Skip to main content

I migliori fitness tracker economici. I braccialetti a buon mercato che ti fanno restare in forma

Nel giro di pochi anni i fitness tracker, che all’inizio non erano altro che semplici pedometri, sono diventati strumenti completi per l’allenamento.

La buona notizia è che persino alcuni tra i fitness tracker più avanzati con cardiofrequenzimetro e monitoraggio del sonno sono disponibili per l'acquisto a meno di 100 euro, e noi li abbiamo raccolti per voi in una classifica.

Monitorare i passi, le calorie bruciate, il battito cardiaco, la distanza e il sonno è semplicissimo con questi fitness tracker di ultima generazione. Quello che hanno in comune è il prezzo accessibile e la possibilità di aiutare chiunque a scegliere uno stile di vita più sano.

Per ciascun dispositivo in classifica c’è il link alla recensione completa. Se pensate che potrebbe essere il modello giusto per voi non esitate a farci clic sopra.

Quello che dovete sapere sul Black Friday 2019

Il Black Friday e il Cyber Monday sono in arrivo, e potrebbe essere questo il periodo giusto per comprare un nuovo fitness tracker. Possiamo anticiparvi che alcuni dei dispositivi che trovate elencati qui saranno scontati, ma non di tanto considerando che sono già disponibili a un prezzo piuttosto basso.

I migliori fitness tracker economici:

  1. Fitbit Inspire HR
  2. Huawei Band 3 Pro
  3. Xiaomi Mi Band 4
  4. Honor Band 5
  5. Garmin Vivofit 4
  6. Amazfit Bip
  7. Moov Now
  8. Samsung Galaxy Fit e
  9. Garmin Vivosmart 3
  10. Samsung Galaxy Fit
Immagine 1 di 3

Image Credit: Fitbit

Image Credit: Fitbit
Immagine 2 di 3

Image Credit: Fitbit

Image Credit: Fitbit
Immagine 3 di 3

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

1. Fitbit Inspire HR

Un aiuto per alzarsi dal divano

Display: Sì | Sensore battito: Sì | Impermeabile: Sì | Controllo attività: Sì | GPS: No | Autonomia: 5 giorni | Compatibilità: Android/iOS

Ottimo design
Molte attività di running
Manca il misuratore per il nuoto
Manca la possibilità di pagare contactless 

Per la prima volta un dispositivo Fitbit entra tra i primi cinque della nostra classifica dei migliori modelli economici. Il nuovo Fitbit Inspire HR è un buon fitness tracker senza comunque essere il più economico. Anche se dovrete pagare qualcosa di più, Fitbit ha inserito funzioni interessanti e un design curato che giustifica la maggiore spesa. 

Manca il GPS, che è presente su altri modelli, in compenso avrete a disposizione l'app Fitbit,  un accurato misuratore del battito e diversi esercizi direttamente dallo smartwatch. 

Leggi la recensione approfondita del Fitbit Inspire HR 

Immagine 1 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 2 di 5

Image credit: Huawei

Image credit: Huawei
Immagine 3 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 4 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 5 di 5

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar

2. Huawei Band 3 Pro

Both style and substance on a budget

Display: Si | Sensore battito: Sì | Impermeabile: Sì | Controllo attività: Sì | GPS: Sì | Autonomia: 14 giorni in standby | Compatibilità: Android/iOS

Ottima autonomia
Schermo a colori
GPS a volte lento a catturare la posizione
Manca la funzione "Breathing"

Il nostro favorito tra i  fitness tracker economici è il Huawei Band 3 Pro. Considerato il prezzo, ci sono molte funzioni che ci convincono.

ha il GPS integrato, è impermeabile (quindi lo potete portare quando nuotate) e ha uno schermo a colori da 0.95-pollici per visualizzare tutte le statistiche al polso.  Non troverete tutte queste funzioni su altri tracker presenti in classifica.

Se state cercando un dispositivo economico per la vostra prima esperienza nel settore degli indossabili per il fitness questo è un ottimo dispositivo con cui iniziare. E a questo prezzo difficilmente troverete di meglio.

Leggi la recensione approfondita del Huawei Band 3 Pro

Immagine 1 di 3

Image Credit: Honor

Image Credit: Honor
Immagine 2 di 3

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar
Immagine 3 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar

(Image credit: Xiaomi)

3. Xiaomi Mi Band 4

La più economica, eppure interessante

Compatibilità: iOS e Android | Display: AMOLED | Autonomia: fino a 20 giorni | Ricarica: : cablata, proprietaria **Impermeabile:** sì | Connettività: Bluetooth | Controllo attività:

Molto economica
Design sottile 
Non ha il GPS 
Il tracking non si ferma automaticamente 

Questo è il fitness tracker della nostra lista, e anche il più economico di tutti a esclusione di qualche marchio sconosciuto di cui non avete mai sentito parlare. E proprio grazie al prezzo basso, e anche una delle scelte migliori in assoluto. I fitness tracker di questo prezzo spesso sono quasi inutili, ma non è il caso della Xiaomi Mi Band 4, che è in grado di misurare con precisione molte cose ed è anche bella da vedere. 

L’autonomia dichiarata è di circa un mese, ma quella reale dipenderà da come la usate. È in grado di rilevare automaticamente molte attività diverse e integra molta tecnologia recente. Non ha il GPS, ma sono presenti il sensore per il ritmo cardiaco e il riconoscimento automatico degli allenamenti. 

A differenza delle Xiaomi Mi Band precedenti, questo modello ha uno schermo a colori, ed è possibile scegliere tra diversi quadranti per avere un prodotto personalizzato. 

Forse non è il modello più interessante di tutti, ma considerato il prezzo è quello consigliabile alla maggior parte delle persone - a eccezione di chi fa allenamenti intensi e vuole una misurazione più sofisticata. 

Leggi la recensione: Xiaomi Mi Band 4

(Image credit: Future)

4. Honor Band 5

L'ultimo dispositivo indossabile Honor

Display: Sì, touchscreen a colori | Sensore battito: Sì | Impermeabile: Sì | Controllo attività: Sì | GPS: No | Autonomia: Una settimana | Compatibilità: Android/iOS

Buon monitoraggio del sonno
Economico
Notifiche inaffidabili
Display a volte non reattivo

L'Honor Band 5 è un modello nettamente migliore rispetto al Band 4, con funzioni per il fitness potenziate sotto vari punti di vista e un touchscreen a colori per visualizzare tutte le informazioni.

Una delle funzioni più utili è il monitoraggio del sonno, che vi dà consigli su come sfruttare al meglio il tempo che passate dormendo e monitorarlo.

L'Honor Band 5 è anche uno dei più economici tracker per il fitness sul mercato, quindi se state cercando un dispositivo per monitorare lo sport e il sonno questo è quello che fa per voi.

Leggi la recensione approfondita dell'Honor Band 5

Immagine 1 di 4

Image Credit: Garmin

Image Credit: Garmin (Image credit: Garmin)
Immagine 2 di 4

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 3 di 4

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 4 di 4

Image Credit: Garmin

Image Credit: Garmin

5. Garmin Vivofit 4

Autonomia di un anno più schermo integrato

Compatibilità: : iOS e Android | Display: Transflettivo a 8 colori | Spessore: 9.4mm | Autonomia: 1-year | Ricarica: due batterie SR43 | Impermeabile: Water-resistant | Connettività: Bluetooth

Autonomia di un anno
Display piccolo ma a colori
Manca sensore battito e GPS 
Design anonimo

Garmin Vivofit 4 rispetto al precedente modello entry level può vantare uno schermo a colori visibile anche sotto la luce diretta del sole. Un risultato ottenuto senza dover sacrificare la lunghissima autonomia di un anno.

Vengono forniti i dati principali relativi a passi, distanza, consumo calorico e qualità del sonno. Grazie al sistema Move IQ viene anche rilevato automaticamente  il movimento.

L’app Garmin Connect permette di personalizzare il display, impostare allarmi e timer direttamente dal polso. Nonostante questo Vivofit 4 è il 20 per cento più economico del Vivofit 3 al momento del lancio. Certo, saremo costretti a rinunciare a caratteristiche premium come il controllo dei battiti o il GPS, ma non si poteva avere di meglio a questo prezzo. 

Leggi la recensione approfondita del Garmin Vivofit 4 

Immagine 1 di 3

Image Credit: Amazfit

Image Credit: Amazfit
Immagine 2 di 3

Image Credit: Amazfit

Image Credit: Amazfit
Immagine 3 di 3

Image Credit: Amazfit

Image Credit: Amazfit

6. Amazfit Bip

Un ottimo tracker fitness con una grande autonomia

Compatibilità: iOS e Android | Display: LCD a colori | Sensore battito: Sì | Impermeabile: Sì | Controllo attività: Sì | GPS: Sì | Autonomia: 1 mese

Rapporto qualità-prezzo
Design
Ottima app per smartphone 
Pochi esercizi disponibili
Interfaccia poco pratica

Il Bip è un orologio tanto evoluto quanto semplice. Nella nostra recensione completa lo abbiamo definito “L’Apple Watch per chi non se la tira"  e confermiamo il soprannome.

Certo, come esperienza d’uso e prestazioni non può competere con il modello di Apple, proprio per niente. Ma rimane un tracker preciso che ha alcuni assi nella manica, soprattutto l’autonomia che può arrivare al mese. 

Se cercate un semplice wearable che  invii le notifiche del telefono, vi svegli con un allarme e tenga sotto controllo gli allenamenti con il GPS, allora il Bip potrebbe essere la scelta giusta. 

Come regalo va bene per chi cerca qualcosa di semplice ed efficace. La facilità d’uso lo rende adatto anche a chi non è appassionato di tecnologia.

Leggi la recensione approfondita del Amazfit Bip 

Immagine 1 di 3

Image Credit: Moov

Image Credit: Moov
Immagine 2 di 3

Image Credit: Moov

Image Credit: Moov
Immagine 3 di 3

Image Credit: Moov

Image Credit: Moov

7. Moov Now

Un fitness tracker su misura per te

Display: No | Sensore battito: No | Impermeabile: Sì | Controllo attività: Sì | GPS: Sì, via smartphone | Autonomia: Sei mesi | Compatibilità: Android/iOS

Autonomia fantastica
Misurazioni accurate
Funzioni limitate
Sensore cardio extra

Nonostante abbia qualche anno di vita, il Moov Now rimane uno dei nostri favoriti braccialetti fitness grazie all’accelerometro a 9 assi. Lo stesso usato sui sistemi di navigazione dei missili. Questo significa che non misura solamente i passi ma ogni tipo di movimento. E può offrire un feedback personalizzato. 

Moov Now controlla l’impatto dei piedi nella corsa, le bracciate nel nuoto e le ripetute in palestra. In pratica è come avere al proprio fianco un allenatore virtuale che offre sempre le indicazioni corrette. 

È impermeabile e ha un’autonomia che raggiunge i sei mesi. Acquistatelo se cercate un dispositivo economico ma efficace e senza troppi fronzoli che non vi distragga dai vostri esercizi.

Leggi la recensione approfondita del  Moov Now 

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)

8. Samsung Galaxy Fit e

Il modello base di Samsung

Compatibilità: iOS e Android | Display: bianco e nero | Autonomia: una settimana circa | Impermeabile: NA | Connettività: Bluetooth | Controllo attività:

Costa poco
Tracking dell’attività accurato
Ci vogliono due app
L’autonomia è variabile

Samsung non ha una tradizione di fitness tracker economici, e possiamo considerare il Galaxy Fit e il primo tentativo di quest’azienda nel settore. 

Non c’è il GPS ma sono presenti molte caratteristiche utili, come il monitoraggio dell’attività e l’impermeabilità, nonché un batteria che può durare anche una settimana. 

C’è il sensore per il battito cardiaco e molte funzioni che si possono rivelare utili. 

Leggi la recensione approfondita del Samsung Galaxy Fit e

Immagine 1 di 3

Image Credit: Garmin

Image Credit: Garmin
Immagine 2 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 3 di 3

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar

9. Garmin Vivosmart 3

Molte funzioni smart considerato il costo

Compatibilità: iOS e Android | Display: Bianco e nero | Spessore: 9.8mm | Autonomia: 5 giorni | Ricarica: Proprietaria a cavo | Impermeabile: Water resistant | Connettività: Bluetooth

Conta le ripetizioni
Tracking dell’attività in automatico 
Manca il  GPS
Non sempre abbastanza sensibile 

Nonostante sia stato appena presentato il Garmin Vivosmart 4, abbiamo deciso di inserire nella classifica dei tracker economici il Vivosmart 3 in quanto il prezzo è sceso, e continuerà a farlo. 

Non si tratta del modello più economico in classifica, ma è uno di quelli meglio costruiti e vi mostrerà tutti i dati che vi servono sul piccolo display, compreso il numero delle ripetizioni e altri esercizi da palestra. 

Manca il GPS e anche per questo Vivosmart 3 ci sembra maggiormente indicato per la palestra. Inoltre l’app di Garmin è una garanzia per quanto riguarda la completezza delle funzioni e la leggibilità.

Leggi la recensione approfondita del Garmin Vivosmart 3

Immagine 1 di 4

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 4

Image Credit: Fitbit

Image Credit: Fitbit
Immagine 3 di 4

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar
Immagine 4 di 4

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar

10. Samsung Galaxy Fit

Non esattamente idoneo

Compatibilità: Android / iOS | Display: Sì | Cardiofrequenzimetro: Sì | Autonomia: 7-8 giorni | Impermeabile: Sì | GPS: No | Monitoraggio attività:

Display a colori abbastanza luminoso
Buona autonomia
Pessimo monitoraggio a distanza 
Niente GPS

Il Samsung Galaxy Fit non ha lo stesso ottimo rapporto qualità-prezzo del Samsung Galaxy Fit e, ma entra comunque il classifica grazie all'ottima autonomia e al touchscreen a colori luminoso.

Il Samsung Galaxy Fit è dotato anche di cardiofrequenzimetro, una funzione piuttosto standard per praticamente qualunque fitness tracker, anche se non è una gatanzia. Permette di monitorare molte attività tra cui la corsa, il nuoto e il ciclismo, ed è abbastanza intelligente da iniziare e mettere in pausa automaticamente il monitoraggio.

Permette di monitorare anche il sonno e lo stress, e quest'ultima non è una funzione molto semplice da trovare. In ogni caso, gli svantaggi sono l'assenza del GPS, il pessimo monitoraggio a distanza e il cinturino poco pratico.

Leggi la recensione approfondita del Samsung Galaxy Fit

Photoillustration credit: TechRadar, Fitbit, Huawei, Honor, Garmin