Skip to main content

Le migliori fotocamere mirrorless full-frame del 2020

PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID

State cercando una buona fotocamera mirrorless pieno formato? Oggi non è facile trovare il modello giusto per le vostre esigenze vista la grande quantità di fotocamere proposte dai big del settore.

Le fotocamere a formato pieno, o full frame, si contraddistinguono per la grandezza del loro sensore e per la qualità delle immagini che riescono a produrre, in particolare quando si scatta a ISO alti. Tradizionalmente, i sensori full frame venivano montati principalmente sulle più pesanti reflex, almeno finché Sony non ha lanciato la sua prima mirrorless full frame, ovvero la Alpha A7, uscita nel 2013.

Solo cinque anni dopo, nel 2018, altri big del settore come Canon, Nikon e Panasonic hanno iniziato a lanciare i loro primi modelli mirrorless con sensori full frame. Ad altri due anni di distanza, i fotografi hanno l'imbarazzo della scelta. Per il mondo della fotografia è stato un bel passo in avanti, principalmente perché le fotocamere mirrorless a formato pieno combinano la qualità elevata dei sensori più grandi alle funzioni di scatto avanzate delle mirrorless più recenti.  

Siete in cerca di una riposta rapida? Al momento, a nostro avviso, Nikon Z6 è la migliore fotocamera mirrorless a formato pieno sul mercato. Offre prestazioni incredibili, è compatta, leggera e comoda da tenere in mano (e ha anche un prezzo piuttosto accessibile per la sua categoria). 

Detto ciò, dato l'elevato numero di alternative, è possibile che nella nostra classifica troviate altre fotocamere che si adattano meglio alle vostre necessità. La Sony A7 III, per dirne una, è una grandiosa fotocamera tuttofare che oggi si trova a prezzi ottimi. Canon EOS R5 è un'altra fotocamera ibrida che, anche se costa molto, può risultare perfetta per chi cerca funzioni avanzate e qualità dell'immagine elevata.

Qui sotto trovate la selezione dei modelli che, a nostro avviso, possono garantirvi la migliore esperienza fotografica nel segmento mirrorless full frame.

Le migliori fotocamere mirrorless full frame del 2020:

  1. Nikon Z6
  2. Sony Alpha A7 III
  3. Sony Alpha A7R IV 
  4. Nikon Z7 
  5. Canon EOS RP
  6. Panasonic S1R
  7. Sony A9 II
  8. Canon EOS R
  9. Sony A7S II
  10. Panasonic Lumix S1

La nostra classifica delle migliori fotocamere mirrorless full frame del 2020:

Nikon Z6

1. Nikon Z6

La tuttofare di Nikon è un portento

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 24.5MP | Autofocus: 273 punti | Schermo: 3.0 pollici ribaltabile, 2,100K punti | Raffica: 12fps | Video: 4K 30p | Livello Utente: Appassionato/Esperto

Ottima a ISO alti
Mirino EVF avanzato
Buffer limitato 
Solo uno slot SD card

Nikon Z6 si trova stabilmente in testa alla nostra classifica delle migliori mirrorless full frame ed è un modello che ci sentiamo di consigliare senza remore. L’abbiamo scelta perché ha un ottimo mix di specifiche, funzioni, ergonomia, prestazioni e prezzo. Il sensore da 24.5 MP produce immagini meravigliose, con una grandiosa riproduzione dei colori e di dettagli eccellenti, mentre il sistema AF a 273 punti è più che efficiente. Impressionanti anche la raffica a 12 FPS, i controlli ben organizzati e il mirino elettronico grande e luminoso. L’adattatore FTZ permette di usare obiettivi Nikon con innesto F (meglio controllare la compatibilità per le ottiche più vecchie). Tutto questo rende la Z6 una scelta ideale per gli appassionati o per i professionisti che sono alla ricerca di un secondo corpo macchina. Rimane qualche dubbio sulla diffusione del sistema, ma non sulla sua qualità.

  •  Leggi la recensione completa: Nikon Z6 

2. Sony A7 III

Tra le migliori full frame in assoluto

Dimensione sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 24.2MP | Autofocus: 693 punti | Schermo: 3.0 pollici ribaltabile, 921,000 punti | Raffica: 10fps | Video: 4K | Livello Utente: Appassionato/Esperto

Ottima gamma dinamica
Qualità immagine e video
Mirino elettronico a volte scattoso
Touchscreen migliorabile

A7 III è il modello entry-level tra le mirrorrless Sony, ma non è una scelta di ripiego. Si tratta infatti di una macchina fantastica tanto per i professionisti quanto per gli appassionati, grazie all’eccellente sensore full-frame da 24.2 MP, l’avanzato sistema AF da 693 punti (ripreso dall’ammiraglia Alpha A9) e la raffica da 10 FPS, non rischierete mai di perdere uno scatto decisivo. Sony A7 III può anche girare video in 4K non croppati, ha un buon sistema di stabilizzazione integrato a 5 assi e un mirino elettronico EVF ad alta risoluzione. Fino a poco fa era la nostra prima scelta tra le mirrorless entry-level, ma è stata sostituita dalla Nikon Z6. In ogni caso, è una delle poche fotocamere che sono riuscite a ottenere cinque stelle nella nostra recensione, quindi merita di essere presa in considerazione se non siete ancora legati a un sistema in particolare.

3. Sony Alpha A7R IV

La medio formato di Sony ha una risoluzione elevata e un sistema AF ottimo

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 61MP | Autofocus: 567 punti | Schermo: 3 pollici, touchscreen inclinabile, 1.440.000 punti | Raffica: 10fps | Video: 4K | Livello Utente: Esperto

Dettagli eccellenti
Ottima presa
Video in 4K
Touchscreen migliorabile
Qualche problema di rolling shutter nei video

A7R IV è la migliore fotocamera full frame di Sony per l'utilizzo in studio, ma si rivela ottima anche nell'acquisizione video e nelle foto paesaggistiche. Ha un'incredibile risoluzione (R sta proprio a indicare quello) grazie al sensore da 61 megapixel, decisamente migliore del precedente da 42,4. Un tale numero di pixel consente di catturare una quantità incredibile di dettagli, in particolare se si utilizza un cavalletto e si lavora in ambiente controllato. Il rumore si nota più facilmente rispetto a fotocamere full frame con risoluzioni minori, ma nel complesso Sony A7R IV si dimostra piuttosto polivalente. Nonostante sia rivolta ad un pubblico di professionisti e richieda accuratezza negli scatti, la stabilizzazione dell'immagine aiuta molto. La qualità dei video in 4K mette il punto esclamativo su questa ottima full frame di Sony, anche se è presente un leggero rolling shutter mentre si filma alla massima risoluzione. Il touchscreen è da migliorare ma per il resto c'è ben poco di cui lamentarsi.

4. Nikon Z7

La versione mirrorless di D850? Questo e molto altro!

Dimensione sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 45.7MP | Autofocus: 493 punti | Schermo: 3.2 pollici orientabile, 2,100,000 punti | Raffica: 9fps | Video: 4K | Livello Utente: Esperto

Qualità dell'immagine superba
Ottima presa
Solo uno slot per SD card XQD
Autonomia modesta

Nikon Z7, insieme alla nostra preferita Nikon Z6, è la prima mirrorless full-frame lanciata da Nikon, ed è davvero ottima. Su una macchina di prima generazione ci saremmo aspettati qualche problema, ma Z7 è stata realizzata con cura e si comporta meglio di quanto previsto. Un sensore valido, combinato a un sistema di stabilizzazione efficace, un mirino splendido, ergonomia eccellente, prestazioni AF di livello assoluto e grande reattività generale costituiscono l’ossatura di ciò che rende questa fotocamera un gioiello. Il fatto che Nikon permetta di usare l’adattatore FTZ per gli obiettivi con innesco F rende inoltre più semplice il passaggio dalla DSLR alla mirrorless se avete già una collezione di obiettivi. 

  • Leggi la recensione completa: Nikon Z7 

5. Canon EOS RP

A volte più grande non vuol dire migliore, EOS RP ne è la prova

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 26.2MP | Autofocus: 5,655 punti | Schermo: 3 pollici a inclinazione variabile, 1,040,000 punti | Raffica: 5fps | Video: 4K | Livello Utente: Appassionato

Corpo piccolo per una full frame 
Buon prezzo
Autonomia ridotta
Scelta lenti native limitata

La prima mirrorless full-frame di Canon, l'ormai celebre EOS R, ci aveva deliziato per alcuni aspetti e frustrato per altri, mentre la EOS RP ci ha fatto un’impressione migliore. Tecnicamente è un modello meno pretenzioso e con meno funzioni, ma ha un corpo macchina più piccolo e leggero, e un prezzo che la rende accessibile a chi spera di passare a una mirrorless senza affrontare il costo di una EOS R. Con una differenza di solo 4 MP circa, non ci sono grandi differenze in termini di risoluzione, mentre il touchscreen reattivo, il veloce autofocus e il potente buffer la rendono un piacere da usare in ogni situazione. Speriamo che Canon aumenti la quantità delle ottiche originali, perché al momento scarseggiano. 

Panasonic Lumix S1R

(Image credit: Future)

6. Panasonic S1R

Grande nella risoluzione e nelle funzioni, ma anche nel corpo.

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 47.3MP | Autofocus: 225 punti AF | Schermo: 3.2 pollici orientabile, 2,100,000 punti | Raffica: 9fps | Video: 4K | Livello Utente: Esperto

Ottimo mirino EVF
Gestione rumore a ISO alti
Corpo grande e pesante
Nessun vantaggio in termini di peso rispetto a una DSLR

Panasonic S1R offre una tecnologia impressionante in un corpo estremamente resistente. Il mirino da 5.7 milioni di punti è indubbiamente il più impressionante sul mercato al momento, la qualità dei video è stellare, la stabilizzazione dell'immagine è ottima e l'ampio buffer si presta bene per chi fa fotografia sportiva. Il sensore da 47.3 MP ha il più alto numero di pixel tra tutte le mirrorless, ma l'aspetto migliore di questa fotocamera è la sua abilità di produrre immagini da 187 MP. Non importa quante volte avrete bisogno di stampare immagini grandi come un cartello pubblicitario, pensate piuttosto alla libertà di tagliare le vostre foto in tutte le misure senza dover rinunciare alla nitidezza dei dettagli. Non siamo molto soddisfatti del sistema di autofocus, ma in generale la S1R è un dispositivo eccezionale.

7. Sony A9 II

Potente e costosa, perfetta per la fotografia sportiva

Sensore: 24.2MP full-frame CMOS retroilluminato | Attacco lente: Sony FE | Schermo: touch screen orientabile da 3 pollici, 1,440,000 punti | Autofocus: 693-punti AF | Video: 4K | Connettività: Wi-Fi, NFC e Bluetooth | Autonomia: 500 scatti

Autofocus perfetto
Mirino affidabile
Costo
Autonomia 

Questa fotocamera si impone come concorrente diretta delle ammiraglie Canon 1DX Mark III e Nikon D6 per il segmento sportivo; Sony A9 II continua la tradizione positiva dal precedente modello A9, con l’aggiunta di dozzine di miglioramenti che la rendono una delle migliori fotocamere che abbiamo testato finora. Le novità principali consistono in un'impugnatura più profonda e nella raffica incrementata a 10fps. Questi aspetti, sommati al sistema AF da 693 punti, che ora dispone di un tracciamento del soggetto migliorato rispetto al modello precedente, fanno della A9 II una scelta perfetta per la fotografia sportiva e faunistica. Non si tratta di un modello economico, ma se siete dei fan dell’azione non riuscirete a trovare niente di meglio in commercio. 

8. Canon EOS R

La mirrorless di fascia alta Canon ha più di un asso nella manica

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 30.3MP | Autofocus: 5,655 punti AF | Display: 3.15 pollici touchscreen orientabile, 2,100,000 dots | Scatto a raffica: 8fps | Video: 4K | Livello utente: Professionista/Avanzato

Ottimo mirino EVF
Perfetta anche con lenti EF 
Il comando M-Fn non è un granché
Dimensioni simili alla versione DSLR

Canon EOS RP, che si trova qualche posizione più in alto, potrebbe essere un'opzione più accessibile per chi non dispone di un budget molto elevato e per coloro che non cercano prestazioni al top, ma EOS R è la fotocamera mirrorless più avanzata mai prodotta da Canon. Oltre alle funzioni offerte da EOS RP, questo modello dispone di un mirino EVF più grande e preciso, oltre che di un display LCD più avanzato, un sensore con maggiore risoluzione e uno scatto a raffica più performante. Il corpo più grande supporta meglio le pesanti lenti RF, mentre l'adattatore consente di utilizzare tutte le ottiche EF che possedete già (se ne avete). Tutto questo senza problemi di adattamento e con autofocus e esposizione automatica perfettamente funzionanti. Fino all'uscita di EOS R questo rimane il modello di punta di casa Canon.

9. Sony A7S II

Un modello datato, ma tra i migliori per i video in notturna

Sensore: Full-frame | Risoluzione: 12.2MP | Autofocus: 169 punti AF | Screen type: 3.0 pollici orientabile, 1,228K punti | Raffica: 5fps | Video: 4K | Livello utente: Intermedio/esperto

Ottima gamma dinamica
Sensore stabilizzato
Manca un sistema AF ibrido
Specifiche video un po' datate

Nonostante l'arrivo della più recente Sony A7S III,  Sony A7S II rimane un'opzione ottima per chi vuole una fotocamera di qualità in grado di registrare video in condizioni di luce sfavorevole. Grazie al suo sensore da 12.2MP che riesce a raggiungere un valore ISO nativo compreso tra ISO102,400 e ISO409,600 e alla modalità di ripresa 4K stabilizzata su cinque assi questo modello rimane tra i migliori per vlogger e video maker. Certo, il sistema AF a contrasto è limitante e manca il touchscreen, ma stiamo parlando di una fotocamera uscita cinque anni fa che si fa ancora notare nel panorama delle mirrorless full frame.

10. Panasonic Lumix S1

La prima full-frame di Panasonic

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 24.2MP | Autofocus: 225 punti AF | Display: 3.2 pollici orientabile, 2,100,000 punti | Raffica: 9fps | Video: 4K | Livello utente: Intermedio/esperto

Ottima qualità dell'immagine
Mirino elettronico fantastico
Grande e pesante
Poche ottiche a prezzi accessibili

S1 è la versione più economica della sorella maggiore S1R, ma dispone comunque di ottime specifiche. Il sensore full frame da 24MP è ottimo per fotografie e video in 4K, la stabilizzazione dell'immagine interna funziona piuttosto bene. Il menù è rapido e la qualità costruttiva eccellente. Abbiamo apprezzato particolarmente il mirino elettronico che riteniamo tra i migliori se non il migliore in assoluto (lo stesso che si trova su S1R). L'unico problema sta nel peso e nelle dimensioni del corpo macchina, oltre che nel sistema di messa a fuoco automatico che risulta mediocre rispetto alla concorrenza. Ciononostante questa fotocamera riesce a fare molto meglio di alcuni modelli della concorrenza sulla stessa fascia di prezzo.

In alternativa...

Leica M10

Bellissima e fatta per durare

Sensore: Full-frame CMOS | Risoluzione: 24MP | Autofocus: No | Display: 3 pollici fisso, 1,036,800 punti | Raffica: 5fps | Video: No | Livello utente: Esperto

Design fantastico e solido
Funziona alla grande con le ottiche M-series 
Niente messa a fuoco automatica
Non si possono registrare video

Leica M10 non è né una reflex ma nemmeno una classica mirrorless come quelle presenti in lista, è qualcosa di alternativo da tenere in considerazione se avete un bel budget a disposizione e preferite scattare foto alla "vecchia maniera". Questo modello riprende lo stile della serie M, con un sistema di messa a fuoco telemetrico e la totale compatibilità con gli obiettivi serie M tanto amati dai professionisti della fotografia. Manca la messa a fuoco automatica e la modalità video, ma questa fotocamera è pensata per la fotografia, se cercate un ibrido vi conviene guardare altrove.

Cosa dovete considerare in una fotocamera mirrorless full-frame:

Quali aspetti vanno tenuti in considerazione prima di acquistare una fotocamera mirrorless full frame? Ovviamente il sensore ha un ruolo centrale, ma bisogna valutare anche la disponibilità di ottiche dedicate.

Mentre Sony produce modelli full frame mirrorless da qualche anno gli altri produttori sono entrati nel segmento da poco. Questo vuol dire che lenti e accessori scarseggiano al momento, anche se in un futuro prossimo sia Canon che Nikon dovrebbero lanciare nuova serie di ottiche dedicate alle loro mirrorless a formato pieno. 

Non ha senso comprare una fotocamera ottima se poi non potete utilizzare la lente che preferite o per acquistarla è necessario sborsare cifre assurde. Certo si possono usare lenti di ogni tipo con un adattatore, ma state pur certi che se siete in cerca di ottiche studiate per una mirrorless full frame non troverete molto sull'usato.

Se usate spesso lo scatto a raffica, ricordatevi di controllare la profondità della raffica oltre che la velocità: il primo valore indica per quanto tempo potete continuare a scattare mentre il secondo si riferisce al numero di foto scattate al secondo. 

Per i video makers invece è meglio optare per modelli con risoluzioni inferiori che consentono di alzare i valori ISO senza creare eccessivo rumore. Tra i valori importanti c'è anche il frame rate, oltre che gli ingressi per microfoni e cuffie. Se usate la fotocamera per i video dovrete considerare specifiche differenti da chi fa il fotografo. 

La risoluzione dei mirini elettronici (EVF) e degli schermi LCD varia considerevolmente tra i vari modelli. Alcuni EVF sono ampi e dettagliati, altri meno. AL contempo gli schermi LCD possono essere fissi o orientabili e non tutti dispongono di opzioni touch, ideali per la messa a fuoco mentre si effettuano fotografie o riprese.

Se volete orientarvi su altri formati potete far riferimento alle nostre guide che trovate qui sotto: