Skip to main content

E3 2020 è stato ufficialmente cancellato

(Image credit: E3)

E3 2020 è stato ufficialmente annullato e a confermarlo è stata direttamente l'ESA (Entertainment Software Association). 

C’erano stati già in precedenza campanelli d’allarme ma oggi l’ESA ha rilasciato una dichiarazione ufficiale, confermando che l'E3 2020 è stato cancellato a causa della pandemia del coronavirus.

ESA ha dichiarato: "Dopo un'attenta consultazione in merito alla salute e alla sicurezza di tutti con le nostre aziende associate, dipendenti, espositori e partner di lunga data, abbiamo preso la difficile decisione di annullare l'E3 2020, in programma dal 9 all'11 giugno a Los Angeles".

"A seguito delle crescenti e schiaccianti preoccupazioni per il virus COVID-19, abbiamo ritenuto che questo fosse il modo migliore di procedere in questa situazione globale senza precedenti. Siamo molto delusi dal fatto che non siamo in grado di organizzare questo evento per i nostri fan e sostenitori, ma sappiamo che è la decisione giusta in base alle informazioni che abbiamo oggi".

La città di Los Angeles, dove si tiene ogni anno l'E3 2020, ha dichiarato lo stato di emergenza per la diffusione del coronavirus. E3 2020 doveva svolgersi dal 9 giugno all'11 giugno presso il Los Angeles Convention Center (la casa dell'E3 dal 2009). Questa è la prima volta che l’evento viene annullato da quando è iniziato nel lontano 1995.

Disney+: 10 euro di sconto sul primo abbonamento annuale

Fino al giorno prima del lancio, potete risparmiare 10 euro scegliendo l’abbonamento annuale di Disney Plus. Questa offerta scade il 23 marzo e offre 12 mesi di streaming di contenuti Disney sia vecchi che nuovi. Gli sconti Disney Plus non saranno così frequenti, quindi agite velocemente e approfittatene.Vedi offerta

Non è una grande sorpresa 

(Image credit: Future)

Tuttavia, la cancellazione dell’E3 non è una grande sorpresa. Il sito Ars Technica aveva già anticipato che l'expo sarebbe stato quasi sicuramente cancellato

Anche l'editore Devolver Digital (Hotline Miami, Katana Zero) aveva mandato alcuni segnali, consigliando su Twitter che era giunto il momento di cancellare il viaggio e l'alloggio per l'esposizione, dando ulteriori elementi sulla cancellazione dell’evento.

Inoltre, E3 2020 è stato anche segnato da dissapori dietro le quinte, abbandoni di aziende importanti e un effetto domino di altre conferenze cancellate a causa del virus COVID-19.

Perché è un grosso problema 

Xbox Series X

(Image credit: Microsoft)

E3 è il più grande evento dedicato al gaming, con aziende del calibro di Microsoft, Nintendo e vede molti sviluppatori e publisher che annunciano (e spesso mettono in mostra) i loro hardware e giochi durante la conferenza. 

Inoltre, l’evento di quest'anno era stato organizzato per essere più grande che mai. Con PS5 e Xbox Series X in uscita alla fine del 2020, ci aspettavamo molti giochi di nuova generazione per le console next-gen, oltre a uno sguardo ravvicinato alla console di Microsoft. Tuttavia, Sony aveva già confermato che quest'anno non avrebbe partecipato all'E3.

Aziende come Microsoft, Nintendo, Warner Bros, Bethesda, Sega e Ubisoft invece avevano confermato la propria partecipazione all'E3 2020.

Prevediamo che nei prossimi giorni verranno svelati aggiornamenti da ciascuna azienda. Il responsabile di Xbox, Phil Spencer, ha già confermato che l’evento dedicato alla console si terrà in streaming, con orari e date che saranno annunciate nelle prossime settimane. L'ESA ha dichiarato che contatterà espositori e partecipanti per rimborsare la quota. 

Evento online? 

(Image credit: TechRadar)

Con l'annullamento della conferenza E3 2020, l'ESA sta cercando di portare l’evento online per consentire ai publisher e agli sviluppatori di fare ancora i loro annunci.

L’ESA afferma: "Stiamo valutando le opzioni disponibili con i nostri membri per organizzare un evento online, in modo da mostrare al pubblico annunci e novità del settore a giugno 2020". 

Questo significa che potremmo vedere l'ESA adottare lo stesso approccio degli organizzatori del GDC, anch’esso "rimandato" a causa del coronavirus. In questo caso, gli organizzatori stanno valutando di trasmettere l’evento su Twitch.

Con eventi in streaming come Nintendo Direct e PlayStation State of Play che diventano sempre più popolari, questa non sarebbe un'alternativa sorprendente (anche se meno emozionante che dal vivo). 

Speriamo che non passi molto tempo prima di scoprire i piani dell'ESA, o di Microsoft, ma la cancellazione del più grande evento dedicato al gaming probabilmente creerà non poche difficoltà a molte persone.