MacBook Pro 2019: cosa ci aspettiamo di vedere

MacBook Pro 2019
Image Credit: TechRadar

MacBook Pro 2018 è sicuramente un miglioramento rispetto alla versione del 2017, ma ci sono ancora molti acquirenti di MacBook che iniziano a stancarsi delle ultime trovate di Apple. Apple continua a far uscire nuovi MacBook Pro e altri dispositivi troppo velocemente per le nostre tasche e, mentre alcuni di questi upgrade hanno effettivamente permesso il miglioramento dei dispositivi, alcuni invece hanno fallito, come dimostra per esempio l’ultimo Mac mini.

Questi aggiornamenti sono tutti causati dal nuovo approccio di Apple nei confronti di MacBook Pro a partire dal 2016, con la decisione di concentrarsi sul rendere uno dei migliori Mac più accattivante per l’utente medio, snellendo ulteriormente il design. È probabilmente a causa di questo approccio mainstream che Apple ha rimosso tutte le porte che non fossero Thunderbolt 3. Il MacBook Pro è decisamente uno dei casi in cui se non è rotto, non toccarlo, ma ci sono molti fan di vecchia data di Apple che si sentono spaesati a causa del recente approccio di Apple.

Comunque, MacBook Pro 2018 ha beneficiato di un sostanziale miglioramento interno, grazie ai processori Coffee Lake di ottava generazione e grazie ad alcune tra i più veloci SSD che abbiamo mai visto, che hanno potuto conferire una velocità senza precedenti. Apple ha anche migliorato il display con tecnologia True Tone e sistemato i problemi con la tastiera Butterfly (almeno alcuni), mantenendo gli stessi livelli di batteria del modello del 2017.

Comunque, le cose potrebbero cambiare per MacBook Pro 2019. L’analista Apple Ming Chi Kuo ha diffuso alcune voci secondo cui Apple farà uscire un MacBook Pr 2019 da 16 pollici con un design ‘tutto nuovo’. Non sappiamo se è vero o no, ma speriamo che Apple ci porti un MacBook Pro degno di questo nome. 

Dritti al punto 

  • Di cosa si tratta? Dell’aggiornamento di MacBook Pro 2019 
  • Quando uscirà? È troppo presto per dirlo, ma probabilmente durante l’estate 2019 
  • Quanto costerà? Se rimane la Touch Bar, probabilmente più o meno come i modelli del 2018 

MacBook Pro 2019

Image Credit: Apple

Data di uscita di MacBook Pro 2019 

Anche se ci aspettiamo l’aggiornamento di MacBook Pro 2019 (e anche quello di Mac Pro), non ci sono ancora informazioni riguardo la data di uscita. Non è una sorpresa, dato che l’ultimo aggiornamento è stato fatto a luglio 2018. Forse dovremo aspettare qualche mese o addirittura quasi un anno per una data più precisa.

Considerando le precedenti date di uscita di Apple (MacBook Pro 2017 ha fatto il suo debutto a giugno 2017 mentre MacBook Pro 2018 è uscito a luglio 2018) una data di uscita durante l’estate per MacBook Pro 2019 è molto probabile. Tuttavia, il famoso analista Apple Ming Chi Kuo ha predetto che il tanto chiacchierato MacBook Pro da 16 pollici potrebbe uscire in ritardo, nel 2020 o addirittura 2021. Quindi sembra che potremmo aspettare un bel po’ prima di un MacBook Pro con un nuovo design. Questo però non significa che non vedremo un aumento di qualità delle specifiche verso la fine del 2019.

In ogni caso, rimaniamo in attesa che Apple condivida informazioni sul MacBook Pro 2019.

MacBook Pro 2019

Image Credit: TechRadar

Prezzo di MacBook Pro 2019 

Solo il fatto che Apple non abbia migliorato i modelli di MacBook Pro senza Touch Bar quest’anno dice molto riguardo alla piega che prenderà: è probabile che verranno eliminati e che ci verrà ancora chiesto di pagare per l’assistenza sui i problemi della Touch Bar. Nonostante le promesse, non è ancora stata perfezionata.

La parte peggiore dei modelli del 2018 è che bisogna sborsare davvero tanti soldi per avere il maggior quantitativo di RAM (l’opzione RAM da 32GB è disponibile solo per i modelli da 15 pollici) e l’SSD più capiente. Se non potete permettervelo, dovrete accontentarvi del quantitativo base di RAM e di una Touch Bar che non è ancora universalmente compatibile. Se siete dei fotografi o videomaker che hanno bisogno di uno schermo più grande, potete scordarvi di acquistare un modello senza Touch Bar.

Potete anche scordarvi di potenziare il vostro modello da 13 pollici. La maggior parte dei componenti sono saldati, quindi bisognerebbe portarlo da un professionista e il dispositivo non sarebbe più in garanzia. Poi potreste dover investire in una base di ricarica esterna perchè le uniche porte disponibili sono le USB-C Thunderbolt 3 e un attacco jack per gli auricolari.

È certamente difficile predire queste cose, ma probabilmente i prezzi saranno in linea con quelli attuali. Attualmente il modello da 13 pollici con Touch Bar, RAM da 8GB, SSD da 256GB e quattro porte Thunderbolt 3 costa 2.099€. Sostanzialmente, si pagano più di 300€ in più per la Touch Bar, il Touch ID e due porte Thunderbolt 3 supplementari. 

MacBook Pro 2019

Image Credit: Apple

Cosa ci aspettiamo da MacBook Pro 2019 

Apple non è molto amata ultimamente, per esempio a causa del suo clamoroso debacle con le tastiere del 2016-2017, i problemi con la Touch Bar e la RAM impossibile da espandere. Comunque, siamo fiduciosi che Apple decida di aprire nuove prospettive nel 2019 e finalmente ci dia quello di cui gli utenti hanno bisogno. 

Più porte, per favore
Oppure, almeno, che se Apple decide di insistere con le porte Thunderbolt 3 almeno fornisca con l’acquisto una base di ricarica o un adattatore per USB, Mini DisplayPort e HDMI. Giusto per non continuare a farci pagare aziende avversarie per degli extra.

Se proprio dobbiamo essere onesti, limitarci alle Thunderbolt 3 non è conveniente. Il MacBook Pro è un dispositivo per professionisti che hanno bisogno di lavorare velocemente e senza interruzioni. Siamo d’accordo sul fatto che Thunderbolt 3 sia potente e versatile per la ricarica e il trasferimento di dati, ma noi usiamo ancora molti dispositivi e accessori che non supportano questa tecnologia. Se si si aspettano che noi connettiamo il cavo a un adattatore per attaccarlo alla porta, devono sapere che non ci rendono molto contenti.

Già che ci siamo, sarebbe bello che tornasse la ricarica tramite MagSafe. Molti rischiano di inciampare in tutti quei cavi, ed era bello sapere che i modelli più vecchi non avrebbero rischiato di venire danneggiati.

Però vedendo che l’ultimo MacBook Air di Apple è uscito con solo due porte Thunderbolt 3 e senza alimentatore MagSafe, non siamo molto speranzosi che Apple deciderà di diversificare le porte di MacBook Pro 2019. 

Touch Bar migliorata
A proposito della nuova Touch Bar, sembra che Apple abbia deciso di mantenere la sua posizione. Nonostante le molte lamentele da parte degli utenti e il fatto che molti preferiscano non averla, Apple sembra voler eliminare i MacBook pro senza Touch Bar. In effetti, solo i MacBook Pro con Touch Bar quest’anno sono stati potenziati con un processore Intel di ottava generazione e un display True Tone.

Dobbiamo ammettere che il tutto è comunque soddisfacente e la tecnologia è promettente. Se però Apple deciderà di chiedere qualche centinaia di euro in più per una nuova funzione, speriamo sia una funzione comoda da usare. Finora la compatibilità della Touch Bar è rimasta limitata a pochi programmi e app, e vogliamo vederne di nuove. In più, sarebbe carino se funzionasse senza bloccarsi e senza i problemi provocati dalle dita sporche.

MacBook Pro 2019

Image Credit: TechRadar

Oppure, offrire un'alternativa
Ripetiamo che la Touch Bar sembra promettente, ma non è esattamente qualcosa di necessario per la maggior parte degli utenti. Non tutti sono fotografi o video-maker o designer. Molti usano MacBook Pro per la produttività semplicemente per l’interfaccia più lineare e di facile uso, ma non hanno bisogno della Touch Bar, la trovano solo un intralcio.

Ci piacerebbe vedere un’opzione per questo genere di utenti. Magari sarebbe interessante vedere un modello da 15 pollici senza Touch Bar e migliorare il modello senza Touch Bar da 13 pollici.

Tastiera, display e suono migliori
Sicuramente Apple ha ‘migliorato’ la tastiera, rendendola più silenziosa, ma è comunque un po’ troppo rigida. Non è all’altezza di molte altre tastiere: in quanto a ergonomia, non è la migliore. Non abbiamo niente contro di essa, ma è più difficile apprezzarla. Ci possiamo senz’altro abituare alla tastiera, ma ci piacerebbe vederne una migliore. Ancora meglio, Apple potrebbe reintrodurre il vecchio design che tutti conosciamo bene e amiamo.

I designer di MacBook Pro dovrebbero ispirarsi a iPhone X e sbarazzarsi della cornice intorno al display. È un vero spreco di spazio utile, e spingere per avere un display senza cornice permetterebbe agli utenti di avere uno schermo più grande senza rinunciare alle dimensioni. In più, un portatile progettato per modificare contenuti in 4K dovrebbe avere una risoluzione in 4K.

Ci piacerebbe anche che Apple considerasse di cambiare gli altoparlanti. Capiamo che Apple sia interessata a un design più compatto, ma gli altoparlanti dei modelli più vecchi di MacBook Pro erano molto meglio. Con tutti i progressi tecnologici ottenuti, sarebbe bello avere degli altoparlanti di qualità con una base migliore e più volume.

Nuovo processore Intel
MacBook Pro 2018 è da poco stato aggiornato con l’introduzione dei processori Kaby Lake Refresh e Coffee Lake, rispettivamente per i modelli da 13 e da 15 pollici. Sfortunatamente Intel ha presentato i nuovi processori Whiskey Lake e Amber Lake poco dopo, lasciando indietro MacBook Pro, anche se di poco. Whiskey Lake porta miglioramenti minimi alle prestazioni e la maggior parte degli utenti non si accorge della differenza. 

Comunque, al CES 2019, Intel ha presentato Ice Lake, la prima serie di processori con nuova architettura Sunny Cove a 10nm per portatili. Ci aspettiamo di vedere i nuovi chip più avanti nel 2019, quindi se Apple vorrà includere queste CPU di nuova generazione nei prossimi MacBook Pro (e noi pensiamo che dovrebbe assolutamente farlo) l’uscita del nuovo MacBook Pro arriverà alla fine del 2019.

Circolano delle voci secondo cui qualunque processore Apple sceglierà per MacBook Pro 2019, includerà più RAM, soprattutto nei modelli da 13 pollici. I modelli di MacBook Pro da 13 pollici precedenti arrivavano a un massimo di 16GB, ma si dice che tra poco potrete mettere le mani su un Mac con 32GB di memoria. Queste sono ottime notizie, dato che le richieste di un aumento di memoria sono sempre di più.