Skip to main content

iOS 14: data di uscita, funzioni e compatibilità

iOS 14
(Image credit: TechRadar)

Anche se manca ancora molto al rilascio di iOS 14 e ci stiamo ancora godendo l'ultimo grande aggiornamento di sistema per iPhone iOS 13, siamo davvero curiosi di sapere cosa possiamo aspettarci da iOS 14.

Apple non ha rilasciato alcuna informazione ufficiale su iOS 14, tuttavia, considerando le funzioni mancanti su iOS 13 e le nuove tecnologie che potrebbero arrivare con iPhone 12, possiamo ipotizzare quali saranno le migliorie che saranno implementate.

Alcune sono ovvie, come il supporto al 5G nel caso Apple decida di rilasciare un iPhone che supporti questa tecnologia di ultima generazione.

Per quanto riguarda le altre funzioni, non possiamo fare altro che fare qualche speculazione e cercare di indovinare cosa farà Apple per migliorare il sistema operativo dedicato agli iPhone.

AGGIORNAMENTO: Si dice che con iOS 14 arriverà uno switcher delle applicazioni tutto nuovo. Secondo le ultime indiscrezioni iOS 14 sarà disponibile con tutti gli iPhone che al momento supportano iOS 13. In altre parole, l'iPhone 6S, l'iPhone SE e i dispositivi usciti successivamente.

iOS 14: data di uscita e versione beta 

Di solito Apple pubblica gli aggiornamenti software più importanti a settembre, per cui  supponiamo che iOS 14 verrà rilasciato alla fine di settembre 2020, giusto in tempo per la presentazione dell’iPhone 12.

Probabilmente Apple svelerà iOS 14 alla WWDC, la sua conferenza annuale prevista per l'inizio di maggio, dove presenterà la beta agli sviluppatori. La beta pubblica, invece, seguirà più avanti nel mese.

iOS 14: compatibilità 

Sebbene iOS 12 fosse supportato da tutti gli iPhone, con il passaggio a iOS 13 Apple ha escluso tutti i modelli precedenti a iPhone 6S e iPhone SE. Non è stato dichiarato quali specifiche saranno necessarie per scaricare la nuova versione di iOS, quindi non sappiamo se le generazioni più vecchie potranno installare iOS 14.

Lo scopriremo solo quando Apple presenterà le prime beta di iOS 14. Noi di TechRadar riteniamo che l'iPhone 7 sarà lo spartiacque, ma la grande domanda è: l’iPhone SE riceverà l'aggiornamento a iOS 14? Le voci riguardo un possibile iPhone SE 2 in arrivo a marzo 2020 ci portano a pensare che questo non accadrà.

iOS 14: novità e indiscrezioni

iOS 14 inaugura l'era dell'iPhone 5G 

Questa è la funzione più attesa che Apple dovrebbe introdurre nel 2020. Sfortunatamente, come abbiamo visto con altri telefoni 5G, questa tecnologia non può essere supportata dagli iPhone più vecchi: l'aggancio alle reti 5G richiede un particolare tipo di modem e processori compatibili. Solo i telefoni con i più recenti chipset e modem 5G di alto livello sono compatibili. 

iOS 14 potrebbe supportare i visori Apple per la realtà aumentata 

Apple avrebbe in programma di vendere dei visori a realtà aumentata (AR) nel 2020 insieme a un iPhone 5G, secondo un report di Bloomberg. Inizialmente saranno un semplice accessorio per gli iPhone, che vi permetteranno di visualizzare i messaggi di testo e le indicazioni stradali; tuttavia, in futuro, potrebbero essere in grado eseguire delle app specifiche scaricabili da uno store dedicato e, forse, diventare un prodotto autonomo.

Prima che ciò accada, però, i visori AR di Apple avranno bisogno di un'app killer per invogliare all’acquisto, come ha dimostrato la tiepida accoglienza riservata a Google Glasses e persino Snapchat Spectacles 2. Anche Amazon ha definito i suoi Echo Frames una linea di prodotti sperimentale per abbassare le aspettative. 

Dati gli anni di esperienza che gli sviluppatori hanno avuto con l'ARKit di Apple, non sarebbe sorprendente se il 2020 fosse l'anno in cui Apple introdurrà degli occhiali intelligenti e iOS 14 li supportasse.

iOS 14 potrebbe avere un nuovo switcher delle applicazioni

Un video trapelato (che trovate qua sotto) mostra come forse sarà iOS 14, con uno switcher delle applicazioni simile a quello di iPadOS.

Lo switcher attuale vi mostra le app con una configurazione a ventaglio, mentre quello nuovo ne mostrerebbe quattro per schermata tramite una piccola anteprima. Si vocifera anche che gli utenti potranno avere la possibilità di scegliere tra i due diversi layout.

Ricordatevi di prendere questa informazione con le pinze, per ora. Si tratta di un'indicrezione non confermata, e forse questa funzione non sarà disponibile nella versione finale di iOS 14.

iOS 14: cosa vogliamo vedere 

Scrittura intelligente 

Al giorno d'oggi, tutti lavorano con lo smartphone via e-mail, a tutte le ore. Quindi perché non possiamo inserire collegamenti testuali nel client di posta di iOS? O in client di posta di terze parti come Gmail?

Questo non è solo un problema di praticità: anche i link inseriti avrebbero un aspetto più professionale. Quando rispondiamo a un’e-mail sarebbe bello poter risparmiare spazio e dare l’impressione di lavorare da una scrivania, evitando di vedere fastidiosi link completi dalla lunghezza smisurata.

Filtro chiamate spam più intelligente 

Sebbene iOS 13 abbia introdotto la capacità di rilevare e bloccare le telefonate spam, si tratta di una funzione basica. Silence Unknown Callers blocca qualsiasi numero non presente nell'elenco dei contatti, inviandolo direttamente alla posta vocale. 

È un buon inizio, ma non è l’ideale per le persone con chiamate in arrivo da nuovi contatti commerciali o appuntamenti su Tinder. Preferiremmo vedere avvisi più intelligenti che identificano le probabili chiamate spam, un servizio già fornito da alcune app a pagamento di terze parti. 

Sarebbe bello avere diversi livelli di filtro, come un blocco per le chiamate spam più palesi fino al filtraggio aggressivo di qualsiasi chiamata che potrebbe essere una truffa.

Supporto per dispositivi pieghevoli 

Non fantasticate troppo, non abbiamo sentito nulla riguardo un eventuale iPhone pieghevole. Apple sta quasi sicuramente sperimentando la tecnologia nei suoi laboratori di ricerca e sviluppo, ma senza un modello pianificato in cantiere è improbabile che iOS 14 supporti gli smartphone pieghevoli.

Android ha introdotto il supporto agli smartphone pieghevoli con Android 10, appena in tempo per l'uscita del Samsung Galaxy Fold. Apple, invece, non ha fretta di aggiungere questa funzione al suo sistema operativo prima di un progetto concreto.