Skip to main content

Jim Keller lascia Intel per "ragioni personali"

(Image credit: Shutterstock.com / Alexander Tolstykh)

Intel è in cerca di un nuovo responsabile per il suo team di sviluppo dei chip dopo che Jim Keller, capo delle divisione, ha lasciato l’azienda con effetto immediato.

Jim Keller ha deciso di abbandonare Intel dopo appena sei mesi dal nuovo incarico, affermando che la sua decisione dipende unicamente da “ragioni personali”.

"Intel apprezza il lavoro che il signor Keller ha svolto negli ultimi due anni aiutando ad affermare la leadership dell’azienda e augura il meglio a lei e alla sua famiglia” 

Questo è quanto dichiarato da intel in un comunicato diffuso in seguito alla decisione di Keller. 

Il futuro di Intel

Keller è da tempo una figura di spicco nell’industria dei chipmakers ed è entrato a far parte di Intel nel 2018, per poi ricevere una promozione come capo della divisione chip nel 2019. In precedenza ha ricoperto diversi ruoli legati allo sviluppo dei chip, spaziando dal product planning ai processi di produzione. 

A quanto pare Keller rimarrà in contatto con Intel come consulente per i prossimi sei mesi.

Proprio questa settimana, Intel ha presentato i suoi nuovi processori Lakefield contraddistinti da un design davvero innovativo. Questi uniranno un’architettura ibrida costituita da un core Sunny Cove a 10nm per la gestione dei carichi di lavoro più intensi affiancato da 4 core Tremont a elevata efficienza energetica per la gestione delle operazioni in background alla tecnologia Feveros 3D, che consentirà di unire SoC e memoria in un unico elemento riducendone le dimensioni.

Cosi facendo Intel vorrebbe consentire ai produttori di produrre portatili più sottili, leggeri e potenti.

Prima di lavorare per Intel, Keller era conosciuto per la sua esperienza lavorativa presso Apple e, in particolare, per il suo contributo alla creazione dei processori A4 e A5, oltre che per i suoi trascorsi con Tesla e AMD, aziende per le quali ha contribuito a sviluppare alcune delle più popolari architetture in ambito CPU.

Intel, in seguito alle dimissioni di Keller, ha deciso di sostituire il suo esecutivo ai piani alti, sottolineando che l’azienda ““dispone di un team di leader tecnici di grande esperienza all’interno del suo Technology, Systems, Architecture and Client Group (TSCG) sotto la guida del Dr. Venkata (Murthy) Renduchintala, Presidente del gruppo TSCG e Chief Engineering Officer“. 

Tra i neo promossi figura Sundari Mitra, CEO e fondatore di NetSpeed Systems e leader delle divisioni Configurable Intellectual Property e Chassis Group presso Intel, che in futuro sarà a capo di una nuova divisione per lo sviluppo delle IP (proprietà intellettuali). Alla lista si aggiunge anche Gene Scuteri, promosso a capo del gruppo Xeon e del Networking Engineering Group dell’azienda.

Intel sottolinea inoltre che queste mosse prepareranno il terreno per il futuro dell’azienda e per i progetti che seguiranno nei prossimi mesi.

Fonte The Register