Skip to main content

Ghost of Tsushima: uscita, gameplay, trailer e collector della prossima esclusiva PS4

(Image credit: Sony / Sucker Punch)

A pochi mesi dall'uscita delle console next-gen PS5 e Xbox Series X, Ghost of Tsushima rappresenterà l'ultima esclusiva dell'era PlayStation 4. Il gioco è sviluppato da uno dei team first-party di Sony, ovvero lo studio americano Sucker Punch, che aveva già realizzato le famose serie Infamous e Sly Racoon.

Ghost of Tsushima, però, sarà molto diverso dai titoli precedenti dello studio per quanto riguarda l'ambientazione. Se gli eventi di Infamous si svolgevano in una metropoliti futuribile, qui i giocatori verranno catapultati nell'isola di Tsushima nel periodo del Giappone feudale.

Il gameplay avrà lo stile tipico di Sucker Punch con molta azione ma anche la possibilità di intraprendere un approccio stealth. Come da tradizione dello studio, sarà inoltre presente anche un sistema di moralità del protagonista.

Ghost of Tsushima è previsto in uscita per il 17 luglio e da qui all'uscita vi daremo tutti gli aggiornamenti che arriveranno regolarmente.

[Aggiornamento: Sony ha mostrato un lungo video di gameplay di Ghost of Tsushima. I dettagli li troverete più avanti.]

Dritti al punto

  • Che cos'è? Ghost of Tsushima è la nuova esclusiva PlayStation di Sucker Punch.
  • Quando uscirà? Ghost of Tsushima uscirà il 17 luglio 2020.
  • Su quali console potrò giocarlo? Su PlayStation 4.

Ghost of Tsushima: la data di uscita

Ghost of Tsushima

L'uscita di Ghost of Tsushima era inizialmente prevista per il 26 giugno 2020 ma Sony ha annunciato il rinvio al 17 luglio. La società non lo ha detto esplicitamente ma è scontato che la scelta sia dovuta alla nuova data di uscita di The Last of Us 2 fissata per il 19 giugno, ovvero una settimana prima rispetto a quella originaria del titolo di Sucker Punch.

Dalla pagina ufficiale del  gioco sul PlayStation Store, sappiamo che Ghost of Tsushima richiederà almeno 50 GB di spazio di archiviazione sull'hard disk.

Ghost of Tsushima: storia e ambientazione

(Image credit: PlayStation)

L'ambientazione è quella del Giappone feudale

Ghost of Tsushima sarà ambientato nel Giappone del 13/esimo secolo durante l'invasione mongola. Nel 1274, anno di inizio delle ostilità, i Mongoli arrivarono sull'isola di di Tsushima che dà il nome al gioco. Jin Sakai è uno degli ultimi samurai rimasti nell'isola ormai devastata e tenterà la difficile impresa di ostacolare l'avanzata delle truppe nemiche per impedire l'ingresso in Giappone.

L'art director, Jason Connell, ha spiegato che, partendo da questi eventi storici realmente accaduti, l'invasione mongola del Giappone sarà lo spunto dal quale iniziare un racconto totalmente originale.

Il protagonista è Jin Sakai ma il cast sarà più ampio

Ghost of Tsushima segue le vicende del samurai Jin Sakai ma ci saranno altri personaggi del cast principale come Masako, l'arciere visto nei vari trailer del gioco.

Con l'ultimo filmato è stato rivelato anche un altro personaggio: si tratta dello zio del protagonista, Shimura, il jito (signore) di Tsushima e figura paterna per Jin, educato fin da bambino al Bushido.

Per introdurre la storia di Jin prima dell'uscita del gioco, Sucker Punch ha chiesto all'autore di Afro Samurai, Takashi Okazaki, di realizzare quattro artwork in esclusiva presentati sul PlayStation Blog. Ogni poster raffigura un momento legato alle vicende del samurai: «Le folate di vento che gli faranno da guida, le fiamme che ne distruggono la casa, la maschera che indossa nel diventare lo Spettro e la furia distruttrice che lo accompagna nella lotta contro i mongoli».

Immagine 1 di 4

(Image credit: PlayStation)
Immagine 2 di 4

(Image credit: PlayStation)
Immagine 3 di 4

(Image credit: PlayStation)
Immagine 4 di 4

(Image credit: PlayStation)

L'antagonista sembra essere interessante

Il protagonista di Ghost of Tsushima è abbastanza interessante (come potrebbe non esserlo un personaggio conosciuto come il "fantasma") ma sembra che anche il villain principale è stato caratterizzato con molta cura. Ricordiamo infatti che Jin si troverà ad affrontare l'impero mongolo, conosciuto per le sue notevoli capacità sul campo di battaglia.

Il leader dell'armata nemica Khotun Khan sarà infatti l'antagonista principale di Ghost of Tsushima e Sucker Punch lo ha descritto come un nemico spietato e astuto che ha studiato lo stile e il codice dei samurai con il solo scopo di distruggerli.

Tutto questo suggerisce una storyline molto drammatica e coinvolgente che probabilmente porrà molto l'accento sulla dinamica tra eroe e antagonista.

Doppiaggio giapponese

Già nel corso dell'E3 2018 Sucker Punch aveva annunciato di voler localizzare completamente Ghost of Tsushima nelle varie lingue.

Non sappiamo se sia previsto anche un doppiaggio italiano. Considerato che si tratta di un'esclusiva Sony è molto probabile che ci sia ma per motivi di atmosfera forse a essere più importante è la presenza di un doppiaggio in giapponese. In questo senso, il team di sviluppo ha già annunciato da tempo che ci sarà la possibilità di scegliere il doppiaggio nipponico. 

Modalità foto e filtro pellicola

Dal punto di vista dell'audio, Sucker Punch ha spiegato di avere avuto estrema cura nel riprodurre i suoni delle ambientazioni impiegando, ad esempio, clip audio degli uccelli nativi della zona. La promessa degli sviluppatori è che Ghost of Tsushima possa diventare "una macchina del tempo" che porterà i giocatori in un credibile Giappone feudale.

Tra le aggiunte interessanti vale la pena sottolineare la modalità foto e una per i video in bianco e nero in modo da riprodurre il classico effetto degli storici lungometraggi del regista Akira Kurosawa.

Ghost of Tsushima: il gameplay

(Image credit: PlayStation)

Ghost of Tsushima è un titolo a metà strada tra azione e stealth. Insomma un Assassin's Creed ambientato nel Giappone feudale.

Dal punto di vista della storia, questo elemento del gameplay ha una giustificazione. Jin è rimasto, infatti, l'ultimo dei samurai dell'isola di Tsushima e dovendo affrontare da solo un intero esercito, è costretto a personalizzare il classico Bushido, la via del guerriero, trasformandolo in "la via del Fantasma", in virtù delle tecniche stealth. 

In buona sostanza, il protagonista oltre a padroneggiare le tecniche da samurai è in grado di usare anche quelle da ninja. A confermarlo è stato il filmato di gameplay mostrato nel corso dell'evento State of Play che si è tenuto il 14 maggio.

L'esplorazione

Il filmato ha innanzitutto mostrato come funzionerà l'esplorazione. Sucker Punch ha scelto di limitare al minimo la presenza dell'interfaccia per cercare di immergere quanto più possibile i giocatori nelle atmosfere e nei paesaggi dell'isola giapponese di Tsushima.

Il video dello State of Play ha mostrato come sarà possibile, ad esempio, attivare il vento per sapere in che direzione proseguire oppure come sarà necessario osservare l'eventuale fumo all'orizzonte o il comportamento degli animali per farci un'idea di cosa stia accadendo o di una possibile minaccia incombente. Ai fini del gameplay sarà anche necessario procacciarsi delle risorse in giro per le ambientazioni, sia che si tratti di case diroccate che di foreste.

Il gioco avrà un open world molto vasto. L'ambientazione sarà infatti l'isola giapponese che, secondo quanto visto nei trailer, presenta una grande varietà in termini di zone e ambientazioni. Si va infatti dalle foreste sino alle montagne passando per villaggi pieni di personaggi.

Le varie ambientazioni di Ghost of Tsushima si potranno (e probabilmente dovranno, data l'estensione) attraversare a cavallo come ben documentato dai filmati promozionali.

(Image credit: PlayStation)

La via del Samurai

Il video ha mostrato il gameplay in stile Samurai e almeno due delle armi che è possibile utilizzare: la classica katana e l'arco. Inoltre è possibile scegliere anche tra due diverse "stance" dell'arma per variare lo stile di gioco.

In un'ambientazione come quella del Giappone feduale e avendo per protagonista un samurai, è fin troppo naturale che Ghost of Tsushima metta a disposizione dei giocatori un vasto arsenale di armi. Anche i filmati di gameplay visti fino ad ora hanno anticipato queste possibilità mostrando, oltre alle armi, anche armature per i cavalli e oggetti sia da ninja che da samurai.

La via del Fantasma

Le tecniche Fantasma di Jin sono praticamente l'equivalente di quelle di un ninja come muoversi furtivamente e mettere al tappeto i nemici in maniera silenziosa.

Alcune azioni saranno inoltre contestuali come il classico colpo di grazia nei confronti di nemici storditi in stile Assassin's Creed. L'armamentario da ninja coinvolge anche le classiche tecniche di fuga e stordimento come le bombe fumogene. 

Infine Jin avrà anche a disposizione un rampino per muoversi sui punti più elevati e raggiungere zone inaccessibili.

Nel corso del gioco ci saranno anche molte possibilità di personalizzare il personaggio con relativi bonus per il gameplay dato che le armature saranno in grado di offrire differenti vantaggi. Inoltre sarà anche possibile cambiare il colore dei vestiti grazie ad alcuni oggetti che si troveranno sparsi per le varie zone.

(Image credit: PlayStation)

Livelli di difficoltà

Intervistato dalla testata GameSpot, il co-director di Ghost of Tsushima Chris Zimmerman ha parlato anche dei livelli di difficoltà del gioco: «Ci sarà la possibilità di scegliere un livello di sfida e questo è forse ancora più importante in un titolo del genere che per molti altri giochi dato che è un titolo open-world e molti utenti giocano questi titoli per ragioni differenti».

Zimmerman spiega che alcuni giocatori, ad esempio, potrebbero solo volere la possibilità di godersi il mondo: «La loro esperienza, ad esempio, sarà diversa da quella di chi ha voluto da sempre giocare un titolo vagamente realistico ispirato al mondo dei samurai, il che significa concentrarsi sulla sfida, sulla disciplina, sulla a pratica e sulla precisione dell'esecuzione. Questo è ciò che questa categoria di giocatori si aspetta ed è quello che a sua volta, il gioco stesso potrebbe chiedere loro».

Ghost of Tsushima: le edizioni

(Image credit: Sony Interactive Entertainment)

Ghost of Tsushima, come ogni titolo tripla A, avrà una serie di edizioni differenti sia in digitale che in versione fisica insieme a bonus di vario tipo. Cerchiamo di fare chiarezza riepilogando qui le edizioni annunciate da Sony.

Bonus di preordine per l'edizione digitale

Con il preordine della versione PSN si riceverà un estratto della colonna sonora in versione digitale, un tema dinamico e un avatar per PS4 del protagonista Jin.

Ghost of Tsushima: edizione digitale deluxe

Questa edizione di Ghost of Tsushima include una serie di bonus in-game, ovvero un punto tecnica, un amuleto, le skin Eroe per l'armatura di Jin, la katana e il cavallo. 

I bonus digitali "extra gioco" previsti sono un mini artbook, il commento del game director e un tema "samurai" per PlayStation 4.

(Image credit: Sony Interactive Entertainment)

Ghost of Tsushima: collector's edition

La versione su disco arriverà anche nella versione Ghost of Tsushima Collector’s Edition con una serie di bonus. La confezione includerà una riproduzione in resina sintetica della maschera di Jin, una mappa in tessuto dell'isola di Tsushima, un sashimono (vessillo da battaglia), un furoshiki (tipico quadrato di stoffa giapponese usato come sacchetto per trasportare oggetti o cibo) e infine un mini art book di 48 pagine.

La custodia del disco sarà inoltre in versione steelbok. A questi contenuti si aggiungono poi quelli dell'edizione digitale deluxe elencati poco sopra: un punto tecnica, un amuleto, le skin Eroe, il commento del game director e un tema per PlayStation 4.

Ghost of Tsushima: i trailer

Ancora prima del filmato che ne ha annunciato la data di uscita, uno degli ultimi trailer di Ghost of Tsushima era arrivato durante la cerimonia di premiazione di The Game Awards 2019 e aveva rivelato alcuni elementi del gameplay.

Ancora prima del filmato dei The Game Awards 2019, un altro trailer, rilasciato invece durante uno State of Play del dicembre scorso, aveva mostrato alcuni momenti che precedevano uno scontro tra samurai in una foresta immersa in un'atmosfera autunnale dal sicuro effetto. 

Il trailer aveva mostrato inoltre alcune meccaniche di gioco di tipo stealth durante le fasi di infiltrazione notturna in un accampamento dei nemici.

Tra gli aspetti graficamente più interessanti di Ghost of Tsushima ci sono sicuramente le ambientazioni particolarmente suggestive sia grazie all'uso di uno schema di colori molto distintivo per ciascuna di esse, sia grazie gli effetti di luce. Alcune di questi ambienti erano stati già mostrati durante l'edizione 2018 dell'E3 con un lungo filmato di presentazione.

Anche in quell'occasione, avevamo potuto notare come il gameplay proponga, insieme agli scontri diretti, anche un approccio stealth in maniera molto simile ad Assassin's Creed. Il protagonista, infatti, avrà a disposizione molte armi e tecniche per cogliere di sorpresa i nemici ed evitare così di essere accerchiato.

Qui sotto trovate il trailer rilasciato quasi due anni fa.

Il primo annuncio di Ghost of Tsushima risale però al 2017 nel corso della Paris Games Week.

Anche se il filmato era stato realizzato con grafica in-game, non mostrava molto in termini di gameplay ma riusciva a dare l'idea dell'atmosfera e dell'ambientazione. Fin dalla presentazione era chiaro che Sucker Punch volesse puntare molto sullo stile grafico e la colonna sonora, richiamando da vicino l'estetica dell'arte giapponese.

Anche il presidente di Sony Worldwide Studios è rimasto piacevolmente colpito dalle atmosfere e dall'estetica generale di Ghost of Tsushima. In un'intervista rilasciata alla rivista giapponese di videogiochi Famitsu, Yoshida aveva spiegato che, quando l'ha provato, si è fermato appositamente durante alcune scene per ammirare i paesaggi.

Qui sotto trovate il trailer della Paris Game Week del 2017.

Il trailer di Ghost of Tsushima era stato anche accompagnato da un panel con numerosi componenti del team di sviluppo al PlayStation Experience 2017.

Qui sotto trovate la diretta in cui vengono spiegati alcuni retroscena dello sviluppo del titolo di Sucker Punch.

Ghost of Tsushima su PS5: qualche ipotesi

(Image credit: PlayStation)

Al momento è impossibile dire con certezza se Ghost of Tsushima arriverà anche su PS5 ma, basandoci su alcuni elementi, ci sentiamo di dire che è quasi scontato che il titolo di Sucker Punch possa arrivare sulle console next-gen. Lo sosteniamo per due motivi.

Il primo è che Ghost of Tsushima sarà l'ultima esclusiva per console Sony ad essere rilasciata prima della next-gen. PS5, infatti, arriverà cinque mesi dopo l'uscita del gioco e sicuramente Sony non si lascerà sfuggire l'occasione per capitalizzare la nuova e così recente IP anche sulla prossima piattaforma.

Sappiamo inoltre ufficialmente che PS5 sarà retrocompatibile con il catalogo PlayStation 4 e innanzitutto con i titoli first-party.

Il minimo che possiamo aspettarci è, però, che al lancio sicuramente le esclusive Sony di questa generazione possano funzionare anche su PS5 ed essendo Ghost of Tsushima una delle più recenti, è ragionevole che il titolo sia retrocompatibile, magari anche con qualche miglioramento grafico.

Lo slittamento della data di uscita a luglio, inoltre, permetterà a Sucker Punch, come dichiarato sull'account Twitter ufficiale, di dedicare più tempo all'aggiunta di "ritocchi finali" e correggere alcuni bug in modo tale che il gioco non debba avere la classica patch da day one che corregge questi errori.