Skip to main content

Google Pixel 6: quando esce, prezzo, specifiche

Google Pixel 5
Il Google Pixel 5 (Image credit: Future)

Google Pixel 6 uscirà nel terzo trimestre del 2021, dunque manca ancora molto. Tuttavia, ciò comprensibile dato che Google Pixel 5 è un dispositivo piuttosto recente e, probabilmente, dovremo attendere ancora molto prima di avere qualche informazione concreta.

In ogni caso non è un problema, se questo significa dare a Google il giusto tempo per lavorare sul prossimo smartphone, considerato che abbiamo assegnato 4 stelle su 5 a Pixel 5, e solo 3 e mezzo al Pixel 4a 5G. Di conseguenza, c'è ancora moltissimo margine di miglioramento.

Tuttavia, finché non avremo informazioni sul Google Pixel 6, abbiamo stilato una piccola lista dei desideri, indicando i cambiamenti che vorremmo vedere sul prossimo smartphone di casa Google. Inoltre, raccoglieremo in questo articolo tutte le informazioni che arriveranno a riguardo, quindi tornate a trovarci.

Aggiornamento: un brevetto di Google mostra un telefono che sembra dotato di fotocamera frontale sotto il display, pertanto è possibile che il Pixel 6 offra questa funzionalità.

Continuano a inseguirsi le voci sul fatto che Google Pixel 6 potrebbe equipaggiare anche uno scanner di impronte digitali nello schermo. Inoltre, potrebbe avere il chipset Qualcomm Snapdragon 775. Circolano anche altre indiscrezioni sulla fotocamera frontale, secondo le quali girerà anche video in 4K.

Resta da attendere l'arrivo del nuovo smartphone Google per capire quante di queste voci troveranno conferma nella realtà.

Nel codice beta di Android 12, sembra che ci sia un riferimento a Pixel 6 e Pixel Fold, dunque possiamo aspettarci di vedere anche il pieghevole entro l'anno?

Per finire, abbiamo ormai conferma del design definitivo del Pixel 6.

Secondo altre indiscrezioni potremmo vedere un Google Pixel 6 Pro nel 2021, ma non sono state condivise informazioni sufficienti a supportare questa teoria. In ogni caso, potremmo vederlo anche a ottobre, insieme ad Android 12.

Secondo le ultime notizie, poi, sembra che Google Pixel 6 XL avrà uno zoom ottico da 4,4x o 5x, dunque potremmo trovarci di fronte a uno smartphone più orientato alla fascia premium del previsto.

Sempre analizzando Android 12, sembra che Pixel 6 potrebbe avere un sensore fotocamera da 50 MP.

E ora, da un tweet pubblicato (e subito dopo eliminato) da un dirigente Google, apprendiamo che Pixel 6 potrebbe offrire il lettore di impronte digitali sotto il display. Si tratta solo di una supposizione, ma le evidenze sembrano tutte puntare sulla sua validità. Non è la prima volta che sentiamo parlare di questa funzione, dato che Android 12 sembrerebbe avere degli indizi nel suo codice, ma questa volta, il tweet arriva da una fonte ufficiale e ci sono tutti i segnali che indicano che probabilmente Pixel 6 avrà tale funzionalità.

Nuove indiscrezioni suggeriscono che Pixel 6 e Pixel 6 Pro saranno annunciati ufficialmente il 13 settembre, un giorno prima rispetto a iPhone 13.

Le fonti sembrerebbero attendibili, non resta da vedere se succederà davvero.

Cattive notizie per chi aspetta il Pixel 6 Pro. A giudicare da un benchmark, Google Pixel 6 Pro potrebbe essere meno potente del previsto. Resta da vedere come si comporterà il chip Tensor in contesti d'uso reali.

Il Google Pixel 6 potrebbe uscire il 28 ottobre, con prenotazioni dal 19 ottobre. Le date arrivano da un utente Reddit, come racconta Droidlife, che le ha prese da una pubblicità dell'operatore australiano Telstra. 

L'annuncio propone ai consumatori di partecipare a un'estrazione a premi legata al Pixel 6, e la scadenza è proprio il 19 ottobre.

Per molti è il segnale che il Pixel 6 sarà presentato proprio il 19 ottobre. Se così fosse, lo smartphone dovrebbe essere in commercio dal 28 ottobre 2021.

Questa indiscrezione potrebbe avere il suo fondamento, se consideriamo che di solito gli operatori telefonici sanno le cose in anticipo, proprio per organizzare operazioni di marketing come quella australiana. 

Google Pixel 6 Pro è stato svelato in un video: M. Brandon Lee di This is Tech Today ha condiviso sul proprio Twitter un breve filmato sul nuovo top di gamma Google. L'origine delle immagini è ignota, ma nel video si vede un Google Pixel 6 Pro di colore grigio/nero.

Ultime novità

Ci sono novità interessanti sulla fotocamera di Google Pixel 6. La testata XDA Developers sarebbe venuta in possesso del codice sorgente della sua app per la fotocamera.

A quanto pare, sono stati scoperti dei riferimenti chiamati "gomma magica" ("magic rubber"), "nitidezza viso" ("face deblur") e "blocco scena" ("scene lock"). Eccetto la seconda, che evita la sfocatura dei visi scattando diverse foto, non si conosce ancora nello specifico l'effetto delle altre.

Giudicando dal nome, sembra che la "gomma magica" dovrebbe essere simile al pennello correttivo di Photoshop, che corregge con una semplice passata le piccole imperfezioni di un'immagine.

Dritti al punto

  • Cos'è? Il prossimo smartphone di punta di Google
  • Quando esce? Probabilmente il 28 ottobre (con preordini dal 19 ottobre)
  • Quanto costerà? Circa €649

Google Pixel 6: data di uscita e prezzo

Tutto ciò che sappiamo sul prezzo e sulla disponibilità del Google Pixel 6 sono supposizioni basate sul Pixel 5.

Google ha confermato ufficialmente che Google Pixel 6 e Google Pixel Pro arriveranno nel terzo trimestre del 2021.

In termini di prezzo, è più difficile fare una stima: se è vero che il Pixel 3 e il Pixel 4 erano modelli più orientati alla fascia premium, il Pixel 5 è uno smartphone mid-range e non sappiamo come si comporterà Google in questo senso.

Tuttavia, probabilmente l'azienda vorrà proporre grandi cambiamenti dopo più di un anno di attesa, quindi pensiamo che potrebbe trattarsi di un nuovo dispositivo premium. Il Pixel 5 costa 699 dollari statunitensi, pertanto potremmo immaginarci un prezzo di listino di circa €649.

Novità e leak

Fino a poco tempo fa, l'unico segno del Google Pixel 6 si ritrovava in un brevetto Google, che mostra un possibile smartphone senza fotocamera frontale visibile.

Sebbene il brevetto non spieghi come ciò sia possibile, pare che la fotocamera si trovi al di sotto dello schermo, come abbiamo visto sullo ZTE Axon 20 5G. Naturalmente, il fatto che Google stia valutando l'idea non significa che il Pixel 6 avrà necessariamente una fotocamera sotto il display, ma resta comunque una possibilità.

Altri dettagli sono stati svelati analizzando Android 12. A quanto pare, la stringa di codice "gn1_wide_p21" si riferirebbe al sensore Samsung GN1, un obiettivo da 50 MP già presente su alcuni smartphone Vivo. La parola "wide", invece, fa riferimento all’angolo di visione del sensore (molti smartphone usano sensori grandangolari come obiettivi principali, da qui l’introduzione di ottiche ultra-grandangolari). “p21" probabilmente sta per Pixel 2021, quindi può riferirsi tanto a Pixel 6 quanto alla variante Pro.

Google Pixel 6: cosa vogliamo vedere

In attesa di nuovi leak sul Google Pixel 6, abbiamo raccolto alcuni miglioramenti che vorremmo vedere sul prossimo smartphone Google.

Google Pixel 5

(Image credit: TechRadar)

1. Un design più ispirato

Google Pixel 5 non è certo uno degli smartphone più belli da vedere al mondo. Infatti potrebbe anche essere giudicato poco interessante, con il suo design "chocolate bar" ormai obsoleto.

I telefoni Pixel non hanno mai brillato per estetica, ma ci piacerebbe vedere un Pixel 6 un po' più memorabile. Qualche mese prima del lancio di Pixel 5, abbiamo visto un interessante rendering. Certo, ha diviso il pubblico, ma questa immagine ha creato una certa conversazione, a differenza del Pixel 5.

2. Una fotocamera con teleobiettivo

Gli smartphone Google Pixel si sono creati una certa reputazione per la qualità delle fotocamere, tuttavia i dispositivi più recenti dell'azienda non includevano il teleobiettivo, delegando tutto lo zoom all'ambito digitale. In sostanza, la fiera del cropping.

Di conseguenza, le immagini con zoom tendono a presentare risoluzioni inferiori e sgranature, scoraggiando gli utenti dall'utilizzare la funzione.

Ci piacerebbe che Google riportasse il teleobiettivo sulla gamma Pixel, così da poter scattare foto migliori con lo zoom sui suoi smartphone.

Google Pixel 3

(Image credit: Future)

3. Formati compatti

Le prime generazioni degli smartphone Google Pixel erano piuttosto compatte e facili da usare con una sola mano. Dispositivi tascabili e comodi da tenere in mano anche per chi ha le mani piccole.

Con gli smartphone proposti nel 2020 dal brand, le cose sono cambiate, ma ci piacerebbe rivedere un formato più compatto. Il mercato degli smartphone più piccoli è abbastanza carente e Google potrebbe conquistarlo senza troppi sforzi.

4. Più potenza di calcolo

Una delle differenze principali fra i Pixel di punta precedenti e il Pixel 5 è stata la scelta di un chipset mid-range rispetto a uno top di gamma. In teoria, si tratta di una decisione sensata, dato che non tutti necessitano di tanta potenza di calcolo e la maggior parte delle persone sarà soddisfatta con un processore mid-range.

Tuttavia, il Pixel 5 offriva ancora meno potenza. Nei nostri test di benchmark, le prestazioni registrate sono state alquanto scarse, con un vero e proprio disastro nel gaming.

Ci piacerebbe vedere smartphone Google più performanti, magari con chipset migliori o anche con processori mid-range e una maggiore ottimizzazione.

Marco Doria

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.