Skip to main content

Il notebook da gaming più piccolo del mondo è un mostro di potenza

GPD Win Max
(Image credit: GPD)

Nintendo Switch sembra essere la console di gioco portatile che tutti desiderano in questo momento, ma se volete un dispositivo da gioco portatile con una buona potenza, il nuovo GPD Win Max potrebbe essere un’ottima soluzione. Il notebook è dotato di una CPU Intel Core i5 1035G7 e 16 GB di RAM, racchiusi in un compatto design da 8 pollici.

Il notebook ha specifiche superiori rispetto a quello di Nintendo Switch e presenta persino un SSD NVMe da 512 GB, connettività Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0, oltre a una serie di porte USB, HDMI e una porta Ethernet per connettersi a Internet via cavo.

La grafica è integrata ed è affidata a Intel Iris Plus 940 che, sebbene non sia la GPU più potente del mondo, offre prestazioni accettabili considerate le dimensioni. 

Lo schermo IPS da 8 pollici offre una risoluzione di 1280x800. Non si tratta di una risoluzione elevata ma dovrebbe essere sufficiente per un display da 8 pollici e per ridurre lo sforzo della GPU durante il gioco. Si vocifera che l’autonomia dovrebbe reggere circa tre ore di utilizzo intenso.

Per fare un confronto, Nintendo Switch ha uno schermo da 6,2 pollici con risoluzione 1280x720, 32 GB di memoria interna, 4 GB di RAM e un SoC Nvidia Tigra X1 per gestire la grafica.

Il design di GPD Win Max è quello di un notebook rimpicciolito, ma è dotato di un gamepad integrato che presenta levette a doppio pollice, pulsanti XYAB, D-pad e pulsanti nella parte posteriore. In altre parole, si tratta di un controller Xbox integrato in un netbook.

Prestazioni 

Il sito PC Gamer ha pubblicato diversi benchmark di GPD Win Max che mostrano come il piccolo notebook riesca a gestire i giochi moderni:  i risultati sono notevoli. Fortnite raggiunge 60 FPS, FIFA 20 funziona a 78 FPS, Red Dead Redemption 2 raggiunge 50 FPS e il remake di Resident Evil 2 arriva persino a 95 FPS.

Secondo GPD, questi giochi sono stati testati con le impostazioni grafiche predefinite. In altre parole, la qualità visiva non era settata al massimo ma nemmeno al minimo, quindi con un po' di ottimizzazione potreste ottenere framerate ancora migliori.

Si tratta di risultati impressionanti e l'idea di giocare a Red Dead Redemption 2 su un dispositivo portatile di questo tipo a un framerate più che sufficiente è sicuramente molto eccitante.

Il potenziale di Win Max ci spinge a comprarne uno, merito anche della presenza delle porta HDMI ed Ethernet e della possibilità di utilizzare un servizio di streaming come GeForce Now. Tutto questo fa sì che Win Max possa essere considerato un vero e proprio PC da gaming da poter collegare  collegare alla propria TV.

La pagina di GPD Win Max è attualmente online, ma non ci sono informazioni in merito al prezzo e alla disponibilità.

Il prezzo sarà un fattore cruciale nel successo di GPD Win Max nella competizione con Nintendo Switch. Abbiamo contattato GPD per ulteriori informazioni e tenteremo di farci inviare un'unità per poter scrivere una recensione completa.