Skip to main content

Surface Duo: data di uscita, prezzo e specifiche del dispositivo Microsoft

(Image credit: Microsoft)

Microsoft preferisce definire Surface Duo non uno smartphone, ma un "dispositivo di comunicazione". Ad ogni modo, le caratteristiche sono quelle che avremmo sempre voluto vedere da un nuovo telefono di Microsoft sin dai tempi del fantomatico Surface Phone, il dispositivo che avrebbe dovuto rilanciare l'azienda nel settore mobile ma che non ha mai visto la luce.

In base alle funzione e alle caratteristiche che conosciamo al momento, anticipate prima dalla presentazione ufficiale e poi dall'emulatore delle app, Surface Duo sembra davvero essere uno smartphone a tutti gli effetti.

Atteso inizialmente per la fine dell’anno, Microsoft ha annunciato che il dispositivo arriverà prima del previsto. La data di uscita negli Stati Uniti è stata fissata per il 10 settembre con un prezzo di $1.399.

Surface Duo permette di effettuare telefonate e nella versione chiusa può stare comodamente sul palmo di una mano e nella tasca dei pantaloni. Inoltre come aveva rivelato la testata Wired, funzionerà con Android. Microsoft ha lavorato insieme a Google per progettare una versione del sistema operativo che sia in grado di funzionare anche su dispositivi a doppio schermo. E sembra proprio che l’azienda stia dando il pieno supporto a questa versione, tanto che il vice presidente senior della divisione Android, Hiroshi Lockheimer, ha pubblicato su Twitter una schermata di Android per Surface Duo. 

In ogni caso, sembra molto probabile che Microsoft abbia ancora un paio di sorprese da mostrare e che mostreranno come Surface Duo sarà probabilmente qualcosa di diverso da uno smartphone propriamente detto. Fin da ora le funzionalità che conosciamo di Surface Duo, vanno al di là di quelle di un classico telefono. Il nuovo dispositivo Microsoft avrà uno schermo OLED doppio da 8,1” e la cerniera consentirà di aprirlo a 360° con uno schermo frontale e l’altro posteriore.

Surface Duo ricorda da vicino il Microsoft Surface Neo, un altro dispositivo a doppio schermo presentato nello stesso evento dell’ottobre scorso ma dalle dimensioni più grandi e con una versione ottimizzata di Windows 10.

Fin da ora, lo smartphone di Microsoft sembra essere davvero molto promettente. Il giornalista di Yahoo Finance, Brian Sozzi, lo ha definito “dannatamente accattivante”, dopo aver visto il CEO di Microsoft Satya Nadella usare un prototipo. A seguire troverete tutto ciò che sappiamo dello smartphone Microsoft previsto per settembre.

Surface Duo: punti chiave

  • Che cos’è? Il nuovo smartphone pieghevole di Microsoft
  • Quando uscirà? Il 10 settembre
  • Quanto costerà? A partire da $1.399

Microsoft Surface Duo prezzo e data di uscita

Surface Duo arriverà sul mercato il prossimo 10 settembre. Insieme alla data di uscita, Microsoft ha anche annunciato il prezzo e, come sospettavamo trattandosi di un dispositivo a doppio schermo, sarà molto costoso: il prezzo annunciato è infatti di $1.399.

Un interrogativo interessante riguarda il possibile acquisto su abbonamento con un operatore. Non è scontato che questa opzione possa esserci, dato che tutto dipenderà da come Duo verrà considerato: se uno smartphone o un altro tipo di dispositivo.

(Image credit: Microsoft)

Microsoft Surface Duo: design, schermo e caratteristiche

Sotto il profilo del design, Duo sembra in tutto e per tutto una versione più piccola del Microsoft Surface Neo.

Il Surface Duo avrà due schermi da 5,6" ma a differenza di altri pieghevoli non si tratterà di un unico display, ma di due schermi in Gorilla Glass separati da una cerniera. Anche se non si tratta di uno schermo uniforme come quello dello Huawei Mate X o Samsung Galaxy Fold, i due schermi separati e la tecnologia usata per realizzarli potrebbero evitare quei problemi visti su altri dispositivi come Galaxy Fold, che anche dopo le migliorie apportate da Samsung continuava a presentare seri problemi strutturali.  

Surface Duo ha uno schermo OLED doppio da 8,1”, un po' più grande rispetto ad iPad Mini 5 che si ferma a 7,9”. La cerniera permette un'apertura completa a 360 gradi, arrivando a una configurazione con schermo davanti e dietro. Completamente chiuso, invece, non c'è alcuno schermo esterno: da molti anni non vedevamo uno smartphone che non richiede alcuna protezione per lo schermo.

(Image credit: Microsoft)

Per quanto riguarda le funzionalità del sistema operativo, un emulatore è stato distribuito agli sviluppatori per poter simulare il doppio schermo. Grazie a un’anteprima della testata Neowin, abbiamo già potuto avere un’anticipazione sull’interfaccia, sul multitasking e sulle app Microsoft e Google.

Il fatto che Duo usi una versione personalizzata di Android è una differenza rispetto Surface Neo, che funzionerà con Windows 10X, la prossima versione del sistema operativo che potrà supportare anche il doppio schermo.

In termini di specifiche tecniche, il chipset sarà uno Snapdragon 855 di Qualcomm, mentre la batteria avrà una capienza di 3.577 mAh. Tra le altre caratteristiche sappiamo che la RAM sarà di 6 GB, un valore un po’ basso se si considera che oggi i top di gamma vanno dagli 8 ai 16 GB. Lo spazio di archiviazione sarà di 128 o 256 GB non espandibili, in base alla configurazione. La fotocamera (singola) sarà da 11 MP, anche in questo caso valori un po’ bassi rispetto alla media.

(Image credit: GMSArena)

La preoccupazione principale è che Surface Duo possa essere rimasto in fase di sviluppo per troppo tempo e, in questo frangente, l’hardware dei dispositivi mobili è decisamente avanzato rispetto alle caratteristiche del dispositivo di Microsoft che potevano essere considerate all’avanguardia fino a qualche mese fa. 

Microsoft ha inoltre confermato che il dispositivo supporterà solo il 4G e quindi al momento una versione 5G sembra essere esclusa, con molta delusione per chi sperava che fosse in grado di sfruttare una più veloce trasmissione dei dati.

Inoltre Microsoft ha confermato che Duo supporterà la Surface Pen (S-Pen) che per la prima volta sarà compatibile con sistema operativo Android. Microsoft sta lavorando all’integrazione del pennino e avrebbe già implementato il doppio tocco in contemporanea su un singolo schermo sia con S-Pen che con le dita o su entrambi separatamente. In futuro anche i differenti livelli di pressione di S-Pen saranno supportati da Android.