveniente". Tuttavia, a causa di una causa legale attualmente in corso negli USA, Furukawa ha ribadito di non poter approfondire la vicenda. 

(Image credit: Nintendo)

Azione legale

Le scuse di Nintendo sono arrivate troppo tardi, infatti lo studio legale statunitense CSK&D ha avviato una causa contro Nintendo of America "per conto degli acquirenti di Switch e controller Joy-Con, considerati i presunti difetti riportati".

Nintendo aveva anche rilasciato una dichiarazione a The Verge, asserendo: "Alla Nintendo siamo molto orgogliosi di creare prodotti di qualità che miglioriamo continuamente. Siamo a conoscenza delle recenti segnalazioni sui difetti tecnici di alcuni controller Joy-Con. Vogliamo che i nostri consumatori si divertano con Nintendo Switch e se qualcosa non raggiunge quest’obiettivo, li incoraggiamo sempre a visitare la pagina di supporto http://support.nintendo.com".

Il processo è stata aperto a luglio 2019, e successivamente ha coinvolto anche acquirenti di Nintendo Switch Lite che avevano segnalato problemi simili in merito. Come detto, la causa è ancora in corso e pare siano state avviate negoziazioni per risolvere il caso in via extragiudiziale.

Speriamo che Nintendo risolva questo problema anche per le future console, come Nintendo Switch 2. La buona notizia è che l’azienda consente di far riparare gratuitamente gli stick, anche se fuori dalla garanzia.