Skip to main content

Fase 2, pagamenti digitali da record per parrucchieri e centri estetici

SumUp
(Image credit: SumUp)

Durante il lockdown causato dalla pandemia di coronavirus, la maggior parte dei negozi e punti vendita fisici ha chiuso i battenti, permettendo allo shopping online di prendere il sopravvento. Tuttavia, i pagamenti digitali hanno registrato un forte aumento anche nelle categorie commerciali legate maggiormente al contante durante le recenti riaperture dei negozi. 

Uno dei settori più interessati da questo fenomeno è senza dubbio quello della ristorazione che, durante la fase 2, ha registrato un numero di transazioni cashless molto superiore rispetto al solito. 

Secondo SumUp, società che si occupa di pagamenti mobile, il settore Beauty & Barbers ha avuto un vero e proprio boom, registrando un aumento di pagamenti digitali del 1940% durante la prima settimana di riapertura. SumUp sottolinea che il valore delle transazioni avvenute tra il 18 e il 24 maggio è più del doppio rispetto al periodo pre-covid.

Umberto Zola, Country Growth Lead Italia di SumUp, ha dichiarato che: “centri estetici e parrucchieri hanno registrato l’incremento più significativo questa settimana. Ci aspettavamo una crescita importante, ma questo picco dimostra quanto l’abitudine al pagamento cashless si stia radicando durante la Fase 2”.

Anche un sondaggio condotto da Nielsen (multinazionale che effettua rilevazioni, stime di mercato e una serie di analisi a favore delle attività di marketing) suggerisce che la vendita di beni di consumo tramite e-commerce è aumentata durante la pandemia di coronavirus. Questo non sorprende se consideriamo quante persone si sono approcciate per la prima volta al mondo dello shopping online e all’utilizzo di sistemi di pagamento digitali nei negozi fisici.