Skip to main content

Le migliori cuffie del 2020: modelli di tutti i formati con il miglior rapporto qualità-prezzo

Spesso non basta un’occhiata veloce per conoscere le caratteristiche di un paio di cuffie, per questo motivo vogliamo spiegarvi un paio di informazioni chiave sui vari formati delle cuffie.

Queste informazioni vi aiuteranno durante l’acquisto in modo da non avere alcuna sorpresa.

Quali cuffie comprare? Guardate il nostro video per conoscere tutto quello che c'è da sapere.

Auricolari con filo

Auricolari 1More Triple Driver In-Ear Image credit: 1More (Image credit: 1MORE)

Questo tipo di cuffie sono conosciute universalmente come auricolari e di solito rappresentano l'opzione più conveniente e facile per ascoltare musica. Se avete comprato uno smartphone è probabile che un paio fosse incluso nella confezione.

Gli auricolari si posizionano all'interno (in-ear) oppure all'esterno del canale uditivo. Rispetto ad altri tipi di cuffie, gli auricolari sono più discreti e le loro dimensioni ridotte li rendono ideali per essere portate in giro e per essere usati durante l'attività sportiva.

È in ogni caso improbabile che riusciate a trovare delle buone prestazioni con auricolari di fascia bassa. La qualità sonora è generalmente scadente, con pochi bassi e con una compensazione eccessiva dei medi e degli alti. Detto questo, non vi costerà (letteralmente) molto trovare un'opzione che comprenda i controlli integrati e il microfono.

Cuffie on-ear 

Cuffie on-ear Grado's GW100 Wireless Image credit: TechRadar

Nonostante all'apparenza siano simili alle cuffie over-ear, le on-ear vengono posizionate sulla testa in modo leggermente diverso. Invece di avvolgere le vostre orecchie con una leggera imbottitura, le cuffie on-ear creano un sigillo leggero che permette il passaggio dell’aria. Di conseguenza, l'isolamento acustico è molto meno efficace rispetto alle opzioni in-ear e over-ear e se questo potrebbe essere un problema per alcuni, potrebbe rivelarsi un grande vantaggio per altri.

Solitamente le cuffie on-ear hanno una portabilità maggiore rispetto a quelle over-ear e proprio per questo motivo sono preferite da chi viaggia oppure da chi pratica sport. Fare una passeggiata oppure un po' di jogging risulta più sicuro dato che permettono di sentire il traffico circostante ed essere consapevoli dei potenziali pericoli.

 Cuffie over-ear 

Cuffie Beyerdynamic DT 1990 Pro Image credit: Beyerdynamic

 Questo tipo di cuffie, che potrebbero ricordare dei paraorecchie, offrono un suono più ricco e profondo che permette di distinguere gli strumenti e i suoni con più facilità. Inoltre le over-ear, o in italiano "circumaurali", circondano l'orecchio e offrono un’imbottitura più spessa e un maggiore isolamento.

La fascia di prezzo per un paio di cuffie on-ear parte da €90 e da lì non ci sono limiti. Ad esempio le Oppo PM-1, nonostante siano eccellenti, hanno un costo esorbitante di circa €1000. Non è assolutamente necessario spendere così tanto, ma c'è un limite a quanto si può scendere di prezzo se si vuole un'ottima qualità audio.

Se il vostro budget è di circa €200-300, avrete modo di trovare cuffie con buone caratteristiche: dai materiali di alta qualità a un audio eccellente passando per funzionalità come la cancellazione del rumore attiva.

 Cuffie wireless 

The OnePlus Bullets Wireless 2

The OnePlus Bullets Wireless 2 (Image credit: Future)

La tipologia di cuffie senza filo raccoglie le altre tre categorie: auricolari, on-ear e over-ear. Tutti questi formati nella loro versione wireless usano ovviamente una batteria interna e sfruttano il bluetooth per connettersi a smartphone, laptop e altri dispositivi.

Per quanto riguarda i modelli on-ear e over-ear, la differenza rispetto alle versioni standard è nell'assenza dei cavi. In tutti gli altri aspetti sono totalmente identici alle controparti cablate. Inoltre molto spesso hanno una tecnologia di cancellazione del
rumore implementata.

Gli auricolari wireless solitamente hanno un cavo che li collega tra loro ma anche in questo caso è stato eliminato. Anche se esistono i true wireless, la presenza di un cavo che garantisca di non perderli potrebbe essere apprezzata, ad esempio, dagli sportivi per evitare spiacevoli inconvenienti durante l'attività fisica.

In ogni caso se state valutando l'acquisto di auricolari wireless dovrete inevitabilmente spendere almeno tra i €50 e i €100 in più. Quasi superfluo aggiungere che questa tipologia di cuffie wireless, per funzionare, deve interfacciarsi inevitabilmente con dispositivi che sono in grado di supportare un segnale bluetooth.

Per quanto riguarda questa tecnologia, dobbiamo aggiungere che è diventata sempre più affidabile col passare del tempo, ma rimane sempre suscettibile a disturbi del segnale.

Auricolari true wireless

(Image credit: Steve May)

Gli auricolari true wireless non hanno alcun tipo di cavo che li collega al dispositivo o tra di loro. Per alcune persone questo significa libertà assoluta, mentre per i più distratti, equivale a vivere con l'incubo di perderli chissà dove.

Fino a qualche tempo fa un punto debole degli auricolari true wireless era la qualità del segnale bluetooth ma per fortuna la tecnologia si è evoluta negli ultimi anni. Grazie a formati come aptX HD, le migliori cuffie bluetooth hanno adesso un suono quasi alla pari con quello dei modelli con cavo.

Inoltre gli auricolari true wireless si stanno affermando sempre di più sul mercato e per rendersene conto basta vedere quanto sono diventati popolari modelli come Apple AirPods (2019)Beats Powerbeats Pro e Samsung Galaxy Buds con il più recente modello Plus.

Cuffie con cancellazione del rumore 

Cuffie Bose QuietComfort 35 II credit: TechRadar

Questa categoria, così come le cuffie wireless, è traversale ai vari formati e questo significa che potete trovare un mix di tecnologie integrate sia nelle cuffie in-ear che quelle over-ear.

Numerose aziende affermano di offrire una vera cancellazione del rumore grazie all'imbottitura attorno agli altoparlanti. Non credeteci. Si tratta di cancellazione del rumore passiva (PNC) e, per intenderci, potete ricreare lo stesso effetto ponendo le mani sulle vostre orecchie.

D'altro canto, la cancellazione attiva del rumore (ANC) è quella che è davvero in grado di fare la differenza utilizzando microfono esterni in grado di rilevare i decibel nell'ambiente esterno. Quando è stato calcolato il livello del rumore che proviene dall'esterno, gli altoparlanti delle cuffie emettono a loro volta un segnale che smorza il chiasso. Il risultato finale è quello di silenziare il rumore esterno, permettendovi di concentrarvi sull'audio delle vostre cuffie.

Amazon Music Unlimited, migliaia di brani da ascoltare con la prova gratuita