Skip to main content

Microsoft Surface Pro 7, uscita, prezzo e caratteristiche

Il Surface Pro 7 è uno dei prodotti Microsoft più attesi. Lo vedremo forse il prossimo 2 ottobre, data in cui l'azienda terrà un evento ufficiale. Per il momento, però, disponiamo solo di informazioni non ufficiali. 

La linea Surface Pro di Microsoft è diventata un punto di riferimento sia per i tablet Windows sia per i 2-in-1, ed è ormai un punto di riferimento nel panorama dei computer Windows. Allo stesso tempo, però, quando uscì il Surface Pro 6, a ottobre 2018, fu una mezza delusione perché c’erano poche novità rispetto al modello del 2017, e nessuna particolarmente interessante. Ci chiediamo dunque che cosa vale la pena di aspettarsi dal prossimo Microsoft Surface Pro 7. 

Consideriamo quindi il Surface Pro 7. Abbiamo visto diversi brevetti relativi al nuovo Surface Pro, che potenzialmente potrebbero cambiare alla radice il modo in cui usiamo il tablet Windows. 

Per esempio, c’è un nuovo caricatore magnetico USB-C, che speriamo davvero sia realizzato. E naturalmente i nuovi processori Intel Ice Lake, che dovrebbero uscire entro la fine dell’anno. Sempre che Microsoft non crei Surface Pro 7 con processore ARM, e che il Surface Pro 7 non finisca per essere ancora più potente.

Niente di tutto ciò è confermato, comunque, quindi per il momento siamo nel campo della pura speculazione, per quanto ragionata. Potremmo saperne di più man mano che ci avviciniamo all'evento di Microsoft programmato per il 2 ottobre. Noi comunque ontinueremo ad aggiornare l'articolo con tutte le nuove informazioni.

Dritti al punto

  • Che cos’è? Il prossimo Microsoft Surface Pro 7
  • Quando uscirà? Verso la fine del 2019  
  • Quanto costerà? Probabilmente a partire da 849 euro, ma forse ci sarà un modello più economico.  

Surface Pro 7

Surface Pro 7 data di uscita 

Il Surface Pro 6 è praticamente appena uscito, quindi è improbabile che ne vedremo un altro prima della fine dell’anno, o potrebbe essere persino nel 2020. Comunque, Microsoft ha messo in agenda un evento ufficiale per il prossimo 2 ottobre 2019, data in cui potrebbe effettivamente presentare il Surface Pro 7. 

Il Surface Pro 4 e il Surface Pro 6 sono usciti a ottobre 2015 e ottobre 2018, rispettivamente. Il Surface Pro 2017 invece fu presentato a giugno di quell’anno. È quindi possibile che il Surface Pro 7 arrivi a ottobre 2019, ma il ritmo di presentazione dei Surface Pro indica una cadenza di un nuovo modello ogni 16-18 mesi. 

Forse quindi non vedremo il Surface Pro 7 fino alla primavera o l’estate del 2020. Potremmo vederlo a ottobre 2019, se Microsoft decidesse di passare a un nuovo modello ogni anno, ma ci crederemmo se e quando lo vedremo. 

Non preoccupatevi, comunque, perché troverete sempre nuovi aggiornamenti - ufficiali e ufficiosi - in questo articolo non appena saranno disponibili, sulla data di uscita del Microsoft Surface Pro 7. 

Surface Pro 7

Surface Pro 7 prezzo 

Il Surface Pro 6 costa di listino 849 euro nella sua versione base, e all’uscita questo significava cento euro in più rispetto al modello precedente. Il prezzo del Surface Pro 7 potrebbe quindi essere più alto di 100 euro, oppure restare uguale a quello attuale. Un prezzo inferiore, invece, ci sembra improbabile. 

Se il prezzo aumenta di cento euro circa, il Surface Pro 7 andrebbe a competere direttamente con modelli come il Dell XPS 13 o l’ HP Spectre x360 – per non menzionare il nuovo iPad Pro.

È però interessante il fatto che un leak recente suggerisce l'esistenza di un nuovo modello con Intel Core i3, 4GB di RAM e 128GB di archiviazione. Si tratta di specifiche inferiori rispetto al Surface Pro 6 più economico. E se fosse confermato, potrebbe significare un modello di Surface Pro 7 meno costoso, magari con un prezzo di listino inferiore ai 700 euro. Sperare, dopotutto, non costa nulla, 

Come per le altre cose, comunque, non avremo certezze riguardo al prezzo di Surface Pro 7 finché Microsoft non farà annunci ufficiali. Aggiorneremo questo articolo non appena ci saranno informazioni più precise. 

Surface Pro 7

Cosa vorremmo  

L’uscita del Surface Pro 7 è ancora lontana ed è difficile fare previsioni precise a riguardo. Ci sono però alcuni recenti brevetti Microsoft, come quello di una Surface Pen più precisa, che ci aiutano a stilare una lista dei desideri per il Surface Pro 7.   

Velocissimo

Al CES 2019 Intel ha annunciato i processori Ice Lake,  cioè i primi esempi di architettura Sunny Cove a 10 nm per notebook. Non conosciamo ancora i dettagli su questi processori o sulle loro prestazioni, ma il processo produttivo più piccolo dovrebbe portare a più prestazioni e maggiore efficienza.

Abbiamo sentito anche di Un Surface basato su Qualcomm Snapdragon. Ci sembra improbabile che la versione top di gamma del Surface Pro 7 possa avere un processore ARM, perché ci sarebbero problemi con l’emulazione delle app x86. Ci sembra ragionevole tuttavia una versione entry level con processore ARM. 

Se il Surface Pro 7 avrà i nuovi processori, è lecito aspettarsi prestazioni nettamente maggiori e un’autonomia aumentata.  

Thunderbolt 3, per favore

Microsoft, per ragioni ovvie ma che non vale la pena di approfondire qui, è stata lenta nell’adottare lo standard Thunderbolt 3 nei prodotti Surface. All’inizio era una scelta comprensibile, ma oggi è sempre più difficile accettarla. 

Fortunatamente abbiamo ragione di credere che il Surface Pro 7 avrà pieno supporto per Thunderbolt 3, o almeno una porta USB-C per la ricarica. Microsoft ha infatti brevettato un caricatore magnetico con ingresso USB-C, che andrebbe a sostituire l’attuale alimentatore. 

Non siamo del tutto sicuri che il Surface Pro 7 avrà Thunderbolt 3, perché dipende se Microsoft vorrà rinunciare alla propria tecnologia proprietaria e pagare una licenza a Intel. 

Una Type Cover migliorata

La Type Cover del Surface Pro 6 è già uno degli accessori migliori che esistano. È reattiva, con un bel feedback ed è realizzata con materiali resistenti. Ma non ci sono stati miglioramenti evidenti rispetto al Surface Pro 2017. Non crediamo che esistano prodotti perfetti, quindi non vediamo l’ora di scoprire cos’ha in serbo Microsoft per il prossimo aggiornamento. 

E forse abbiamo un’idea sull’aspetto della prossima Type Cover. Microsoft ha brevettato una Type Cover più sottile, che dovrebbe ridurre l’ingombro totale del dispositivo. Sembra che l’azienda voglia raggiungere lo scopo usando un trackpad integrato direttamente nel circuito stampato. 

Avrebbe feedback aptico sui tasti, a migliorare la risposta tattile quando si digita - un dettaglio che si renderebbe necessario con una tastiera ancora più sottile. 

È una mossa bizzarra ma affascinante, nell’ipotesi che Microsoft possa rendere la Type Cover più sottile senza cadere nella stessa trappola di cui è stata vittima Apple con le tastiere Butterfly. Se ci riuscisse, sarebbe una svolta notevole. 

Un altro brevetto descrive invece una Type Cover realizzata con un “tessuto intelligente”. Sarebbe sensibile al tocco, così si potrebbe scorrere tra notizie e fotografie senza usare né il touchpad né lo schermo. Non siamo certi che possa essere davvero utile, ma è senz’altro un’idea interessante. 

È in arrivo una versione economica?

Secondo WinFuture potremmo vedere presto il prossimo Surface Pro. Un dispositivo le cui varie configurazioni sono emerse su un sito tedesco:

  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i3, 4GB RAM, 128GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i5, 8GB RAM, 128GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i5, 8GB RAM, 256GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i7, 16 GB RAM, 256 GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i7, 16 GB RAM, 512 GB SSD

Le configurazioni includono un modello con Intel Core i3, 4GB di RAM e 128GB di archiviazione. Si tratta di una sorpresa, visto che attualmente il Surface Pro 6 parte da Intel Core i5 con 8GB di RAM. 

Sembrerebbe quindi che Microsoft si stia preparando a introdurre un modello entry-level meno costoso. Oggi il Surface Pro 6 di listino costa almeno 1.099 euro (Intel Core i5, 8/256GB), ma in negozi terzi si trova anche la versione 8/128 GB, a partire da circa 750 euro. 

Immagini: TechRadar